Anche la Fiorentina interessata a Del Fabro del Pisa di Gattuso

di Alessandro Baretti e Marco Bonetto - Tuttosport

7



“Beh, con il potenziale offensivo che esprime questa squadra un po’ di rimpianto per non essere più vicini all’Europa League c’è. Purtroppo, all’opposto, siamo mancati nella fase difensiva”: così, Sinisa Mihajlovic, tracciava un bilancio sommario della stagione, dopo il 3-1 in rimonta contro il Palermo. Una sintesi estrema e lucida delle opportunità che i granata hanno colto, e dei limiti che tuttavia hanno finito per fungere da ancora alle ambizioni.

Tanti i gol segnati dai granata (51), troppe le disattenzioni collettive oppure individuali che hanno annacquato l’impatto di un attacco stellare. Ecco perché, nel giro d’orizzonte che il Torino compie in un momento relativamente tranquillo del mercato, i granata sono particolarmente sensibili a quanto il piatto offre alla vice difensori.

Tra questi rientra Dario Del Fabro, difensore centrale in netta ascesa nel Pisa di Rino Gattuso. Nelle prime 9 giornate del campionato di serie B il nerazzurro ha disputato due gare intere non alzandosi dalla panchina nelle altre sette, quindi ha conquistato la piena fiducia di Ringhio che, dalla prova interna con il Latina del 22 ottobre scorso in avanti lo ha sempre schierato.

E Del Fabro, da protagonista spesso salvifico, ha contribuito a fare del Pisa la squadra con la difesa meno perforata del campionato: appena 18 i gol incassati dai toscani, che purtroppo per Gattuso non dispongono di un attacco particolarmente prolifico (soltanto 16 le reti realizzate). Strutturato fisicamente – misura 189 centimetri per 80 chilogrammi di peso -, il giocatore prossimo a compiere 22 anni è entrato nel mirino del Toro, per giugno alla caccia sia di giocatori in grado di aumentare immediatamente il valore della squadra, che di giovani da modellare e poi lanciare. Magari anche in tempi brevi, come successo per i vari Belotti, Benassi e più di recente Barreca. La valutazione del nerazzurro, pure considerata la scadenza di contratto fissata nel 2018, si aggira sul milione e mezzo di euro. Una cifra che, tra le altre, Genoa, Atalanta e Fiorentina spenderebbero volentieri.

7
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Emiliosud
Tifoso
emiliosud

La Fiorentina lo acquista solo se si chiamasse Del Fabrocic

Daroou
Ospite
Daroou

Non sono d’accordo, di differenza ne fa eccome. Il Pisa con ogni probabilitá retrocederá in serie C e in quel caso il giocatore sarebbe fuggito via a poco prezzo, mentre il Cagliari puó offrire a Del Fabro un rinnovo del contratto per giocare in Serie A da titolare. E puntare poi a rivenderlo fra un anno a prezzo decuplicato in caso di esplosione…

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

E perché, CON OGNI PROBABILITÀ, il Pisa dovrebbe retrocedere?
Intanto, oggi come oggi sarebbe salvo e, comunque, sta in compagnia di tante altre squadre.
In più ha la migliore difesa del campionato segno, questo, che non perde spesso. Ed infatti solo sei squadre sulle restanti 21 hanno perso meno partite del Pisa.
Poi potrebbe anche retrocedere, ma da qui al dire che retrocedera’ CON OGNI PROBABILITÀ c’è ne corre.l

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Vabbé, ora puntualizzare che non è del Pisa ma del Cagliari non credo faccia una grande differenza. L’articolo parla del giocatore che, attualmente, gioca nel Pisa.

roberto
Ospite
roberto

Veramente Del Fabro è in prestito al Pisa, il suo cartellino è detenuto dal Cagliari…….

Daroou
Ospite
Daroou

Del Fabro non é del Pisa, ma é in prestito dal Cagliari che chiaramente vorrá farsi pagare piú che adeguatamente il giocatore… non penso proprio sia un obiettivo perseguibile dalla viola.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

L’ho visto giocare solo un volta e mi ha favorevolmente impressionato. Di testa le prende tutte lui. Certo in un campionato di B si può emergere più facilmente, ma questo mi sembra un centrale molto interessante.
E proprio per questo dubito molto che possa venire a Firenze. Anzi mi sentirei quasi di escluderlo .

Articolo precedenteAntognoni all’interno della sala coppe: “Speriamo di aggiungerne altre”
Articolo successivoDi Carmine: “Sognavo di giocare in Serie A con la Fiorentina”
CONDIVIDI