40 punti..6 vittorie in trasferta dopo 20 giornate: la più forte Viola dell’era DV

    0



    catania-fiorentinaOgni domenica che passa, Montella e la sua Fiorentina aggiungono un tassello al proprio lavoro. Raggiungono traguardi e record. Battendo anche se stessi e dimostrando, dopo la 20ª giornata di questo campionato, di essere la miglior Fiorentina dell’epoca Della Valle. 40 punti fatti (come quella della stagione 2005-06, la squadra più prolifica dell’epoca-Prandelli), 37 gol segnati (1 in più rispetto all’anno in cui Toni segnò 19 gol nelle prime 20 partite – sempre il 2005-06 – concludendo la stagione con 31 marcature in 38 gare), 20 subiti (2 in meno rispetto a quella Viola di Prandelli). In sintesi una macchina da gol in casa e in trasferta, con un motore pressoché perfetto che ormai non s’ingrippa quasi più. Che non perde un colpo. Una squadra, quella di quest’anno, che non dimostra mai fretta, ma pazienza e consapevolezza della propria forza. Dei propri mezzi. La calma con la quale la Fiorentina di Montella gestisce ogni partita su ogni campo (talvolta pure non vincendo, ma l’atteggiamento resta quello) è fuori dal normale. È quasi sconvolgente. Non si fa mai prendere dalla foga, e mette in campo una personalità ormai da vincente. (Quasi) da grande.

    E stupisce in particolar modo in trasferta (o meglio stupiva… perché usare il passato è d’obbligo vista l’attuale continuità di risultati e prestazioni): basti pensare che, solamente in campionato, i gigliati hanno già portato a casa 6 vittorie su 11 partite giocate lontano dal Franchi. Ovvero 18 punti su 33 disponibili. Mica roba da poco… Se poi, essendo pignoli, vogliamo aggiungerci anche le partite giocare in Europa League, le vittorie fuori casa diventano 9 su 15 partite disputate… ecco che ci troviamo davanti ad un vero e proprio capolavoro. Una squadra che ormai non ha più limiti e che fa divertire, oltre agli spettatori, qualunque elemento entri a far parte della rosa. L’esempio calzante di quanto detto è Matri che, pronti via, inserito in squadra di corsa senza neanche aver effettuato troppe sedute di allenamento coi compagni, si è integrato alla perfezione fornendo un assist e segnando due gol in 45 minuti (e diventando il 12° marcatore viola in questo campionato, il 15° stagionale). Ma ancora non è finita qui… Perché il tecnico napoletano, che ha un asso nella manica pronto a calar giù che si chiama Mario Gomez, ha intenzione di stupire ancora. Intanto il 3° posto è lì, a 3 punti.

    LE FIORENTINE PIÙ FORTI DELL’EPOCA DELLA VALLE… LA CLASSIFICA
    1ª Fiorentina 2013-14: 40 punti fatti, 37 gol fatti, 20 subiti, 6 vittorie in trasferta, Rossi cannoniere (14 gol);
    2ª Fiorentina 2005-06: 40 punti fatti, 36 gol fatti, 22 subiti, 3 vittorie in trasferta, Toni cannoniere (19 gol);
    3ª Fiorentina 2007-08: 37 punti fatti, 32 gol fatti, 18 subiti, 5 vittorie in trasferta, Mutu cannoniere (13 gol);
    4ª Fiorentina 2012-13: 35 punti fatti, 37 gol fatti, 24 subiti, 3 vittorie in trasferta, Jovetic cannoniere (8 gol);
    5ª Fiorentina 2006-07: 34 punti fatti, 31 gol fatti, 20 subiti, 4 vittorie in trasferta, Mutu e Toni cann. (10 gol).

    Commenta la notizia

    avatar
    Articolo precedenteMontella: Alla fine mi tocca giocare.. 18a vittoria su 35 gare
    Articolo successivoPAGELLE A CONFRONTO: Matri perfetto, Mati e Pizarro…
    CONDIVIDI