4/11, ACCADDE OGGI: Tre sconfitte ma anche due recenti goleade

    0



    Luca Toni4 novembre 1928: la Fiorentina perde la sua prima partita a tavolino per 2 a 0. Era la sesta giornata del Campionato di Assestamento e la squadra Viola doveva disputare la seconda gara in campo neutro per la squalifica di due giornate del campo sportivo di Firenze, a causa di incidenti dopo la gara interna contro il Genoa di qualche settimana prima. La Fiorentina decise però di disertare la partita contro il Venezia, da disputare a Piacenza, e fu così che venne decisa la sconfitta a tavolino. Dato che in quel campionato la Fiorentina rimediava quasi sempre sonore sconfitte, una volta tanto ne subì una con un punteggio…onorevole!

    Il 4 novembre del 2000 la squadra Viola fu sconfitta in casa dal Perugia in una gara ricca di gol: il risultato finale fu di 4 a 3 a favore dei grifoni, con la Fiorentina di Terim bella ma sprovveduta. Di Livio portò in vantaggio i Viola, ma Vryzas e Saudati su rigore ribaltarono il risultato nel giro di pochi minuti. Allo scadere fu Leandro a riequilibrare le sorti del match. Nella ripresa una difesa Viola alquanto “allegra” si fece infilare due volte ancora da Vryzas. Un’altra rete di Leandro e gli attacchi disperati dei Viola nel finale non furono sufficienti per strappare il pareggio.

    Esattamente un anno dopo, nello scorso campionato, andava in scena un altro atto del doloroso cammino dei Viola verso il baratro della retrocessione: quella domenica toccò al Bologna superare i Viola che, con Ganz e Vanoli, erano anche riusciti per due volte a pareggiare le reti di Fresi. Purtroppo Zauli segnò la rete del definitivo 3 a 2.

    Venendo all’Era Della Valle, il 4 novembre la Fiorentina vinse con un roboante 5-2 in casa contro il Debreceni nel girone di Champions League. Vantaggio viola con Adrian Mutu, pareggio ospite con Rudolf, che tra andata e ritorno mise a segno due gol d’autore. Nella ripresa, poi, altri tre gol gigliati con Dainelli, Montolivo e Gilardino, prima della rete di Coulibaly del Debreceni e del 5-2 finale firmato da Gilardino.

    Il 4 novembre 2012 fu 4-1 al Cagliari. Primo tempo con la rete di Gonzalo Rodriguez da angolo di Borja Valero e pareggio con Casarini su deviazione decisiva. Nella ripresa, poi, ecco lo show viola, Jovetic, Toni e Cuadrado (bel pallonetto per il primo gol in maglia gigliata) a firmare il poker finale sulla squadra di Pulga-Lopez.