Sotto accusa anche il mercato di Corvino. Costi vs presenze, e ruoli quasi tutti cambiati

di La Nazione

84



E’ sotto accusa anche il mercato estivo di Corvino, che pochi vantaggi avrebbe aggiunto al gruppo di Paulo Sousa. Analizziamo costi, presenze e utilizzo dei giocatori arrivati durante una sessione gestita con lo scopo primario di far quadrare conti ampiamente dissestati, come ha ammesso lo stesso direttore dell’area tecnica dopo la chiusura delle trattative. Ecco, nome per nome, il bilancio numerico di ognuno con la valutazione dei ruoli di provenienza e l’utilizzo – quasi sempre alternativo – stabilito da Sousa.

Carlos Sanchez: prestito per 400mila euro con diritto di riscatto a 2,8 milioni. Ha giocato 31 gare (15 vittorie, 7 pareggi, 9 sconfitte). Ruolo prima e dopo: nell’Aston Villa e nella nazionale colombiana Sanchez ha giocato sempre come mediano, specializzandosi in compiti di marcatura sull’avversario più pericoloso; Sousa lo ha utilizzato solo all’inizio a centrocampo, adattandolo poi come difensore nella linea a 3 e addirittura – su entrambe le fasce – terzino super esterno nella linea a quattro.

Carlos Salcedo: prestito per 400mila euro con diritto di riscatto a 3 milioni. Per lui 17 presenze (7 vittorie, 6 pareggi, 4 sconfitte). Ruolo prima e dopo: nel Deportivo Guadalajara giocava difensore centrale, Sousa lo ha impiegato come centrodestra nella linea a 3 e poi come terzino (a destra e sinistra) nella difesa a quattro.

Sebastien De Maio: prestito gratuito con diritto di riscatto a 3 milioni. Per lui 7 presenze fra campionato, Europa League e coppa Italia (4 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta). Ruolo prima e dopo: difensore centrale.

Cristoforo: prestito per 400mila euro, obbligo di riscatto a 3,5 milioni. Per lui 20 presenze (11 vittorie, 5 sconfitte, 4 pareggi). Ruolo prima e dopo: nel Penarol e nel Siviglia ha sempre giocato da mediano, Sousa lo ha impiegato in tutti i ruoli del centrocampo, da trequartista e una volta anche come ala sinistra.

Maxi Olivera: prestito per 400mila euro, obbligo di riscatto a 4,4 milioni. Per lui 20 presenze (10 vittorie, 5 sconfitte, 5 pareggi). Ruolo prima e dopo: nel Montevideo Wanderers e nel Penarol giocava esterno sinistro arretrato o (più raramente) centrale difensivo: Sousa lo ha utilizzato a tuttafascia, modello Alonso.

Hrvoje Milic: acquisto per 600mila euro. Per lui 14 presenze (7 vittorie, 4 sconfitte, 4 pareggi). Ruolo prima e dopo: nell’Hajduk Spalato giocava esterno arretrato nella difesa a quattro, Sousa lo ha utilizzato più completamente sulla fascia e (una volta a Genova) anche come ala sinistra.

Altri arrivi: il portiere Bartlomiej Dragowski non ha mai giocato (2,8 milioni pagati per il cartellino); Kevin Diks (pagato anche lui 2,8 milioni) ha giocato 5 minuti ed è tornato in prestito al Vitesse ed è stato inserito nella Top11 del campionato olendese; Hernan Toledo (prestito) non ha mai giocato ed è stato girato al Lanus. Chissà cosa potrà diventare, a Firenze proprio non c’è stato modo di capirlo.

84
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
tommi
Ospite
tommi

Ma i 5 M per Olivera?… fossi chi li deve pagare mi girerebbero

Alfredo
Ospite
Alfredo

Vorrei solo ricordare, a chi ha la memoria un pò corta, alcuni degli acquisti della prima gestione Corvino:

Bolatti 3,5 milioni
Lazzari 3,0 milioni
D’Agostino 4,5 milioni
Felipe 9,0 milioni
Van Den Borre 4,5 milioni
Savio 6,2 milioni
Da Costa 4,5 milioni
Gulan 2,5 milioni
Cacia 4,0 milioni
Mazuch 3,6 milioni

Per un totale speso (nei suoi precedenti 7 anni) di circa 230 milioni di Euro contro un incasso totale di circa 125

Penso che non ci sia altro da dire……..

simone
Ospite
simone

Grandissimo Post!!!! I miei complimenti.
E credo che ti sia dimenticato anche di Bolatti, Hable, El tanke Silva e di tanti tantissimi altri…

