ADV: “Domani il punto sul mercato. Le idee ci sono…”

    0



    Andrea Della Valle Andrea Della Valle ha parlato nel post-gara di Fiorentina-Chievo: “Diego è riuscito a venire giù da Milano. Giuseppe parte domani…era importante questa vittoria, per lui e per noi. Per come si era messa domenica sera sembrava drammatica, ora ci vorrà qualche mese. Non dico accontentiamoci ma insomma…domani faremo il punto della situazione, cosa si potrà fare sul mercato. Operazioni di qualità, sennò non le facciamo. Lavoriamo già da domenica sera per capire cosa fare. Ritrovarsi con due campioni così e ritrovarseli fuori..spero che non delimiti i nostri obiettivi, i nostri dirigenti sono bravi, ho fiducia in loro, siamo in emergenza. Anche se è vero che gli elementi di qualità le squadre non li danno via, anche per non rafforzare le concorrenti. Lavoreremo sull’estro. Jovetic e Mutu? Sono ragazzi a cui siamo ancora affezionati, io per primo: ma mi sembra quasi impossibile per entrambi. Ma vedremo, sono convinto che sapremo fare qualcosa di importante. La rabbia e il rammarico è ancora tanto. Diego ci teneva a venire a salutare tutti, capiva che il momento era particolare. Ora si ferma questa sera, mi fa piacere perché quando torna il patron porta ottimismo. Fa piacere anche a me vederlo qui. Questo è un gruppo speciale in campo e fuori, tutti si sono uniti a Giuseppe. Io ero con lui domenica quando era sul lettino, ero molto provato. Il peggio è scampato, ma mi auguro tra qualche mese di averlo, io ma anche Prandelli. Siamo una famiglia. Non ci voleva, ma spero che sia un momento passeggero. Ma i nostri dirigenti sapranno lavorare. Certo, uno come lui non c’è sul mercato, ma uno con quelle caratteristiche si. Ci ho messo un anno e mezzo a portarlo a Firenze, sicuramente non lo ritrovo in 20 giorni uno così… Saluto con Rossi? Ci siamo detti delle cose molto belle, domani partirà nel pomeriggio: voleva salutare Firenze. Tutta la città vuole bene a questo ragazzo, gli ho detto che deve tornare per Firenze, ma anche per l’Italia. E’ una cosa bella per tutta l’Italia se riesce ad andare ai Mondiali. Lo aspettiamo però prima a Firenze, come aspettiamo Gomez. Intanto aspettiamo anche i nostri dirigenti, che sono bravi e sono pagati anche per questo. Vedremo”.