Abodi: “No alibi, rifacciamo gli stadi. Si pensa poco a infrastrutture. Firenze e Roma…”

11



Sul tema dei nuovi stadi che servono in Italia parla anche Andrea Abodi, presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo

Si parla del tema stadi nuovi anche sul Corriere Dello Sport. Parla così il presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo Andrea Abodi: Perché in Italia è tutto così difficile per fare nuovi stadi?  “Perché si parte dai plastici e dai rendering invece che dai numeri, dall’ascolto del territorio, dalla concertazione con chi ha interessi nell’area. Su questi aspetti l’iniziativa del Credito Sportivo può intervenire fornendo un contributo decisivo. Meno sul fatto che all’estero in due anni inaugurano uno stadio e da noi se va benissimo ce ne vogliono tre o quattro per vedere arrivare la prima betoniera. Io credo però che la cosiddetta “legge stadi” di fine 2013, che in effetti riguarda tutte le infrastrutture sportive, con le modifiche del 2017 vada sfruttata a fondo. Forse potrà essere migliorata, ma intanto utilizziamola. Una batteria di stadi nuovi o riqualificati – e per gran parte parliamo di rinnovare l’esistente – permetterà anche di avere le carte in regola per meritare grandi avvenimenti internazionali, come l’Europeo 2028».

Dove ha sbagliato la Roma? “Se siano stati commessi errori nel corso dell’iter non so dirlo. Di certo noi ci siamo fermati un anno fa, in attesa che il cammino dello stadio venga scongelato. Spero che si abbiano presto novità, con l’auspicio che il percorso iniziato riprenda positivamente in una città che ha bisogno di sviluppo sostenibile e di riqualificazione urbana. Pure a Firenze, un’altra città in cui sulla questione è calato il silenzio. Il limbo è insopportabile, non prendere decisioni aspettando che la fiamma si spenga è un peccato mortale. Purtroppo mi sembra che la vicenda di Tor di Valle rientri in un panorama più ampio di difficoltà strutturale nella trasformazione della città. Mentre Milano ha preso un’inerzia internazionale e sta accumulando un vantaggio che sarà sempre più difficile colmare”. 

11
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
rickrick
Ospite
rickrick

questo a scuola lo interrogavano sempre :
ABodi

Maxx
Ospite
Maxx

https://www.lanazione.it/firenze/cronaca/david-sassoli-tifoso-fiorentina-1.4677010

Complimenti presidente.
🇪🇺🇪🇺🇪🇺🇪🇺🇪🇺
⚜️⚜️⚜️⚜️⚜️

max
Ospite
max

DOMENICI AVEVA FATTO BENE NIENTE PARCO DI CASTELLO tanto la nuova pista non te la faranno mai fare… Almeno si era puntato su NUOVO STADIO.. E PARCHIN..O ROTTAMATO !!!!!!!!!!! I FIORENTINI SONO COSTRETTI A SLOGGIARE PER COLPA FENICOTTERI E AIRONI… O RANE IMPORTATE CHISSA DA DOVE PUR DI BLOCCARE TUTTO… RISPUNTATO INCENERITORE PUR DI BLOCCARE TUTTO…. TANTO NON LO FARANNO MAI… DEVONO TENERE FIRENZE SULLA GRATICOLA…NON SI DEVE SVILUPPARE

max
Ospite
max

Quando purtroppo in ITALIA i POLITICI non interessa fare impianti nuovi e sono propensi a dare solo il via libera per IMPIATO SPORTIVO… MA VEDI SINISTRA RADICALE FIRENZE E COMUN…ISTA NON FARANNO MAI PARTIRE I LAVORI PER CONCEDERE LE SPECULAZIONI EDILIZIE… VECCHIA SINISTRA RADICALE CONTINUA A BLOCCARE SVILUPPO NUOVA PISTA VESPUCCI… FIGURIAMOCI se approva sulle SPECULAZIONI EDILIZIE. Meno male che ITER è stato favorito da legge altrimenti ci voleva 50 anni.. Come del resto la PISTA PERETOLA TUTT’ORA BLOCCATA… STRANO. C’erano i terreni UNIPOL ( ALLORA LIGRESTI DOMENICI aveva fatto saltare in MALEDETTO PARCHINO DEL CAXX..OOO Sono 100 anni che… Leggi altro »

PerseoViola
Tifoso
perseo_Viola

Saró esagerato, ma per me potrebbero buttare giu lo stadio e farlo nuovo – purtroppo è considerato monumento nazionale dall’istituto belle arti :/

Cuoreviola
Tifoso
cuoreviola

Ci sono tanti terreni che il comune potrebbe vendere a prezzi accessibili e farne uno nuovo. senza vincoli di aereoporti, mercati, case e parchi pubblici o reperti del 2000AC

fra diavolo
Ospite
fra diavolo

Milano ha sfruttato per il meglio consistenti investimenti immobiliari arabi su aree da recuperare ( ex fiera campionaria, zona portello) molto appetibili perche’ centrali e gia’ super servite. Di fatto ne’ e’ nato un nuovo quartiere dentro la citta’ esclusivo e moderno (dove comunque il progetto Milan di nuovo stadio non ha trovato attuazione). A Roma che urbanisticamente e’ stata continuamente violentata dai cosidetti palazzinari il nuovo stadio con i tanti palazzoni di contorno avrebbe dovuto sorgere in zona alluvionale del Tevere assolutamente al momento non servita ,solo perche’ i terreni erano di proprieta’ di Parnesi( attualmente indagato) uomo di… Leggi altro »

Fede
Ospite
Fede

Milano è una città che ha potuto espandersi verso S/E/W, terre di pianura senza nulla, e non ha praticamente niente di storico. A Firenze non c’è spazio (ad esclusione dei pochi ettari di calenzano), occupa una conca praticamente costruita, quasi tutta tra medioevo e rinascimento. Roma non ne parliamo, appena scavi mezzo metro c’è la sopraintendenza. E’ impossibile confrontare citta storiche con citta che di storico non hanno nulla. E penso sia un bene, perche con le brutture tirate su negli anni 60, se avessero deciso di tirare giu Roma o Firenze per costruire lo schifo di palazzoni che vediamo… Leggi altro »

Artemide Fiorentino
Ospite
Artemide Fiorentino

Perché in Italia è tutto così difficile per fare nuovi stadi?

forse perché in Italia abbiamo altre priorità e necessità….

Alessandro Imola
Ospite
Alessandro Imola

Il guaio è che in Italia non si fa nulla altro che “altre priorità”.

VIA I DV
Ospite
VIA I DV

Se fa una giratina a parlare col soprintendente ci fa un piacere

Articolo precedenteDa Genova: Praet, la Samp attende Fiorentina e Milan. Destino legato a Veretout
Articolo successivoEx viola: Marvin Compper riparte dal Duisburg. Lo Faso verso il Lecce a zero
CONDIVIDI