Nuovo aeroporto Firenze, conferenza dei servizi rinviata a novembre

14



La conferenza dei servizi era prevista per il 12 ottobre. La nuova pista dell’aeroporto è fondamentale per la costruzione del nuovo stadio della Fiorentina

Come riportato da Il Sito di Firenze, mentre in Toscana la polemica politica prosegue e, dopo la posizione assunta dalla Lega, investe anche il centrodestra, il Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti ha rinviato la seconda riunione della conferenza dei servizi sul masterplan dell’aeroporto di Firenze di un mese: dal 12 ottobre al 9 novembre.

La prima seduta della Conferenza dei servizi su Peretola si è tenuta il 7 settembre scorso, ma in quell’occasione non era stato possibile assumere alcuna decisione, come spiega il Ministero dei trasporti, in assenza di alcuni pareri obbligatori come quello del Ministero per i beni e le attività culturali e del turismo, del Ministero della Difesa e dell’Autorità di bacino distrettuale dell’Appenino settentrionale.

Non essendo poi ancora pervenuta al Ministero dei beni culturali la documentazione integrativa richiesta all’Ente nazionale per l’aviazione civile (Enac) è stato lo stesso Mibact a chiedere al Mit di valutare l’opportunità di rinviare la conferenza dei servizi. E così il MIT ha deciso di aderire a questa richiesta.

Ieri, in occasione della visita a Firenze del Premier Conte, il Sindaco Dario Nardella ha spiegato che il Primo Ministro gli “ha chiesto una nota nella quale inserirò tutti gli aspetti positivi di una struttura che è attesa ormai da troppi troppi anni, e che – ha detto ai cronisti Nardella a proposito del progetto di potenziamento dello scalo fiorentino– non può essere usata come strumento di battaglia politica”. “Ogni qual volta ho incontrato il presidente Conte – ha aggiunto Nardella – ho sempre avuto un’interlocuzione corretta e rispettosa: e anche oggi, per quanto breve, mi ha soltanto fatto capire che intende approfondire la questione, che tuttavia è di competenza del Ministro Toninelli“.

Sulla strategicità dello sviluppo dello scalo fiorentino Amerigo Vespucci si è espressa favorevolmente anche Confcommercio: “Le imprese italiane scontano ormai da decenni un ritardo infrastrutturale che si va facendo sempre più grave”, sottolinea Anna Lapini, presidente di Confcommercio Toscana, “rinunciare all’opportunità di un nuovo aeroporto per Firenze significa diventare complici di questo ritardo, con conseguenze anche pesanti sullo sviluppo economico e turistico della Toscana. Chi è contro a questo progetto deve assumersi questa precisa responsabilità nei confronti del sistema economico”. “La questione “aeroporto sì – aeroporto no” non può trasformarsi in alcun modo in una lotta di classe”, prosegue Anna Lapini, “dobbiamo anzi sottrarla con forza agli interessi di parte e alle faziosità, per riportarla invece al centro di una discussione quanto più possibile obiettiva e razionale, l’unica capace di individuare il merito effettivo di questo progetto a medio e lungo termine”. “Ci vuole meno ideologia e più pragmatismo. Da imprenditori, noi siamo abituati a ragionare sui numeri, con lo sguardo sempre rivolto al futuro. E i numeri previsionali ci confermano che l’ipotesi del nuovo aeroporto porterebbe benefici su molti fronti. È l’unica scelta possibile da fare se vogliamo per la Toscana un futuro di lavoro, occupazione e benessere”, conclude la presidente di Confcommercio Toscana.

Sulla stessa lunghezza d’onda è anche Aldo Cursano, presidente della Confcommercio fiorentina, che sottolinea la straordinaria unità di intenti sul tema aeroporto dell’intero sistema economico fiorentino: “Sul sostegno all’aeroporto e il suo potenziamento esiste una convergenza di opinioni tra tutte le associazioni di categoria del commercio, dell’artigianato e dell’industria come forse su nessun altro tema. È la dimostrazione che la scelta di puntare su Peretola non è dettata da interessi di qualcuno ma da una generale strategia comune: dotare Firenze di infrastrutture a livello del suo prestigio e della sua storia”.

