Andrea Della Valle soddisfatto della squadra, deluso e ‘arrabbiato’ per il bilancio…

0



A volte non è tutto moro quel che luccica. Il giorno dopo la gara contro la Juventus il patron Andrea Della Valle è stato al centro sportivo viola. E per quanto raccolto da Fiorentina.it il proprio umore era diviso a metà.
Da una parte la soddisfazione, e i relativi complimenti, alla squadra e a Montella per aver giocato alla pari contro la Juventus, capolista da quattro anni. Certo, fossero arrivati i tre punti sarebbe stato ancor meglio, ma il pareggio ottenuto arriva dopo tre vittorie consecutive (Verona, Guingamp e Cagliari) e quindi il bilancio  è più che positivo. Se si pensa poi che la prima parte di stagione non è stata proprio secondo le attese.
Fin qui tutto bene, ma arriva anche la parte negativa. L’altra metà dell’umore di Andrea Della Valle.
Il patron viola, infatti, sarebbe molto deluso, se non ‘arrabbiato’,
per la situazione economica, dei bilanci della società. A fine anno i Della Valle dovranno firmare un assegno molto importante (si parla di circa 15 milioni di euro) per ripianare le perdite, derivate soprattutto dalle mancate cessioni nelle ultime sessioni di mercato. Domenica mattina Andrea Della Valle si è fatto molto ‘sentire’, e non poco, con i suoi collaboratori, per una situazione che doveva essere completamente diversa.
Adesso toccherà al ds Pradè (con il dt Macia, che ancora non ha sciolto i dubbi sulla sua permanenza o meno alla Fiorentina..) trovare le soluzioni più giuste al mercato di gennaio perché l’assegno che i Della Valle dovranno firmare sia di un importo notevolmente inferiore. I giocatori sul mercato da piazzare sono diversi, come Ilicic, Lazzari, Iakovenko, El Hamdoui, Brillante, Octavio, e risolvere i rinnovi di contratto come quelli di Neto, Aquilani e Pasqual.
Solo dopo aver sistemato tutti questi problemi la Fiorentina, forse, penserà anche al mercato in entrata. Forse…

Autore: Gianni Ceccarelli, Fiorentina.it