Abete: “A marzo incontro con Prandelli per futuro. Fiorentina? Bene, ma Roma e Juve..”

    0



    Abete e MencucciIl presidente della FIGC Giancarlo Abete ha parlato a Sky Sport facendo un bilancio del 2013 italiano con vista anche sul futuro: “Abbiamo acquisito il diritto di partecipare al Mondiale in anticipo e abbiamo trasferito un’immagine positiva sul versante valoriale. Ricordo l’ultima presenza a Quarto per la lotta alla camorra. Speriamo di essere protagonisti in Brasile per i Mondiali. Sarà un impegno che prepareremo al meglio. Abbiamo degli ottimi giocatori. Non sono valutati tra i migliori dei ranking mondiali, ma abbiamo giocatori molto forti. Lavoreremo sul gruppo. Il girone è difficile, ma soprattutto la parte alta del tabellone lo è. Una situazione non bilanciata tra le due parti del tabellone. Siamo al settimo posto del ranking e ce lo siamo conquistati con le partite ufficiali, ci hanno penalizzato le amichevoli. Post-Prandelli? E’ naturale che si facciano dei nomi per il post-Prandelli, ma questo non ci riguarda. Siamo impegnati con lui ed a marzo faremo il punto. Se Prandelli dovesse fare una scelta diversa sui suoi impegni per la necessità di tornare tutti i giorni sul campo allora ci penseremo. Speriamo che rimanga anche dopo il Mondiale. Ora è il tecnico della Nazionale, farà il Mondiale e d’intesa comunicheremo prima del Mondiale se continuerà alla guida della Nazionale. Giocare durante le feste come in Premier? Sì, è un esperimento che mi piace, è da valutare una possibilità di giocare anche per la A. Problema curve? Non sono le norme il vero problema, ma i comportamenti. Il comportamento dell’Italia è apprezzato dalla UEFA che ci ha assegnato la prossima conferenza per trattare dell’argomento. Campionato? Roma e Juventus corrono. Anche le buone prestazioni di Napoli, Fiorentina ed Inter sembrano lontane perché le prime due hanno corso tantissimo. Il campionato è apertissimo”.