ACF, domattina incontro su sport e social media

2



Diritti tv

Emozioni e passione muovono milioni di fan, che in un’istante attraverso un semplice smartphone possono vivere e condividere i propri interessi. Sport, spettacolo e vita quotidiana, attualità e gossip: tutto scorre praticamente in diretta. Un flusso costante che passa dalla carta stampata ai media digitali, dalla televisione ai social network. Una mole di informazioni sulla quale la Fiorentina, insieme a importanti realtà di vari settori, farà il punto con un convegno fissato per il 7 febbraio a partire dalle 11.00.

Analizzare la quotidianità che cambia, così come cambiano le abitudini, il modo e il tempo di fruire delle notizie, siano esse scritte, cinguettate, postate o raccontate sotto forma di ‘stories’: questo uno degli elementi da cui partire con testimonianze dirette provenienti dall’ambito sportivo, dei maggiori club professionistici, quello giornalistico, dell’entertainment o del mondo dei blog. Analisi e valutazione dei media, dei canali web e social, con i relatori del worskhop che porteranno la propria esperienza e le proprie ‘case history’.

È il tempo dei ‘social’ che sono fonte e mezzo di comunicazione, usati da tutti: dalle aziende allo sportivo, dal tifoso al giornalista. Così sarà lo stesso convegno ad essere occasione di confronto all’interno delle mura dello stadio, ma contemporaneamente le valicherà grazie proprio ai social network, venendo trasmesso in streaming e con un flusso continuo di aggiornamenti. Un programma fitto con relatori provenienti dal mondo dell’informazione e dell’entertainment per discutere (e vivere) il ‘tempo dei social’. A riportarlo è il sito ufficiale viola.

2
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
si ruzza
Ospite
si ruzza

Lavorare mai eh? Certo, vuoi mettere un bel convegno …

Giacomo
Ospite
Giacomo

vengo anch’io

Articolo precedenteMalusci: “Domenica Chiesa superlativo. Ok Hugo-Milenkovic, ma i titolari…”
Articolo successivo“Calcio e Finanza” su nuova ripartizione diritti tv: quanto spetterebbe alla Fiorentina?
CONDIVIDI