All’andata esordio di Perez, poi il nulla sui giovani. “Il ponte di Sousa” tra nomi e poche chance

11



Un girone fa, proprio contro l’Inter, Paulo Sousa mise dentro all’esordio Joshua Perez. Un cambio che fece molto discutere visto il contesto, Milano San Siro ovvero la scala del calcio, la situazione, viola sotto 3-2 ma in rimonta, e l’esperienza che Perez non aveva in prima squadra né tantomeno nel calcio italiano. Qualcuno la vide come una provocazione quella sostituzione. Sousa la spiegò come la necessità di inserire un esterno che allargasse il gioco offensivo in quella fase di partita. Un girone dopo Perez non ha collezionato più nessun altro minuto in prima squadra. Qualche convocazione, così come Maistro, Satalino, Mlakar, Baroni, Ghidotti, Cerofolini, Dragowski, Scalera e Castrovilli, ma soprattutto Ianis Hagi.

Mentre qualcuno ha avuto il privilegio di una convocazione in prima squadra solo per emergenze e vicissitudini varie, altri in prima squadra neanche sono stati mai chiamati. È il caso di Castrovilli e Scalera, i due giovani prelevati a gennaio dal Bari che in Primavera sembrano essere di un’altra categoria ma che Sousa al momento non ha ancora preso in considerazione. Dragoswki è un caso da studiare. Più di due milioni spesi per giocare solo con la Primavera.

Hagi, invece, è un caso. L’esordio a Cagliari per 14’ collezionati in Serie A, sempre nella lista dei convocati, ma mai preso in considerazione neanche a gara in corso dallo stesso Sousa. Eppure di lui ne parlano tutti benissimo. E non solo entourage o familiari, o chi lo ha portato a Firenze. Ma anche lo stesso Sousa ha espresso per lui sempre parole di stima e apprezzamento. Ma senza dargli chance. Un po’ come a tanti altri giovani. E forse, la gara contro l’Inter, non è la migliore delle occasioni per lanciarne qualcuno. Ma visto che l’Europa ormai è diventata una chimera sono in diversi i ragazzi che potrebbero essere lanciati da qui a fine campionato. Diverso il caso di Sportiello. Tata è di fatto un probabile partente, ed è condivisibile l’idea di far giocare il rumeno per cercare di monetizzare il più possibile  fine anno.

C’era una volta il ponte da ridurre tra settore giovanile e prima squadra che espresse Sousa in sala stampa. Una risorsa indispensabile per una società come la Fiorentina. Soprattutto in prospettiva, buttando un occhio al domani. Anche se a Sousa, senza peccare di lesa maestà, del futuro della Fiorentina è lecito immaginarsi interessi il giusto e l’onesto. Certo il credito acquisito con Chiesa rimane per Sousa. La speranza da qui a fine anno è che resti anche qualche occasione per qualche giovane in rampa di lancio. Minuti preziosi da mettere nelle gambe per il domani e sicuramente più utili di domeniche intere passate a scaldare panchine e tribune in Serie A.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
emidio cinosi
Ospite

Quanti giovani ha lanciato Prandelli???Nessuno, anzi ne ha distrutti molti (Maggio ,Pazziniecc..).Quanti giovani ha lanciato Montella????Nessuno.HA distrutto Viviano buon portiere (lo sta dimostrando) e cuore Viola.

Andrea
Ospite

Sousa non capisce niente. Punto. Con questi giovani avremmo potuto avere cambi validi, avremmo potuto lanciare altri Chiesa oppure valorizzare altri non adatti ma vendibili a prezzo più alto. Non credo la nostra classifica sarebbe cambiata un gran che’.. magari sarebbe migliore.

Via i Calzolai
Ospite

Cosi ci vendevano anche i pochi giovani buoni che abbiamo

Cuoreviola
Utente

Ma qualcuno continua a dire che è un valorizzatore di giovani, ma quali? Berna era già pronto dai tempi di Montella e Chiesa è esploso da solo e lui davanti a simi li exploit non poteva far finta di non vedere e continuare a far giocare Tello che in quel momento non ne azzeccava una nemmeno per sbaglio e Ilicic era ne suo perenne nirvana.