Alfredo
Ospite
Alfredo

Grazie Simone di avermi ricordato El tanke Silva pagato circa 2,0 milioni mentre Hable, se non ricordo male, rientrava nel “pacco” Mazuch.
Il sig. Corvino dopo Firenze ha lavorato solo a Bologna da dove è stato cacciato dopo pochi mesi.
I 4 anni di Pradè (che non sono stati certo esaltanti) hanno prodotto, con un saldo positivo complessivo di circa 8,00 milioni di euro, l’acquisto di giocatori che costituiscono ancora oggi l’ossatura della squadra (Valero, Rodriguez, Badelj, Vecino, Astori, Kalinic).

pratociri
Ospite
pratociri

Perché sotto accusa il mercato di Corvino? Non capisco, a me pare abbia portato a Firenze dei grossi Campioni, Milic su tutti.

Paolo
Ospite
Paolo

Tutti ad aspettare lo Sceicco che renda grande la fiorentina e pronti a cacciare i Della Valle, che comunque un po’ di continuita’ di presenze in Europa League la hanno data. La dimensione di una piazza come Firenze e’ nei primi 5/6 posti, non dimenticando che esistono anche squadre come Juventus, Milan, Inter e Roma..nel campionato. Purtroppo se poi un’ allenatore ci mette anche del suo a far casino e confusione nelle scelte siamo a posto..: giocatori richiesti per coprire ruoli (anche se non fenomeni) mai utilizzati, prima prova e poi lamentati! Sanchez da Fenomeno in mediana a brocco come… Leggi altro »

Grulloparlante
Tifoso
Grulloparlante

Ma un portiere non lo si compra?

MaurizioBG
Member
MaurizioBG

E’ tutto l’anno che serve un terzino destro e vengono adattati cani e porci…ma provalo sto Diks e basta! Lezzerini fatto giocare al posto di Dragowsky è un’altra barzelletta assoluta…

Questo allenatore ha tolto entusiasmo e remato contro fin da Febbraio 2016, se Corvino comprava il papu Gomez sousa lo avrebbe fatto rendere come Tello…
Nemmeno Ronaldo e Messi avrebbero cambiato la stagione e non boccerei tutti i nuovi acquisti a prescindere!

Bargan
Ospite
Bargan

Ha pure finto di tirarsela prima di tornare. Non avesse giornalisti/e amici farebbe il titolare di trattoria, a giusto titolo.

Vanderone
Tifoso
Vander

Diciamola tutta la verità i rinforzi di Corvino no sono dei campioni ma il Presuntuoso di Sousa non ha fatto nulla per capire che giocatori abbiamo acquistato ansi la maggior parte delle volte sono stati messi fuori ruolo e ridicolizzati senza parlare di quelli mai visti in campo.
Zarate-Dicks-Toledo-Salcedo-Cristoforo ecc.
Quanto detto è documentato basta aver visto le partite.
Senza considerare le genialate fatte a Genova con Genoa e a Milano con Inter.

Gasgas
Ospite
Gasgas

Oh finalmente! Si inizia a scrivere qualcosa sul DS!!! Miracolo!!! Penso che anche i suoi ammiratori che ci deliziano con frasi “non aveva soldi”, siano serviti. Questo signore è il primo da cacciare, finora ha subito lievi critiche perché gode di amicizie fra i giornalai fiorentini. Il suo curriculum parla chiaro, un collezionista di pippe come lui non esiste. Il suo ritorno non poteva che presagire di ritrovarci dove siamo e il futuro sarà ancora peggio. Che credibilità può avere una società che si affida a questo signore? 9 milioni di obbligo per Oliveira e Cristoforo, da licenziamento immediato. E… Leggi altro »

giuliano
Ospite
giuliano

premesso che su corvino ognuno ha giustamente le proprie opinioni, voglio in questo mio post concentrarmi sull’aspetto del motivo per cui è stato riportato a firenze. ripeto questa volta sulle sue capacità o meno come direttore non mi esprimerò. ma per come la vedo io, in realtà la fiorentina non aveva bisogno ne di un nuovo allenatore perchè montella lo reputo un grande allenatore,ne tantomeno di un nuovo direttore. la coppia pradè macia a mio avviso era assortita benissimo, e ha portato calciatori veramente molto buoni, ma se poi la proprietà improvvisamente decide di non investire più, se poi abbiamo… Leggi altro »

Articolo precedenteSousa: dai selfie alle offese. Sogno Sarri, pista Giampaolo. Choc Ranieri
Articolo successivoBerna ci prova. Saponara squalificato, torna Vecino. Ilicic e Sanchez ok per Bergamo
CONDIVIDI
((__lxGc__=window.__lxGc__||{'s':{},'b':0})['s']['_217003']=__lxGc__['s']['_217003']||{'b':{}})['b']['_643015']={'i':__lxGc__.b++};