3 su 3 al Franchi. Lo stadio viola torna fortino. Ora la riprova esterna, a San Siro

11



Per la Fiorentina 3 vittorie su altrettante gare in casa. Ora la riprova esterna a San Siro contro l’Inter

Non c’è due senza tre. Ed anche la terza vittoria interna è arrivata dopo quelle contro Chievo e Udinese. La Spal è la terza avversaria a capitolare al Franchi. 9 punti ottenuti in casa dei 9 disponibili. Ottima partenza per la Fiorentina. Che tuttavia, è bene ricordarlo, contro le medesime squadre, in casa, aveva ottenuto l’anno scorso 7 punti. Ma nel lungo percorso 2017-18, è anche vero che proprio contro le piccole, o anche retrocesse, i viola avevano lasciato per strada punti sanguinosi. Come contro l’Hellas, o contro la Spal stessa. E se è vero che l’asticella quest’anno doveva alzarsi, è altrettanto vero che per farlo la Fiorentina non può fallire le gare casalinghe contro squadre sulla carta inferiori. E così, fin qui, è stato.

Il Franchi torna bolgia e 12° uomo, con i quasi 28 mila spettatori di media che hanno varcato i tornelli a Campo Di Marte nelle prime tre gare stagionali. Come sottolineato anche dallo stesso Pioli: ‘lo stadio stasera mi ha ricordato quello in cui giocavo io anni fa, ed era un’arma in più per noi’. E torna, dunque, fortino. Almeno per adesso. Qualcuno al detto aggiunge anche un ‘e la quarta vien da sé’. E sarebbe importantissimo centrare anche la quarta vittoria su quattro interna perché dopo la gara di martedì contro l’Inter a Firenze arriverà l’Atalanta, teoricamente avversaria diretta per la qualificazione in Europa dei viola.

Tre gare interne in cui la Fiorentina, per altro, ha subito praticamente niente. 1 solo gol, segnato da Tomovic a risultato già acquisito contro il Chievo, ma soprattutto senza che Dragowski e Lafont dovessero quasi sporcarsi i guanti. 5 tiri totali della Spal, 5 del Chievo, e 4 dell’Udinese. 14 tiri totali subiti in 3 gare interne, di cui solamente 6 nello specchio. Vero e proprio bunker, dunque, la difesa gigliata tra le mura amiche.

Ora la riprova esterna. A San Siro, contro l’Inter. Test tutt’altro che facile sulla carta per la Fiorentina. Ma con un acuto esterno che ancora non è arrivato. Ed era anche difficile da trovare visto che di fronte i viola si sono trovati Sampdoria e Napoli. L’anno scorso, in queste due trasferte, arrivò 1 punto, lo stesso di quest’anno. Ma con qualche rammarico in più rispetto alla passata stagione viste le occasioni sprecate a Marassi ed il buon primo tempo del San Paolo. Con l’Inter, invece, fu 3-0 per i nerazzurri, alla prima di campionato, quando il percorso di quella viola era appena cominciato. Quindi, non può che migliorare, o quanto meno restare lo stesso, il raffronto con la passata annata. Che per molti non conterà poi tanto, visto che fin qui si sono giocate solamente 5 giornate di campionato. Ma che invece potrebbe contare e molto. Perché nello scorso campionato l’Europa non arrivò per un soffio. E nel 17-18 la Fiorentina ottenne praticamente gli stessi punti tra gare casalinghe ed esterne.

E al di là dei numeri, è anche ciò che vuole Pioli. ‘Giocare lo stesso calcio che la Fiorentina gioca al Franchi anche in trasferta’. Fin qui lo ha fatto solo parzialmente a Genova, e molto meno a Napoli. Contro l’Inter, ora, l’altra riprova. Quella del gioco. Perché è non è fondamentale come può essere il risultato, ma è molto importante per capire il percorso di crescita di questo gruppo e le prospettive future che può avere questa Fiorentina.

