AG. KALINIC a FI.IT: “Innamorato di Firenze, è felicissimo. Mercato? Macchè, ancora non è nemmeno arrivato

    0



    Kalinic Fiorentina - ChievoNikola Kalinic tutto d’un fiato. L’arrivo a Firenze, le prime partite da titolare e la scintilla scoccata subito con il popolo viola. ‘Questo non vede la porta, ma il suo gioco è utile alla squadra’. La sentenza fu questa, dopo il match contro il Milan della prima giornata. D’altro canto lo conoscevano pochi addetti ai lavori, figuriamoci i tifosi. Calma e pazienza, ripeteva Sousa nei corridoi del Franchi. E per dire la verità di pazienza ne è servita poca, perché Kalinic ha cominciato a gonfiare la rete come in pochi hanno fatto in questo campionato. 10 gol nel torneo (sarebbero 11 se la Lega con gliene avesse tolto uno) più un altro in Europa League. L’uomo dei sogni di Firenze è proprio lui, simbolo di una Fiorentina bella e vincente, pur non avendo stelle da primo firmamento. E la redazione di Fiorentina.it ha contattato in esclusiva il suo procuratore, Tomislav Erceg: “Sono sincero, non credevo che Nikola potesse raggiungere la doppia cifra entro Natale. Voi sapete che sono il suo primo estimatore, ero e sono convinto che sia un grande giocatore, ma pensavo che gli servisse più tempo per ambientarsi nel calcio italiano”. La famosa scintilla, dicevamo, è scoccata subito con Firenze a suon di gol: “Ci parlo spesso con lui, è entusiasta di Firenze. Sta benissimo in città, anche la sua famiglia si è integrata molto bene. E’ felicissimo, non potrebbe essere altrimenti”. In poche settimane Kalinic si è innalzato fin dove nessuno poteva credere, fra i migliori attaccanti di tutto il campionato: “Adesso è lì, insieme a Higuain, che è fortissimo. Mi piace tanto Dybala, secondo me è un giocatore che può scrivere la storia”. Grandi nomi, campioni nel presente e nel futuro. E qualche voce di mercato già cominciata a circolare, fastidiosamente: “Non scherziamo, non ne voglio nemmeno parlare di mercato. Ancora non è nemmeno arrivato a Firenze, figuriamoci se pensa di andare via. Vuole ripagare la fiducia che gli ha dato la Fiorentina. Lui e la squadra vogliono fare bene e si vogliono togliere soddisfazioni”. E poi, per concludere la stagione, la prossima estate ci saranno gli Europei, che a questo punto attendono un Kalinic protagonista: “Ancora c’è tempo, sono lontani. Però la Croazia è una grande squadra ed ha ottimi giocatori. Sicuramente se Nikola farà bene con la Fiorentina avrà la sua chance di giocare titolare”.