Mike71
Ospite

No non è un valorizzatore di giovani ed è un dato di fatto, ma ciò che quello che dici su Chiesa è da manicomio. Che vuol dire esploso da solo? E che non poteva far finta? Ci sono stati allenatori che hanno tenuto Baggio in panchina quando era un campione conclamato, ma che discorsi fai? Chiesa valeva la pena di farlo giocare e lui lo ha fatto, almeno i meriti che ha avuto dobbiamo riconoscerli, altrimenti voi anti Sousa a prescindere rischite di cadere nel ridicolo, anzi ci siete già caduti.

Tiziano
Ospite

“Far esordire all’improvviso Perez a Milano con l’Inter per poi farlo sparire nel nulla è da squilibrati.” (by Potini).
Viste altre grottesche scelte di Sousa…. il dubbio ce l’ho anche io. O meglio, Sousa o è un megalomane o anche nelle scelte dei giocatori, come nelle dichiarazioni fuori luogo, sta remando visibilmente conto la società.
Oppure tutte e tre. Il che è successo e succede nell’indifferenza totale di proprietà e dirigenza..

Gamberoviola
Ospite

A Sousa della Fiorentina non glienefrega una sega |! Mediocre allenatore e mediocrissimo uomo ;Chiesa lo aveva fatto debuttare alla prima con i gobbi con l’intenzione di bruciarlo:gli e’ andata male perche’ e’ stato uno dei migliori,infatti non lo ha più fatto giocare per lungo tempo.Stesso discorso per Hagi ed altri giovani come Perez etc etc,La grandissima colpa di questa societa’ e’ di aver tollerato sino alla fine un personaggio come questo,Per i suoi estimatori invito a seguire la carriera folgorante che avra’ questo testardo incapace e presuntuoso .Con un altro allenatore avremmo 5 o6 punti in più !

Mike71
Ospite

L’ho già detto ad altri e lo ripeto: la cosa bella è che quando scrivete queste vaccate ci credete pure.

Marco - DV allergico
Ospite

io non riesco a levarmi dalla testa il pensiero che sousa abbia avuto precise indicazioni di far giocare i presunti titolari, in modo che la società possa dire che ci hanno provato fino alla fine ad arrivare all’europa league. Perchè se fosse il contrario, ovvero la società che gli impone di far giocare 3-4 giovani per provarli, potrebbero anche licenziarlo per giusta causa, e sappiamo benissimo quanto godrebbero nel risparmiare anche 1 giorno solo di stipendio pagato. Anche perchè, con 0 obiettivi e senza alcun problema di salvezza, perchè insistere altrimenti con ilicic o sanchez centrale di difesa? Inoltre chiesa l’ha voluto tenere a tutti i costi sousa e lanciarlo contro tutti e tutto nonostante anche i tifosi che lo avevano ribattezzato brillante2, davvero pensate sousa sia così folle?

Mike71
Ospite

Io non lo penso e non lo pensa manco la gente normale. E cosa vogliamo dire di Salcedo? Lui stesso lo disse in un intervista: non gioco perché altrimenti la scatta l’obbligo di riscatto. Poi fu cazziato e la cosa spari nel dimenticatoio. Infatti i boccaloni danno la colpa a Saousa del fatto che non giochi, quando invece è la società che gli impone determinate cose. Poi che lui non sia stato serio nel prestarsi a questo giochetto siamo tutti d’accordo, ma dargli la colpa di tutto è da decerebrati.

Potini
Ospite

Far esordire all’improvviso Perez a Milano con l’Inter per poi farlo sparire nel nulla è da squilibrati.

wpDiscuz
Articolo precedenteL’Inter porta bene a Baba. Dal gol da 3 pt al siluro al sette. Altra chance da non fallire
Articolo successivoIlicic: il Siviglia continua a corteggiarlo. Lo sloveno potrebbe davvero finire nella Liga
CONDIVIDI