Favorevole al nuovo scalo anche il Presidente della Regione Enrico Rossi, che comunque condivide la scelta del rinvio della conferenza dei servizi: “Ho parlato stamane – ha detto Rossi – con il presidente della conferenza dei servizi per l’aeroporto di Peretola Danilo Scerbo, assicurandogli che per la riunione già convocata per venerdì prossimo avrei portato il parere positivo della Regione Toscana”. “Per quanto mi riguarda – ha detto Rossi in merito al rinvio – ritengo che si tratti di una scelta giusta perché il rinvio a novembre consentirà alla conferenza di assumere in quella occasione una decisione definitiva”. “Sono convinto ancora di più, esprimendomi sul dibattito in corso anche tra le forze sociali, che l’ammodernamento dell’aeroporto di Firenze è la condizione fondamentale per garantire alla Toscana tutta un’infrastruttura indispensabile per il suo sviluppo futuro”, ha concluso il governatore.

14
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
john smith
Ospite
john smith

che pena…
quindi lo stadi0 è ostaggio dell’aeroporto.
Se si amplia l’aeroporto si può fare lo stadio.
A parte che non capisco il nesso, perché qui già atterrano aerei da scali europei, non c’è la necessità di far atterrare aerei transeoceanici.
Il centro è già pieno come un ovo di turisti, diamogli il colpo di grazia, sempre più gente, sempre più soldi. Alla faccia del benessere psico-fisico dei fiorentini. la piana già ora è una delle più inquinate d’italia. Bastano e avanzano gli aeroporti di pisa e bologna.

Joeph Goodman
Ospite
Joeph Goodman

Firenze? La capitale del fare e non fare. La città delle “conferenze” dei “raduni” delle cose dette ma non fatte. Ora l’aeroporto, prima lo stadio poi ….. ma tanto basta parlarne, vero? La pancia si riempie con le illusioni!!!!!

Corso
Ospite
Corso

Fino a quando la politica metterà il becco in tutto non sarà possibile fare niente, a meno che chi fa non siano i compagniucci del quartierino.

Beppe
Ospite
Beppe

Ovviamente se non si risolve il problema dell’aeroporto non vedo come i DV possano presentare il progetto per Stadio + Cittadella senza avere la certezza di poterlo fare. Sarebbero dei pazzi.

Violasemper
Ospite
Violasemper

….i pentastellati hanno preso tanti voti a firenze e provincia perché assolutamente contrari all’aereoporto!!! Che fanno si rimangiano tutto????

superviola
Ospite
superviola

Per l’ampliamento dell’aeroporto di Firenze il precedente Governo aveva stanziato 150 milioni di euro, se dicessero di sì i lavori partirebbero davvero entro breve e quei soldi dovrebbero essere sborsatii velocemente. Considerando che hanno fatto proprio in questi gg una manovra di spesa in deficit per ca 20 miliardi e oltre, secondo te hanno tutta questa fretta di spendere i soldi per l’aeroporto di Firenze? tra l’altro una città guidata da un loro acerrimo nemico? I discorsi della Ceccardi di dirottare quei soldi in altre infrastrutture della Toscana, tipo tirrenica, due mari ecc sono tutte balle per posticipare il più… Leggi altro »

bobby
Ospite
bobby

Io credo di si, perche’ per la ripresa economica devono investire nelle infrastrutture.
SFV

Rep
Tifoso
Paolo Bart

Si… ma ti sembra normale Toninelli?

katmandu
Ospite
katmandu

toninelli è una barzelletta,ad esser buoni….

bobby
Ospite
bobby

leggi il fatto quotidiano di stamani l’articolo di Travaglio su Tononelli.

Purple
Ospite
Purple

Tanti voti i 5 stelle in Toscana? pochissimi semmai… sono arrivati terzi.. e proprio perché sono i Signor No… come Occhetto nel 1989

Gianburrasca
Tifoso
Amerigo Vespucci

C’è da tenere presente che ci sara’ anche il cambio del presidente dell’ENAC, lascera’ Riggio, il quale era a favore dell’opera, il cambio al vertice speriamo sia indolore.

Superviola
Ospite
Superviola

Spero di sbagliarmi ma non sono per niente ottimista.
Ad ogni modo la prossima conferenza dei servizi di novembre sarà l’ultima e produrrà o un si o un no, dato che sono passati 60 gg dal suo insediamento e in questo periodo avrebbe dovuto dare il parere conclusivo.
Secondo me sarà no e salterà sia l’aeroporto che lo stadio nuovo, per la felicità dei grillini e dei lenzuolai.

Corso
Ospite
Corso

Certamente non sono abbastanza intelligente ma mi incuriosisce conoscere la ragione secondo la quale i D.V. dovrebbero essere felici.

Articolo precedenteEsodo viola: in 14 hanno lasciato Firenze. Un problema per Pioli, che deve sistemare i movimenti dei suoi attaccanti
Articolo successivoAg. Piccini: “Sogna di tornare a vestire la maglia della Fiorentina”
CONDIVIDI