52 punti come dodici mesi fa. Terza miglior difesa, attacco: 1 gol nelle ultime 4 gare

    0



    eder savic sampdoriaIl 30 marzo, nel 2011, è pure la data del principale trofeo conquistato dalla Fiorentina durante l’era Della Valle, anche se appartiene al settore giovanile, nell’ attesa che possa arrivarne presto uno dalla prima squadra. Si tratta della coppa Italia Primavera vinta quel giorno a Roma, stadio Olimpico, con un 3-1 sui giallorossi.
    E anche la data, nel campionato 51/52, di un’altra trasferta sul campo della Sampdoria, finita con un pareggio per 1-1. E un pareggio, ma per 0-0, è arrivato anche questa volta. Un punto per una Fiorentina con tante assenze, serve a fare mantenere alla squadra lo stesso quarto posto e gli stessi 52 punti dello scorso campionato. Comunque lontanissimi dai 60 fatti nel 2005/06.
    E l’attacco viola non segna quasi più.
    Solo un gol realizzato, quello di Joaquin nell’1-0 a Napoli, nelle ultime quattro partite, compresa la gara di ritorno contro la Juventus, in Europa League. Ma a Genova una spettacolare traversa colpita su punizione da Vargas ha impedito il gol. In compenso tiene la difesa, che con 33 gol subiti, è la terza migliore dal ritorno in serie A. Meno gol, dopo le stesse trentuno giornate, li aveva incassati nel 2006/07 (28) e nel 2007/08 (32). Per Aquilani è stata la partita numero 50 in A in viola, con 11 gol realizzati, fra cui una tripletta, suo record personale, nel 3-3 con il Genoa al «Franchi».