Ancora Simeone: “A Verona il primo gol in viola. Thereau è forte, l’obiettivo…”

Riccardo Galli - La Nazione

5



Vi riportiamo una seconda parte dell’intervista che la La Nazione ha realizzato con Giovanni Simeone. E’ arrivato Thereau, attaccante: questo significa che dalla prossima partita sarà un po’ meno solo, lassù, in attacco. «Significa che avremo a disposizione un bravo giocatore in più. Uno che farà gol. Poi, sul ’da solo o non da solo’ io la penso in un altro modo». In che senso? «Beh, al Genoa ho giocato praticamente sempre come unica punta. Senza un secondo attaccante accanto, salvo in qualche occasione, quando ero in coppia con Pinilla». Quindi? «Quindi non ha problemi ad adattarmi a qualsiasi soluzione, ma non mi piace sentir dire che quando sono l’unica punta mi sento isolato e mi è più difficile far gol». A proposito, quando la prima rete in viola? «Subito, alla prossima partita». Un messaggio al Verona che vi aspetta fra due domeniche? «Messaggio o no, io alla prossima partita farò gol». Diamo un’occhiata ai suoi avversari bomber: chi è il più forte in Italia? «Icardi senza dubbio. Mi piace tantissimo. E’ fortissimo. E lo ricordo fin dai giorni della nazionale under 20, prima ancora arrivasse alla Sampdoria. Secondo me è il più forte fra gli attaccanti ed è anche un bravissimo ragazzo».

Sangue argentino…come patente? «Siamo forti in Argentina, ma accanto a Icardi indico anche un bomber italiano fra i top assoluti». Ovvero? «Pavoletti. Ho avuto modo di allenarmi con lui, di giocare con lui e vi assicuro che è potentissimo. E’ uno che può segnare tanto, è uno che non si fa controllare dai difensori». Simeone, il suo obiettivo personale per questa prima stagione in viola? «Sono ambizioso, uno che non si accontanta mai e che non appena raggiunge un traguardo pensa subito a quello successivo. Dunque, non mi piace sparare cifre a caso, ma sono sicuro di superare il mio risultato personale della passata stagione». Traduzione: battere la quota 12 gol con cui ha chiuso l’avventura genoana? «E’ questo l’obiettivo, se voglio rimanare fedele alla mia linea e dunque migliorarmi e alzare sempre l’asticella».

5
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
marco mugello
Ospite
marco mugello

La Fiorentina ha un gioco che lascia la punta sola con tre difensori, e non gli fa assist… è vero che Simeone ha segnato tanto, ma all’andata, quando non erano state prese le misure… non è meglio dividersi i tre difensori con un’altra punta, e avere meno attenzione addosso? E magari essere meno prevedibile perchè gli appoggi in avanti possono essere due? Strano che Simeone se la sia presa….Nessuno dice che non può fare la sola punta, ma finchè non saremo una squadra oliata, letale e perfetta, due sembra meglio.. Di solito chi ha una sola punta ha dietro dei… Leggi altro »

GIANCARLO
Ospite
GIANCARLO

Meno chiacchere

www.casaccaviola.com
Ospite
www.casaccaviola.com

Grande CHOLTIOOOOOO !!!! A Verona per vincere !!! … X collezione cerco vecchie maglie Fiorentina e non, contattatemi ad [email protected]

Alex
Ospite
Alex

Nelle prossime tre partite 4 punti per la salvezza altrimenti sono XXXXX amari.

Viola
Ospite
Viola

Nell’epoca 3 partite7 punti tranquillo

Articolo precedenteCorvino: “Ecco il nostro mercato. 75% dei ricavi reinvestito ed abbiamo pensato al futuro”
Articolo successivoQuanta strada ha fatto Chiesa! Da sorpresa a leader dell’Under 21
CONDIVIDI