Alessandro Antognoni: “Quando mi ha detto del ritorno aveva la voce emozionata”

16



Alessandro Antognoni, figlio di Giancarlo, ha parlato in esclusiva a Radio Blu di suo padre, della Fiorentina, di Firenze:
“Come padre è fantastico e presente, lo è sempre stato in tutti questi anni, aiutandomi personalmente a cercare la mia strada. Essere suo figlio a Firenze è una bellissima cosa, ogni volta viene fermato dai tifosi per foto e autografi, questo non può che riempire d’orgoglio. Dopo tantissimi anni che ha smesso viene ancora ricordato e amato, nessun trofeo o coppa mancata può eguagliare l’amore di una città è la cosa più grande che ha ottenuto nella sua vita. Non ricordo chiaramente mio padre da calciatore, avendolo visto successivamente dico che era fortissimo. Non mi ha mai né spinto né ostacolato verso una carriera da calciatore, diventarlo a Firenze essendo suo figlio sarebbe stato molto difficile”.
“La Fiorentina è tutta la sua vita, da calciatore prima e da dirigente poi, continuava a seguirla da lontano, ma il suo cuore è sempre rimasto lì e quando c’è stata la possibilità di rientrare ha detto sì senza pensarci un secondo. Quella viola è sempre stata la sua seconda casa, vederlo fuori dalla società ci faceva star male, ma come in tutte le storie a lieto fine adesso è tornato. Quando mi ha detto del ritorno aveva la voce emozionata, il primo amore non si scorda mai. Forse mio padre è entrato in società nella peggiore delle ultime stagioni. Comprendo il malumore dei tifosi, la Fiorentina ha sempre fatto bene, facendo buoni campionati, uno quando arriva vicino vorrebbe fare il famoso salto, però è molto complicato. Cosa può dare mio padre alla Fiorentina attuale? È una persona amata e stimata dalla gente, ha esperienza e guarda sempre partite, da dirigente poi ha scoperto tanti talenti e può dare una mano in questo senso, oltre a rappresentare il club nel mondo.
“Quando andavo allo stadio vedevo giocare Chiesa padre, ora vedo il figlio e ripartirei da lui, così come da Bernardeschi. Spero rimanga anche lui qualche anno. Sousa? A volte ho visto giocare bene la squadre, altre meno e questo fa rabbia. Credo abbia sempre cercato di fare il meglio per la squadra, non voglio pensare il contrario. Pioli? Conosce la piazza e la città, è un bravo allenatore e se dovesse arrivare a Firenze gli auguro tutto il bene possibile, e di riportare più in alto la Fiorentina rispetto a dov’è ora. Mi piaceva anche Di Francesco, ma va bene anche lui. Fuori dall’Europa League? Fa sempre piacere esserci, ma forse concentrarsi un anno solo sul campionato non farebbe male”.

16
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Abbonati anche tu
Ospite
Abbonati anche tu

Antonioni ne’ carne ne’ pesce in società

AntonioViola
Ospite
AntonioViola

Antognoni si ama… senza se e senza ma.

Enzoviola Salerno
Ospite
Enzoviola Salerno

Antognoni è Antognoni…a lui è permesso TUTTO…tutti gli altri (Dirigenti e Proprietà) devono ancora dimostrare di valere Firenze e la Fiorentina.

ENRICO OCCHIO DI LINCE
Ospite
ENRICO OCCHIO DI LINCE

Carissimo Alessandro, è veramente stupendo sentire che un figlio è cosi orgoglioso del padre che si ritrova.
Io ed il tuo papà siamo amici dal 1972, lui sa bene chi è ENRICO OCCHIO DI LINCE DA TORINO, pensa che pure io ho un figlio che si chiama come te e se non vado errato
giorno mese anno di nascita sono identici.
Al mondo di oggi il tuo messaggio è una cosa molto grande per tutti i giovani.
Ti faccio tanti auguri per tutto a te a tua madre ed al grandissimo ANTONIOOOO.
Enrico

Antonio Inoki
Ospite
Antonio Inoki

Antognoni non si tocca!!!! UNICO 10…… sono passati 30 anni ma sei sempre la nostra LUCE!!! ………sa una sega chi ti critica di quanto hai dato e di quanto puoi dare ancora ai nostri colori!!!

