Alla ricerca della prima vittoria contro i giallorossi… che ammazzerebbe il campionato

0



Domenica la Fiorentina giocherà contro la Roma. L’ostica Roma. Quella squadra contro la quale il tecnico viola non è ancora riuscito a vincere da quando è a Firenze. La statistica è impietosa: in due anni e mezzo, 6 incontri disputati con i giallorossi tra campionato e Coppa Italia, e 6 sconfitte. Anche se non tutte meritate, né limpide. Quella casalinga della prima stagione targata Montella, per esempio, brucia ancora, perché è sempre negli occhi di tutti il mancato rigore concesso alla Fiorentina per quel mani in area di De Rossi, tanto per dirne una…

Ma è storia passata e, come è palese, il passato non si cambia. Ma il futuro si. E il futuro comincia proprio domenica sera quando, a partire dalle 20.45, i viola avranno l’opportunità di invertire questa tendenza negativa e di regalare a Montella la prima vittoria da allenatore viola contro la sua ex amata Roma. Anche perché è l’unica compagine contro la quale non è riuscito ad imporsi, come fosse uno scherzo del destino. Da quando è a Firenze ha battuto due volte il Milan, due volte l’Inter, due volte la Lazio, e ancora una volta il Napoli e ‘Lei’, la Juventus. Ma mai i giallorossi. E allora, domenica Gomez & Co. avranno l’obbligo di provarci. Primo, per regalare un’altra gioia ai propri tifosi. E poi – cosa ancora più importante – per continuare ad inseguire quel 3° posto che è lì, a portata di mano. Ad un tiro di schioppo. A soli 3 punti…

Dunque è tanta la voglia, la speranza, il desiderio di mandare un messaggio forte in chiave Champions. Per far capire che la Fiorentina c’è e non si tira indietro. Ed è quello che proverà a fare la squadra di Montella che, se dovesse battere la Roma, potrebbe addirittura ‘ammazzare’ con un bel po’ d’anticipo il campionato. Basta fare due conti, per capirlo. Considerando la più che probabile vittoria casalinga della Juventus contro il Chievo Verona, se la Fiorentina dovesse vincere contro i giallorossi, li spingerebbe a -8 dai bianconeri. Il che significherebbe non l’addio ai sogni Scudetto della squadra di Garcia, ma poco ci manca…

La Fiorentina (già) arbitro del campionato? Beh, interessa poco chi arriverà 1ª in classifica il 31 maggio. Interessa capire, invece, chi brinderà al 3° posto. Per questo serve battere la Roma. Per questo serve mettere in campo tutta la classe e la grinta possibili per perseguire la quarta vittoria casalinga della stagione (in campionato). Perché centrare l’obiettivo Champions sarebbe un qualcosa di straordinario. Esaltante. Estasiante. Da esaltare e festeggiare con un flûte di bollicine… Ma questo sogno passa (anche) dalla vittoria contro la Roma, che garantirebbe alla Fiorentina di mantenere o addirittura migliorare l’attuale posizione di classifica e di iniettarsi una consistente ‘dose’ di autostima.

 

Autore: Michela Lanza – Redazione Fiorentina.it