7 tiri, 6 nello specchio, 3 gol. Media da urlo per Benassi. E’ anche il viola che corre di più

5



Marco Benassi ha iniziato la stagione con tre gol in 2 gare trascinando la Fiorentina. Qualità e quantità, visto che è quello che ha percorso il maggior numero di km dei viola di media

Un inizio così non se lo aspettava nessuno. O quasi. Marco Benassi, oltre ad aver portato in dote 6 punti con i suoi 3 gol nelle prime due gare di campionato, si è preso la Fiorentina sulle spalle ed anche la casacca della nazionale convincendo Roberto Mancini a dargli una chance con l’Italia. Non se lo aspettava nessuno, o quasi, appunto. Perché fin dalle prime uscite amichevoli estive si era intuito che nelle idee tattiche di Stefano Pioli ci fosse la volontà di sfruttare al meglio le sue caratteristiche di inserimento che da sempre ha nel suo bagaglio tecnico, ma soprattutto tattico.

Dopo il qui pro quo dell’inizio di stagione scorso, quando col 4-2-3-1 con cui era stata pensata quella Fiorentina lo stesso Pioli ci aveva capito poco sul ruolo dello stesso ex Toro, la virata tattica messa in atto in questa prima parte di stagione ha dato i frutti sperati. Il 4-3-3 è infatti da sempre il modulo che meglio si addice alle qualità di Benassi. Che infatti, anche a Torino, da quando con Mihajlovic si era ritrovato a dover giocare nel 4-2-3-1, poi è lentamente uscito dai radar granata per finire ai margini. Inserimento, capacità di attaccare la profondità, e doti da goleador che sta mettendo in luce il numero 24 viola con numeri da sballo. 7 tiri, di cui 6 nello specchio, e 3 reti. In pratica con quasi il 50% di media di realizzazione.

E se è vero che è presto per analizzare i dati, visto che fin qui la Fiorentina ha messo insieme 180’ più recuperi vari, è altresì vero che il tutto non è certo frutto del caso. Lavoro tattico, pensato e programmato in estate, e fiducia. Estrema, che Pioli ha riposto in Benassi. Così come Pantaleo Corvino stesso, visto che i 10 milioni spesi per prenderlo dal Torino sono nella top ten degli acquisti operati nella gestione Della Valle. Ed ai piedi del podio degli acquisti più cari dell’attuale dg viola, dietro solo a Simeone, Gilardino e Vargas, ed al pari di Toni.

In pochi se lo aspettavano, come detto, ma non proprio nessuno. Pioli, infatti, ci ha scommesso su di lui e su questa idea tattica. Benassi ha solamente riscoperto le sue vecchie qualità, approfittando di un momento di grazia che difficilmente, con estrema probabilità, lo terrà ancora in cima alla classifica cannonieri da qui a fine stagione, ma con la consapevolezza allo stesso tempo che di occasioni per buttarla dentro ne avrà ancora molte. Altre reti se le attende Pioli, se le attende Benassi, se le attende la Fiorentina tutta. A lui il compito di trovare continuità, quella che gli è mancata lo scorso anno, dove comunque i gol furono 5. E con un altro compito: sopperire a quei gol in meno che per forza di cose potrà garantire Veretout, visto che il francese agirà da perno basso con minor licenza, dunque, di spingere e di inserirsi. Anche se dei 10 gol segnati da Veretout stesso, 6 sono arrivate da calcio da fermo (rigori e punizioni).

Qualità e quantità. Perché Benassi non è solo il bomber, per il momento, della Fiorentina. Ma è anche il calciatore viola che ha percorso il maggior numero di km di media. Anche è presto per l’analisi dei dati, ma qualcosa lo si intuisce subito. Dovrà garantire sia corsa e dinamismo in fase offensiva, che copertura in fase difensiva. Oltre che pressing alto, altro mantra della Fiorentina 18-19 pensato da Pioli. Per ora sono 11.3 i km di media percorsi, record tra i viola per un totale già di oltre 22 km percorsi. Marco ‘corri, e segna’. L’idea è semplice, ma per attuarla c’è voluto tutto un lavoro dietro. Meriti, dunque, da spartire a metà. Con una piccola percentuale da attribuire anche al Cholito, che con i suoi movimenti porta via i difensori avversari creando spazi. E per gli assist, chiedere a Chiesa. Quella giocata che ha mandato in porta l’ex Toro è semplicemente da applausi.

5
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
california viola (antitrump)
Ospite
california viola (antitrump)

Scusate (e perdonate l’ignoranza), non c’entra niente con la notizia, ma chi e’ il terzo portiere?

IlMilanese
Tifoso
il milanese

Ghidotti.

Senzapaura
Tifoso
senzapaura

Cerofolini?

california viola (antitrump)
Ospite
california viola (antitrump)

Non era andato al Cosenza? Mi sbaglio?

Porsenna
Ospite
Porsenna

Guidotti portiere della primavera che sostituiva Cerofolini l’anno scorso

Articolo precedenteLakti convocato dall’Albania U-19 per due amichevoli con l’Islanda
Articolo successivoMaxi Olivera in Messico: c’è tempo fino a domani notte
CONDIVIDI