3 sconfitte consecutive: solo una volta nell’era Montella. Ora testa all’Atalanta

    0



    di natale pasqual savic udinese coppaUna sconfitta a Cagliari in campionato e una a Udine in Coppa Italia. Uno più uno – è matematico e banale – fa due… Due sconfitte consecutive che bruciano, perché rallentano la corsa viola verso il terzo posto (anche se il Napoli di Benitez non sembra stare meglio della Fiorentina, e questo è un sollievo) e, soprattutto, bruciano perché compromettono in parte (fortuna che c’è il ritorno) il sogno di poter giocare, finalmente, la prima finale dell’epoca Della Valle. Ma attenzione… Sabato arriva al Franchi l’Atalanta di Colantuono. Una squadra attualmente in salute, che viene da una netta e bellissima vittoria per 3-0 contro la 3ª forza del campionato e che verrà a Firenze con l’intenzione di non perdere. La Fiorentina, dal canto suo, dovrà vincere per risollevarsi anche psicologicamente (lo ha detto anche Montella che vincere aiuta a vincere…), ma allo stesso tempo dovrà avere pazienza. Non dovrà farsi prendere dalla smania di vincere subito. Vincere facile (anche perché facile non sarà). Ma dovrà ragionare, attendere il momento giusto per colpire e non pensare alla gara di ritorno di Coppa Italia. Perché potrebbe essere controproducente in un periodo come questo dove la squadra sta palesando stanchezza e qualche sofferenza. Sarà una partita ad alto rischio, dunque. E anche se il proverbio dice ‘Non c’è due senza tre…’, noi scendiamo in campo contro la ‘sfiga’. E vogliamo dare un calcio alla scaramanzia sottolineando che, da quando Vincenzo Montella è allenatore della Fiorentina, ha perso tre partite di fila solamente una volta, nella passata stagione. Quando? Naturalmente nel mese di gennaio, quello in cui la squadra viola ebbe un calo. Quello in cui non arrivarono né soddisfazioni, né vittorie. Quello nero. Furono 10 giorni da ‘buttare’ quelli che andarono dal 6 al 16 gennaio, dove la Fiorentina perse contro il Pescara al Franchi, l’Udinese al Friuli e la Roma a Firenze, in Coppa Italia… Non a caso, quest’anno, com’è iniziato il mese di gennaio, lo scetticismo e la paura di rivivere lo stesso film di un anno fa era impresso nell’anima di tutti i tifosi viola. Ma il 2014 era iniziato sotto una buona stella. Un gennaio fantastico quello da poco archiviato…(4 vittorie e 2 pareggi). Il problema è che, la crisi che ebbe la Fiorentina nel 2013 a gennaio, quest’anno sembra averla a febbraio. La speranza è che sia solo una brutta sensazione. Solo un falso allarme. E che sabato arrivi una vittoria-scaccia pensieri. Perché è decisamente più bello e gratificante raccontare delle 6 partite consecutive archiviate senza subire gol, o di una serie di risultati positivi che durava da 9 partite, piuttosto che di un ‘record’ negativo… E allora ‘Keep Calm and… Win Whit Atalanta’.

    SCONFITTE CONSECUTIVE NELL’ERA MONTELLA

    STAGIONE 2012-13
    6 gennaio 2013, 19ª di campionato: Fiorentina-Pescara 0-2
    13 gennaio 2013, 20ª di campionato: Udinese-Fiorentina 3-1
    16 gennaio 2013, Quarti di finale di Coppa Italia: Fiorentina-Roma 0-1 (dopo tempi supplementari)

    STAGIONE 2013-14
    1 febbraio 2014: 22ª di campionato: Cagliari-Fiorentina 1-0
    4 febbraio 2014: Semifinale di Coppa Italia: Udinese-Fiorentina 2-1