11
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Viterboviola
Tifoso
Viterboviola

Troppi trionfalismi. In casa abbiamo battuto una squadra che lotterà per non retrocedere, e due che al massimo saranno di mezza classifica. Dice bene king arthur, probabilmnete le avremmo battute anche quando eravamo più scarsi. Fuori casa abbiamo giocato con la Samp, più assestata ma non irresistibile, e infatti abbiamo pareggiato rischiando di vincere., e con il Napoli, top team di prima fascia con il quale con un po’ di fortuna potevamo anche strappare uno 0 a 0, seppur immeritato. Quindi, tutto è da verificare, e lo faremo fuori casa con l’Inter, squadra balzana ma che sta recuperando una propria… Leggi altro »

Viola Carminio
Ospite
Viola Carminio

Bla bla bla… quest’anno la Fiorentina è molto più forte dell’anno scorso, fra un mese arriveremo ai livelli della Lazio, che ha un centravanti fortissimo… La difesa non è paragonabile, siamo un bunker di cemento armato, il Napoli e la Samp non hanno dominato….. il centrocampo e parte dell’attacco sono nuovi…siamo a due punti dal Napoli, che è l’antijuve, Anche le altre hanno trovato squadrette… L’Inter sarà in difficoltà con noi… e vedremo come andrà a finire..

king arthur
Ospite
king arthur

Due settimane fa lessi lo stesso articolo” due su due al Franchi, 7 goals fatt e uno subito,, s’aspetta conferma a Napoli e a Genova” E regolarmente in due partite s’e’ fatto un solo punto.Dissi che i punti in casa si son fatti contro squadre che di solito si battono, anche quando eravamo piu’ scarsi.Ora abbiamo battuto la SPAL che e’ un’altra squadra che lottera’ per non retrocedere.Vediamo cosa succedera’ a Milano, se non si perde siamo sulla buona strada, se si torna senza punti siamo alle solite degl’anni passati.

iome
Ospite
iome

Daretta a me: DATTI ALL’IPPICA! perché nel calcio un tu ci capisci una beata mazza!

PolemicoViola
Ospite
PolemicoViola

Come era per il Napoli, è contro squadre come questa che mi interessa che la Viola faccia buone prestazioni. Non per forza punti, ma buone prestazioni si. Invece, come succedeva anche l’anno scorso, quando incontriamo formazioni già di livello medio-alto partiamo col freno tirato, sia nelle gambe che nella testa. Partiamo senza spavalderia, timorosi, e facciamo errori banali che, invece, nei match con squadre abbordabili non si vedono. E questo non perché squadre deboli ti permettano di non farne, ma proprio ‘a prescindere’. E’ questione di testa. Purtroppo dipende molto da Pioli, il quale in certi stadi e contro certi… Leggi altro »

gangia81
Ospite
gangia81

Ma che cavolo dici? Storicamente noi si perde punti con le “piccole”. Si vede che te la Fiorentina la segui guardando il vetro del forno a microonde invece che la tv. Lo stadio non sai nemmeno dove sia!

O' stregone
Ospite
O' stregone

Non bisogna esagerare. La Fiorentina ha vinto con squadre che, presto, lotteranno per non retrocedere.

Giovanni
Ospite
Giovanni

Doveva almeno pareggiare contro di voi (non avete fatto niente per vincere, solo un’occasione casuale per il nano e gol)…
Come dovevano essere 3 punti a Genova

O' stregone
Ospite
O' stregone

Appunto, dovevano essere tre punti a Genova, ma la squadra e l’allenatore, come del resto la società, sono mediocri.

Giovanni
Ospite
Giovanni

Smettila di dire sciocchezze

gangia81
Ospite
gangia81

Vieni ciccio! Senza Maurizione di Figline vu fate recere come pochi! Se ne riparla tra tre mesi!

Articolo precedenteLa dinastia dei Chiesa. Da Enrico a Federico, e tra qualche anno toccherà a Lorenzo
Articolo successivoViola in prestito, Zekhnini segna nella vittoria del Twente sul Telstar (VIDEO)
CONDIVIDI