05 marzo, ACCADDE OGGI..Cesena, Baggio, Dunga..e l’8-0 della Lazio…

    0



    La serie della gare giocate il 5 marzo era cominciata bene per i colori Viola, dato che nei lontani anni Trenta aveva battuto sia il Bari (nel 1933) con rete di Bigogno, sia il Fanfulla di Lodi (1939) con gol di Grolli, Tagliasacchi, Menti su rigore e Di Benedetti.
    Nel 1961 la prima cocente sconfitta per 3 a 0 a Torino contro la Juventus, con reti di Charles, Nicolè ed autorete di Marchesi.
    Una vittoria per 4 a 1 contro il Cesena nel 1989, con doppietta di Baggio e reti di Dunga e Borgonovo che ribaltarono l’iniziale vantaggio romagnolo di Limido, e siamo al 1995, ad una delle peggiori sconfitte della Fiorentina nella sua storia. A sommergere i Viola quella domenica fu la Lazio che rimandò a casa i giocatori della Fiorentina con un passivo di otto gol, contro due, segnati da Rui Costa e Batistuta su rigore quando oramai la Lazio conduceva già per 5 a 0. A segnare per i biancazzurri furono Casiraghi, autore della metà delle reti, Negro, Cravero su rigore, Boksic e Di Vaio. Una Caporetto che ridimensionò ulteriormente le ambizioni della neo-promossa squadra Viola che aveva disputato un girone d’andata molto positivo.
    Per concludere “in bellezza” un’altra sconfitta nel 1997 a San Siro contro il Milan: le reti le segnarono Desailly e Albertini su rigore.