A Crotone la Fiorentina sorride ma il piazzamento europeo è ancora lontano

8



La Fiorentina vince alla fine, come successo contro il Cagliari. Il cecchino è ancora Nikola Kalinic, che aveva piegato i sardi di testa nel recupero e a Crotone lo fa proprio al 90’ con un pallonetto, sfruttando alla perfezione l’imbucata di Saponara. Nei panni della Fiorentina è difficile essere soddisfatti sino in fondo. I pochi tifosi arrivati sino in Calabria espongono striscioni ironici sui Della Valle, la squadra gioca a un ritmo basso che non autorizza grosse speranze per il futuro e la classifica resta complicata. Così riporta questa mattina il Corriere della Sera in edicola.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
geronimo
Ospite

Ormai s’ è perso i’ treno, pur facendo piuttosto schifo in questa stagione, se si pensa ai punti buttati via per nulla saremo in corsa per l’UEFA. 48punti + 2 del napoli (bastava buttare in tribuna quella palla invece di cincischiare davanti all’area a 25″ dalla fine. + 2 col genoa (pazzeschi dopo essere tornati in vantaggio) + 2 col Toro = 54 salvo altri punti persi a Bichero per pareggiarli con quelli vinti o pareggiati x C….. basterebbe fare le cose benino e tirar fuori un soldino se ce nè bisogno al momento opportuno ma DV sordi sono… capito mi avete?

Oginoknaus
Ospite

Intanto sorridiamo, per piangere c’è sempre tempo.

PiElle, Fi
Ospite

non facciamoci illusioni: è praticamente impossibile arrivare sesti (dovrebbero “franare” due squadre davanti, e la Fiore fare tutto giusto), figuriamoci quinti (ne dovrebbero franare tre)
se arrivassimo sesti, forse ha ragione Ziz…
l’ultima volta che siamo restati fuori dall’EL, l’anno dopo abbiamo fatto un bel campionato!

Walter
Ospite

Rispondo anche a Ziz,
Io non sottovaluterei per niente le nostre partecipazioni all’E.L.
Non è vero che nel girone ci sono soltanto squadrette. Noi, tanto per dirne una, Kalinic lo abbiamo trovato in una squadra incontrata nel girone. Vado a memoria, ma se non mi sbaglio siamo stati eliminati da queste 4 squadre Juventus, Tottenham, Siviglia e Borussia Monchengladbach. Tutte squadre che normalmente fanno la Champion’s. Diciamo che non siamo stati molto fortunati nei sorteggi, ma meglio partecipare a questi tornei che stare a casa.
Non possiamo snobbare l’E.L., anche perché se invece di essere ottavi fossimo quarti, non ci sarebbe stata tutta la contestazione di questo periodo.
Forza Viola!!!!!!!!!!!!

Ziz
Ospite

Non sputatemi addosso ma ne vale davvero la pena?
Preparazione estiva sbalestrata, ritiro anticipato con sicuramente grossi buchi nell’organico per la Europa League, ossia un girone con squadre mai sentite, che da noi giocherebbero in eccellenza con cui si fatica a morte e poi alla prima vera squadra europea se ne prende 6 tra andata e ritorno..
Io mi impegnerei fino a un certo punto! Meglio puntare a fare un bel prossimo campionato e magari coppa italia!

Domenico, Roma
Ospite
È esattamente quello che penso anch’io. Specie arrivando sesti (il massimo che si potrebbe fare in questo campionato) si sarebbe costretti a giocare il preliminare già a luglio deformando tutti i tempi della preparazione, col risultato che – disponendo oltretutto di una rosa presumibilmente non assortita e competitiva per sostenere il doppio impegno settimanale – già da gennaio/febbraio 2018 ci ritroveremmo annaspanti e con la lingua di fuori in campionato e di sicuro non in lotta per il 4° posto (che, non dimentichiamolo, dalla prossima stagione garantirà la Champions League). Non a caso, le squadre di medio/alto cabotaggio che quest’anno ci precedono in classifica sono Milan, Lazio, Inter e Atalanta, che NON giocano le coppe! Giocare l’Europa League può anche andare bene, ma a patto di poter sostituire ogni volta 5 o 6 undicesimi della squadra, restando competitivi, e conservare così le energie; ma sappiamo bene che la ns. dirigenza… Leggi altro »
Kappa
Ospite

Quoto pienamente, fare l’EL per una squadra che non ha una rosa in grado di sostenerla è uno sforzo allucinante: giocare 3 volte a settimana di cui una partita a Firenze, 2 o 3 giorni dopo i giocatori devono partire per giocare in posti tipo Russia o chissà dove sottoposti ad uno stress psicofisico discreto, per poi tornare in Italia e ripartire per una trasferta in campionato… e magari in queste 3 partite qualcuno se le gioca tutte (Borja Valero pochi anni fa, ad esempio) per 90′! Normale che a metà stagione, se non prima, si sia nelle barbe… discorso diverso se in queste 3 partite ognuno avesse garanzia di non giocarne più di 2 da titolare, ma in tal caso saresti a competere per vincerla l’EL, noi così ci partecipiamo e basta…

Saimonpp
Ospite

Difficile non darti ragione, il problema è che una squadra che non partecipa alla Champion’s League è già poco appetibile figurati che non è neanche in EL. Sarà molto difficile rinforzare la squadra con giocatori validi a meno che non si decida di puntare sui giovani .

wpDiscuz
Articolo precedenteMoviola Crotone-Fiorentina: dubbi sul contatto tra Falcinelli e Tatarusanu
Articolo successivoQuanta sfortuna per Ilicic: ha preso il sesto palo della stagione
CONDIVIDI