Ag. Rossi: “Il crociato ci preoccupa. Ma Steadman ha detto che tornerà come prima”

    0



    Giuseppe Rossi CtoCosì Andrea Pastorello, agente di Rossi a Radioblu: “Come sta? Ci devo ancora parlare adesso, visto il fuso orario, ci siamo sentiti questa notte via messaggi, ho parlato con Luke Buongiorno. Speravamo che Steadman chiarisse questa situazione al crociato, invece ancora ci vorranno 3 settimane per capire meglio la situazione. Anche a Firenze era stata fatta la stessa diagnosi, non si erano sbilanciati su questa sollecitazione, purtroppo anche Steadman a causa del trauma non ha ancora potuto avere una visione così chiara. La riserva sulla sollecitazione al crociato non è ancora stata sciolta. Rottura? Non risulta rotto, altrimenti ci sarebbero dei movimenti diversi al ginocchio. Bisogna però capire cosa questa sollecitazione ha portato al ginocchio, potrebbe anche accadere che il ginocchio non sia stabile con questa situazione. Il dott. Steadman non ha parlato di operazione, ha rimandato tutto di 3 settimane. Quando il ginocchio sarà sgonfio allora si potrà sbilanciare. Il collaterale ha una lesione di II grado, ma ancora non c’è stato il modo di capire questa sollecitazione. Le 3 settimane di fisioterapia che farà per recuperare il gonfiore era già programmata, niente operazione, ma solo fisioterapia per ora. Fra tre settimane dovremmo avere un responso più chiaro sul crociato. Quando c’è una rottura al crociato si opera subito, quindi se non è stata decisa l’operazione, vuol dire che non c’è stata, però se fosse stato solo il collaterale, la riserva sarebbe stata sciolta subito con tempi di recupero già stabiliti. Questa sofferenza allunga i tempi. Il quadro si complica.  Io mi sento di dirlo, il dott. Steadman ha parlato di pieno recupero del giocatore, è una cosa che si può tranquillamente recuperare, bisogna vedere i tempi. Giuseppe sta sentendo l’affetto di tutti, e l’aspetto psicologico è fondamentale in queste cose. Sprono tutti i tifosi a continuare a stargli vicino!