9 sconfitte in 27 partite. Ora serve ‘davvero’ una mano dal mercato




    Roncaglia Tomovic milanNon ha funzionato nemmeno l’amuleto San Siro, dove la Fiorentina negli ultimi anni, contro il Milan, aveva imparato a vincere con continuità, scrive Il Corriere dello Sport – Stadio. Nulla. Non un gol, che in campionato fin qui era stata una costante, anche in caso di sconfitta. Solo possesso palla e tiri, 14, di cui solo uno ha centrato lo specchio della porta del Milan.  
    Anche i numeri, adesso, raccontano le difficoltà dei viola: nelle ultime quattro trasferte giocate è arrivata solo una vittoria, a Palermo, e quella di ieri sera è la seconda sconfitta consecutiva, dopo quella subita contro la Lazio al Franchi.

    Il tecnico portoghese non ci gira intorno. I numeri li conosce benissimo anche lui. Sesto stop in campionato, che sommato all’eliminazione in Coppa Italia costruito dal Carpi e ai due ko in Europa League fanno 9 sconfitte su 27 partite giocate complessivamente fin qui dalla squadra viola. La Fiorentina ha bisogno di una mano, soprattutto dal mercato: serve un’accelerata, la posta in gioco è troppo alta. Sì, perché pure domenica prossima contro il Torino, nel lunch game, se da una parte rientrerà Gonzalo Rodriguez, al tecnico portoghese mancheranno Badelj (infortunato), Vecino (squalificato) e pure Marcos Alonso, le cui condizioni (caviglia) verranno valutate nelle prossime ore, rischia di non farcela.

    Commenta la notizia

    avatar
    Articolo precedenteMacchina da guerra in riserva fissa.. e senza nuove idee
    Articolo successivoTello ad un passo: serve il sì del Porto. E Carrillo…
    CONDIVIDI