3° posto più vicino, crediamoci. Babacar il ‘campione’..i casi Gomez e Pasqual

0



Sono 30 i punti conquistati dalla Fiorentina nelle 19 partite del girone di andata (8 vittorie, 6 pareggi, 5 sconfitte), con 27 gol realizzati e 18 subiti (7° attacco e 4a difesa della Serie A). Numeri non ‘eccezionali’ ma se guardiamo la classifica la squadra viola è solo a 3 punti dal terzo posto. Quello che per molti sembra solo un sogno, un miraggio, un obiettivo non alla portata della squadra viola. Anche per tutto questo il successo negli ultimi secondi ottenuto al Bentegodi contro il Chievo Verona e molto importante per il proseguo e il futuro dei viola. Anche se è giusto ricordare, lo insegna il cammino e le prestazioni offerte fino a oggi dalla squadra viola, che la Fiorentina è ormai diventata una squadra ‘inaffidabile’. Nel senso che su ogni campo, su ogni avversario può riuscire a raggiungere o meno qualsiasi risultato. E senza dare particolari certezze è difficile dare continuità di prestazioni e risultati.
La Fiorentina di Montella, però, ha l’obbligo di provarci. Anche perché in questa seconda fase della stagione recupererà molti giocatori, alcuni fondamentali come Giuseppe Rossi, altri importanti come Bernardeschi e Aquilani. Avrà un Diamanti in più e la speranza, finalmente, di avere e ritrovare il vero Mario Gomez.

babacarIntanto, Montella ha ritrovato Babacar. Entra e contro il Chievo Verona nel recupero trova il gol vittoria, e il suo 5° gol in campionato (1 in Europa League).  Fermo dai primi di dicembre per un infortunio muscolare, Babacar ha saputo sfruttare al meglio l’occasione datagli da Montella. Anche se il tecnico gigliato ha dovuto ‘strigliarlo’ in campo per farlo rendere al massimo. A fine gara sono state emblematiche le parole spese proprio dal tecnico viola sul futuro del giovane attaccante gigliato: “Durante la partita l’ho pungolato, forse ho esagerato. Lui si deve sforzare di fare di più, può diventare un campione e forse non lo sa neanche lui”. Parole di un grande attaccante come è stato Montella che fanno capire, e confermano, le qualità del giocatore e le aspettative che ci sono su di lui. Contro l’Atalanta in Coppa Italia tornerà titolare, con la Roma poi vedremo.
L’unica cosa che un po’ stride su di lui è la questione relativa al rinnovo del contratto. La Fiorentina da tempo sta cercando di arrivare all’accordo ma tra giocatore e società viola la distanza, al momento, è notevole. Alcune proposte sono già state rispedite indietro con un ‘no, grazie’. Stessa situazione anche con Bernardeschi. La speranza che questo non crei problemi ai giocatori, alla squadra e alla società. L’ideale sarebbe che le parti arrivino ad un accordo prima della fine della sessione di mercato invernale. Aspettare altro tempo, arrivare alla fine del campionato, vorrebbe dire andare incontro a quanto già successo con altri giocatori (non ultimo Neto) e per la società viola sarebbe una doppia perdita molto importante: a livello di giocatore, visto che ha tutto per diventare un ‘campione’ e economico.  E per arrivare all’accordo servirà un passo avanti e uno indietro sia per la società viola che dal giocatore.

E chissà se contro la Roma, Montella non decida di schierare Babacar accanto a Mario Gomez. Anche a Verona l’attaccante tedesco aveva iniziato bene la partita ma poi si è spento col passare dei minuti…Soprattutto il gol non arriva. A tutto questo, poi, bisogna aggiungere che dopo la sostituzione e il gol di El Hamdaoui a Cesena, a Verona Babacar lo sostituisce e segna. La speranza è che questa ‘pressione’ gli possa servire a sbloccarsi mentalmente. In campo, poi, ci sarà anche la carta Diamanti da giocare. L’attaccante pratese sarà in campo contro l’Atalanta in Coppa Italia, mentre domenica contro la Roma potrebbe proprio giocare vicino, a ridosso di Gomez. Speriamo che sia la soluzione definitiva al problema del gol del tedesco

gonzalo chievoPer il mercato oggi Brillante passerà all’Empoli (previsto un incontro tra dirigenti a Milano). Ilicic tra oggi e domani accetterà il Bologna (le alternative Torino e Werder Brema restano però sempre percorribili. La Fiorentina, visto le poche richieste arrivate, sta decidendo se ‘regalare’ i cartellini a El Hamdoui e Iakovenko. Lazzari deve dare una risposta al Cagliari, c’è ottimismo, mentre Pantaleo Corvino dopo che avrà chiuso per Ilicic proverà a chiudere con i viola anche per Hegazi. Fiorentina che sta lavorando anche per rimandare in Inghilterra Richards (Manchester City) e Marin (Chelsea). Tutte operazioni che i dirigenti gigliati sperano di poter chiudere in questa settimana per poi dedicarsi, nell’ultima settimana di mercato, a possibili nuovi arrivi.

gonzalo chievoQuestione Pasqual. Il capitano viola al termine della partita vinta contro il Chievo Verona ha fatto capire a chiare lettere di aspettarsi dalla Fiorentina il rinnovo del contratto dopo che la stessa Fiorentina ha rifiutato una offerta del Milan per avere subito il giocatore, e non a giugno a apramentro zero. Dichiarazioni legittime, che non fanno una grinza. Dichiarazioni, però, che non sarebbero state ben prese da alcuni dirigenti della società viola che avrebbero preferito che quelle frasi, wuelle parole, quela tema, non fosse stato tirato fuori al termine della gara. Le opinioni vanno tutte rispettate, voi tutti, sicuramente vi sarete fatta la vostra sulla vicenda del rinnovo del contratto…

Autore: Gianni Ceccarelli, Fiorentina.it