Ag.Diakitè: “Su di lui c’era anche il Napoli. Qui per il progetto, il prestito secco…”

    0



    DiakitèUlisse Savini, agente di Diakitè, ha parlato a Lady Radio dell’arrivo a Firenze dell’ex Lazio: “Il ragazzo è già a disposizione di Montella. Siamo molto contenti, volevamo da tempo tornare in Italia. Era da Natale che volevamo portarlo a Firenze. Il mister ha sempre avuto stima del giocatore. Pradè e Macia hanno sempre stimato il ragazzo, anche l’anno scorso alla Lazio. Allora però c’erano dei problemi della Lazio; anche il Sunderland non voleva darlo via inizialmente. La trattativa si è sbloccata negli ultimi 3 giorni, anzi: avevo quasi perso la speranza, c’erano altre squadre su di lui. Poi con un po’ di fortuna siamo andati dove in realtà volevamo. Pensiamo che tecnicamente sia la soluzione migliore. Abbiamo guardato poco l’aspetto economico e logistico, ma abbiamo scelto per il progetto tecnico. Speriamo di fare molto bene in questi cinque mesi per poi convincere la Fiorentina a continuare nei prossimi anni. Napoli? Si, negli ultimi giorni c’erano Napoli, Fiorentina e Parma. C’è stato più di un contatto con Bigon, con il Parma era una soluzione legata a Biabiany. Esperienza all’estero? È durata poco ma è stata molto bella: il ragazzo torna in Italia cresciuto, il calcio inglese è totalmente diverso, si corre e si fa fase difensiva diversamente. Lui in realtà ha sempre rimpianto il calcio italiano, cercavamo un progetto importante. Dainelli? Sono giocatori diversi. Diakitè può fare il difensore centrale, il centro-destro ma anche il laterale destro. Il suo ruolo? Ha sempre giocato centrale di difesa a quattro o centro-destra nella difesa a tre alla Lazio. A volte ha fatto anche laterale destro, ruolo che gli piace anche molto. Prestito secco? Non abbiamo paura di questo, tutto dipende da quello che il ragazzo fa in campo. Se lui fa bene in campo il riscatto verrà effettuato, mentre se gioca male non c’è prezzo che tenga. Lui è abituato a sentire la pressione, ha giocato a Roma tanti anni”.