Adani e Inter-Fiorentina: “Icardi giochi per la squadra, Simeone pronto al grande salto”

di Luca Taidelli - La Gazzetta dello sport

10



L’ex viola e nerazzurro punta sui due attaccanti per una partita che può riservare molte sorprese

In una intervista alla Gazzetta dello Sport, Lele Adani, l’uomo della «garra charrua», è il doppio ex perfetto per inquadrare Inter-Fiorentina.

Adani, la Fiorentina è destinata a rimanere lì in alto?
«Vedo un bell’assemblaggio tra ambiente, tecnico e giocatori, costruito per il futuro ma che già oggi si diverte molto. Un gruppo che ha voglia di migliorare, che ha saputo trasformare un dramma come la morte di Astori in energia positiva. Solo il tempo dirà se è già da prime 4, ma il percorso è giusto».

Quello dell’Inter, invece, che percorso è?
«Una strada tutta da scoprire. Si è indebolita a inizio mercato perdendo due fuoriclasse come Cancelo e Rafinha. La strategia però è stata interessante, ha scelto diversi giocatori nello stesso reparto, per muoversi cioè sotto o vicino alla prima punta. Ora Spalletti deve trovare il modo di farli giocare insieme. Vanno ancora valutati sotto il profilo dell’intesa e del risultato. Davanti devono condividere l’idea dell’allenatore, non basta comprenderla. In questo la Viola è più avanti».

Chi invece è più avanti tra Icardi e Simeone?
«Il Cholito è un gradino sopra ed è tempo che se ne renda conto. Ha segnato i suoi 13-15 gol, ma fa anche crescere la squadra. Sotto l’aspetto della voglia, della tecnica e della malizia è pronto per il grande salto».

E Icardi?
«Sta migliorando nella sue virtù ma è ancora un punto interrogativo negli altri aspetti del gioco. E non parlo di volontà o capacità di relazionarsi con i compagni. Mauro ha due palle così… ma deve crescere a livello di resa. Ormai l’attaccante atipico è quello come lui, che segna tanto ma non partecipa alla manovra. Oggi tutti gli attaccanti giocano a calcio. Se si toglie la fissazione che esiste solo l’area di rigore, esplode definitivamente. Senza dimenticare che Nainggolan deve ancora intendersi con Mauro».

Quanto sarebbe importante per l’Inter espugnare il proprio stadio, dove in questo campionato non ha ancora vinto?
«Tantissimo. Per Spalletti e i suoi è un esame più delicato di quello con la Samp. Una buona prestazione, con risultato, porterebbe alla consapevolezza che il percorso è quello giusto. E l’effetto San Siro inizierebbe a farsi sentire davvero. Ma aver vinto due volte nel recupero dice che l’Inter a livello emozionale c’è. Sa dare tutto quando serve, senza scomporsi».

Pronostico?
«Non amo farne. Credo che saranno decisivi Perisic, Chiesa e Pjaca (se gioca). I viola hanno un attacco più coeso, l’Inter va a fiammate e Ivan in questo è unico».

10
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
SimoSapo
Ospite
SimoSapo

Questo sì droga. Scambio Icardi Simeone anche in braccio glielo porto!

VIA ADANI
Ospite
VIA ADANI

VIA ADANI!

Wolwerit
Ospite
Wolwerit

Io sono d’accordo sotto il profilo della manovra simeone e più mobile e utile ma ancora non segna 20 goal s a stagione.
Anche se a 20 anni neppure icardi era così cinico sotto porta , simeone quest anno deve farne 15/20 e un prossimo 20/5 allora sarà più forte sotto tutti i profili ma oggi icardi come goal è uno dei migliori.timbra sempre però troppo spesso fa la boa e non aiuta , ma capitelo deve soddisfare vacca nara e alla lunga stanca.

Luca
Ospite
Luca

Per me o aveva bevuto o non si è spiegato.. dire che Simeone è un gradino sopra Icardi è come dire che una Bmw x5 ( pur bella macchina) è un gradino sopra la Ferrari.. Simeone è un ottimo giocatore ma per ora ad Icardi porta la borraccia..

flamel
Ospite
flamel

Simeone per adesso non e’ nessuno purtroppo

Sempreviola93
Tifoso
Sempreviola93

Adani bevi meno…. quando il Cholito farà 25-30 gol a campionato potremo paragonarlo ad Icardi. Bisogna essere obiettivi, per ora Icardi è di un altro livello, poi magari in futuro le cose cambieranno….

TEORIA_VIOLA
Ospite
TEORIA_VIOLA

Adani chi?

Raska.
Member
Noble Member
Raska.

Adani, dillo a quegli idioti che danno per scontata la netta superiorità dell’Inter solo perché si chiama Inter…

correttore automatico
Ospite
correttore automatico

Vero, ma per Icardi parlano i numeri. 26 anni 100 gol in A.

Raska.
Member
Noble Member
Raska.

Assolutamente. Io mi riferisco al pronostico: per tanti opinionisti è da 1×2, per tante checche che bazzicano questo sito saremmo invece spacciati…

Articolo precedenteQuotidiani a confronto: la formazione viola chi l’azzecca?
Articolo successivoInter-Fio, squadre a confronto: spreco nerazzurro. Killer da ultimi 15’. E tanta corsa in più
CONDIVIDI