Ancora Benassi: “Contro Inter e Samp sbagliato l’approccio, a Verona tanti i nostri meriti”

15



Ecco altre dichiarazioni da parte di Marco Benassi a La Nazione: “Contro Inter e Samp è evidente che abbiamo sbagliato qualcosa”. Per esempio? “L’approccio. Siamo sempre andati sotto di due gol. Dal secondo tempo contro la Samp è cominciata un’altra storia”. Dicono che abbiate vinto 5-0 a Verona perché l’avversario era debole. “Credo invece che i nostri meriti siano stati tanti”. Cinque gol, cinque abbracci collettivi. “Vince il gruppo, Pioli ce lo ha ripetuto fin dal primo momento e la penso come lui. Non solo io però: siamo giovani, abbiamo entusiasmo, remiamo tutti dalla stessa parte. C’è una bellissima aria dentro lo spogliatoio”.

Vedete gerarchie già definite in questo campionato? “No, è tutto molto aperto in tutte le zone di classifica. Noi andiamo in campo contro chiunque per comandare il gioco, questa è l’impostazione di Pioli. Recupero di palla alto, tanta aggressività, palleggio funzionale per la ricerca degli spazi: trovati quelli, verticalizziamo subito”. Lasciare il Toro è stato difficile? “Lì ho dato tutto e credo di essermi comportato sempre in modo professionale. Ho commesso qualche errore forse nella prima stagione, ma avevo 19 anni. E’ buono il rapporto con Mihajlovic, mi è dispiaciuto che dopo la mia conferenza stampa di presentazione a Firenze alcune parole siano state riportate male, ma Mihajlovic le aveva già ascoltate in diretta e non c’è stato neanche bisogno di chiarirsi. Ci tengo alla correttezza”.

A Torino c’era un certo Belotti che risolveva i problemi: è difficile fare un paragone con Simeone? “Di sicuro hanno la stessa voglia di aggredire il gioco e la palla, non mollano mai. Li vedo simili anche nell’attacco della profondità. Parlo volentieri del Gallo perché è uno dei miei migliori amici, ragazzo splendido”.

15
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Marione
Ospite
Marione

Contro Inter e Samp la squadra era ancora appena abbozzata.
Due settimane di lavoro insieme più un paio di innesti e la squadra ha cominciato a prendere forma e sostanza.
E’ vero che non basta una partita per dare giudizi perentori però molti indizi fanno supporre che abbiamo davvero svoltato.
Una vittoria, anche risicata col Bologna ed una prestazione gagliarda (anche se con sconfitta, come probabile) a Gobbilandia ci prospetterebbe scenari fino a tre settimane fa impensabili.
Questi ragazzi sono giovani e motivati, dobbiamo sostenerli con amore e con forza.
Forza viola
e abbasso i fratellini

VIOLASOUL
Ospite
VIOLASOUL

Con Inter e Samp non eravamo ancora pronti come squadra. Sapevamo solo correre. Oggi c’è qualche giocatore nuovo, un miglioramento nel modo di giocare , ma non siamo ancora una vera squadra. Se battiamo il Bologna vuol dure che stiamo sulla strada giusta e un pareggio colla Juve vorrebbe dire che siamo pronti x fare un campionato onorevole tipo 10o posto. FV

raf
Ospite
raf

Tutto giusto e poi la cazzata finale…volevi far ridere?! Ma vaia!!

GIULIANO
Ospite
GIULIANO

sul fatto dell’approccio iniziale che nelle prime due gare non era dei migliori,non posso che essere daccordo con benassi,infatti nei miei post ho sottolineato più volte che a causa della giovane età della squadra,inoltre il fatto che molti giocatori sono arrivati a ritiro di moena già concluso,quindi si conoscevano poco,avervamo difficoltà nell’approccio alle gare,ma più in generale avevamo problemi nel gioco d’insieme,prima della sosta eravamo un progetto di squadra,ma non una squadra vera,ora dopo il lavoro continuativo della rosa con mr pioli nelle due settimane di sosta,è vero che siamo ancora un cantiere aperto,è vero che siamo tuttora work in… Leggi altro »

Target5
Ospite
Target5

anche vero che l’approccio è sbagliato se lasci a casa pezzella, biraghi, badely, saponara, chiesa e tereau e ti porti dietro tomovic

www.casaccaviola.com
Ospite
www.casaccaviola.com

i discorsi li porta via il vento … sabato si fa subito una verifica del nostro valore , ma a me questa squadra piace … bisogna cerca di vincere ma in questo momento per noi l’importante è non perdere e migliorare il nostro gioco … compro vecchie maglie Fiorentina e non, contattatemi ad [email protected]

PolemicoViola
Ospite
PolemicoViola

La verità sta nel mezzo: Inter e Sampdoria sono squadre nettamente più forti del Verona, da ogni punto di vista, e allo stesso tempo l’approccio all’ultima gara è stato effettivamente molto migliore che in precedenza, questo è innegabile. Sicuramente se nelle prime due partite avessero giocato fin dall’inizio nello stesso modo perlomeno avrebbero agganciato un pareggio o anche una vittoria in uno dei due match. Pazienza, c’è tutto il tempo per migliorare ancora e rimediare punti.
Se solo anche il resto della baracca andasse avanti nel giusto modo…

Tritone
Ospite
Tritone

Troppi discorsi tu fai….Intanto sabato,se ci dice bene,faremo un pareggino contro il Bologna in casa,subito dopo l’ennesima scoppola in casa della Juve,e poi un pareggino contro l’Atalanta. Discorri di meno,e corri di piu’.

fabio
Ospite
fabio

è bello essere sempre positivi,aiuta la squadra la conforta e da la carica…
torna dalla tua strisciata e vivi tranquillo.

GPG
Ospite
GPG

ecco, appunto fai meno discorsi e lascia perdere la Fiorentina non ti riguarda

Luciano968
Ospite
Luciano968

Tritone che fa rima con….

Sergio Intrigo
Ospite
Sergio Intrigo

Spiacevole, antipatico e negativo.. Ma lascia almeno in pace gli anfibi!

Francesco
Ospite
Francesco

C’è una bella differenza fra Inter, Samp e Verona, altrochè…

Ospitem
Ospite
Ospitem

Perché se Astori non faceva la follia del rigore a San Siro un conttopiedino nella tasca l’Inter non poteva prenderlo…..ma perché ospitem???

Ospitem
Ospite
Ospitem

Errore clamoroso non cedere Saponara sfasciato alla Samp tanto si poteva immaginare che Benassi con Pioli avrebbe giocato solo trequartista centrale e li c’era anche Eysseric ,sono curioso come Pioli gestirà questa situazione

Articolo precedenteRapporti sinceri ed un gioco piacevole, così Pioli stregò Bologna
Articolo successivoEx dg Bologna Zanzi: “Con Pioli tornati a riempire lo stadio, l’esonero fu colpa nostra”
CONDIVIDI