VIOLASOUL
Ospite
VIOLASOUL

Rui Costa, Batistuta, Hamrin, Sarti, De Sisti, Grazian, Baggio e tanti tanti altri , da vecchio tifoso li ho amati tutti ma Antognoni è la fiorentinità assoluta e indiscutibile. Forza Giancarlo aiutaci a riportare in alto la Viola.

roberto
Ospite
roberto

la persona, oltre al giocatore, che abbiamo amato di piu’. Spero per lui che riesca ad avere, all’interno della societa’ un ruolo importante, anche perché di calcio e’ uno dei pochi che se ne intende.
Un fortissimo abbraccio da un vecchio tifoso della sua generazione.

Rob de Matt
Ospite
Rob de Matt

Caro Alessandro, devi essere orgoglioso di avere un padre come Giancarlo. Io ho visto tante Fiorentine, tifo viola da quando avevo 5 anni, dal lontano 1954 quando nasceva il tuo grande padre. Quando ci ha lasciati per quella testa di cazzo di Agroppi ho pianto ( Non mi è capitato molte volte nella vita, credimi ). Oggi, più di ieri sono ancora legato a tuo padre e mi dispiace immensamente che un monumento come Giancarlo debba vedere una società allo sbando come questa, meriterebbe almeno da dirigente quello che non è riuscito a fare come calciatore. E’ la vera UNICA… Leggi altro »

vecchio criticone
Ospite
vecchio criticone

Alessandro, glielo potevi dire di lasciar perdere!

il moralizzatore
Ospite
il moralizzatore

Caro Antonio,
Ti ameremo in eterno. In cambio chiediamo di farci da garante presso persone che di Firenze non hanno capito pressochhè nulla.
Appena ti dovessi accorgere che la città continua ad essere presso in giro da questi forestieri, ti preghiamo di fare un passo indietro.
Noi capiremo e te ne saremo grati.

Pablo
Ospite
Pablo

Non vedo perchè deve fare un passo indientro se lui la pensa in un altro modo? Non pensi perchè sta all’interno sa come viene gestita la società?

Rosaeleo
Tifoso
Leonardo

Non mi pare che i Della Valle vogliano prendere in giro la città, sarebbe come se prendessero in giro se stessi. Purtroppo a Firenze il tifo è cambiato e anche molti giornalisti, che fanno i permalosi perché non gli è stata concessa qualche intervista. Siamo costretti ad essere informati da (alcuni) giornalisti piagnucoloni a tal punto da apparire isterici. Addirittura un certo Ghebbe ha già lanciato un allarme Antognoni, insinuando che stia tradendo i propri tifosi per il semplice motivo che ha chiesto di stare vicini alla società, poiché la stessa non ha nessuna intenzione di mollare. Ma dov’è finita… Leggi altro »

Tommaso
Ospite
Tommaso

in italia non si studia la storia, figurati se due mocciosi sanno cosa è stata la Fiesole negli anni…le tue belle parole ma buttate al vento

Antonio
Ospite
Antonio

ho sbagliato pulsante sono d’accordissimo

non si ruzza
Ospite
non si ruzza

Eeeeh … quando s’accendeva la luce …

Tiziano69
Tifoso
Tiziano69

Anche noi ci siamo emozionati quando FINALMENTE abbiamo saputo del suo ritorno. Noi non dimentichiamo…

Articolo precedenteLuigi Sacchetti: “Paulo Sousa è ai saluti da prima di Natale”
Articolo successivoL’Hellas Verona è tornato in Serie A, alla Fiorentina arriveranno 1,07 milioni di euro
CONDIVIDI