Antognoni e la fascia di Astori: “Complimenti alla società e a Firenze”

di Benedetto Ferrara - La Repubblica Firenze

9



Dopo la deroga della Lega per la fascia di Davide Astori, il club manager della Fiorentina ha commentato la decisione presa in ricordo del ‘Capitano’

La Lega calcio ha deciso di rispettare i sentimenti di una città, di una squadra e di una società. Era evidente che finisse così, anche se con quel mondo non si sa mai. Ma se la Lega di serie A non avesse dato la deroga alla Fiorentina per la fascia dedicata a Davide Astori, il giorno dopo si sarebbero dovuti tutti dimettere per manifesta insensibilità.
Come uccidere definitivamente ciò che resta (poco) del cuore nel mondo del calcio, quello dominato dalla passione per il dio denaro, e quindi dai grandi cartelli internazionali dei procuratori e, naturalmente, dalle tv padrone. Buon senso, quindi. Ma serviva un passaggio ufficiale. Insomma, dovevano provare a uscirne in maniera dignitosa. E, alla fine, così è stato.
Pezzella potrà tenere al braccio la fascia dedicata a Davide. Una sola deroga per tutta la serie A, ma quella che serviva per non fare l’ennesima brutta figura. German Pezzella, su instagram, ha detto la sua: «Non si tratta di andare contro una regola, si tratta di andare a favore dei sentimenti di una squadra e di un’intera città. Grazie alla Lega per averci permesso di continuare con questo simbolo che rappresenta così tanto per tutti noi, perché ovunque andremo, Davide andrà con noi».
E Giancarlo Antognoni, l’unico dieci, il “capitano” che alla Fiorentina ha dato tutto ciò che aveva, è felicissimo per questa decisione che premia la testardaggine di una città e di una squadra che non hanno mai avuto intenzione di mollare il colpo. Dice il club manager: «Sono molto contento. La fascia di capitano ha sempre un significato importante, ma a Firenze, dopo la tragedia che ci ha colpito, ha assunto un valore altamente simbolico e per noi irrinunciabile». Poi, ancora: «Credo che in questa occasione vadano fatti i complimenti a tutta la società per come ha difeso le ragioni del club e di tutta la città, e anche alla Lega che ha dimostrato buon senso e capito le motivazioni. La fascia che ha indossato Davide rappresenta il suo ricordo, ma è anche l’emblema degli insegnamenti e dei valori umani che ci ha lasciato e credo sia giusto e doveroso che resti al braccio del capitano».

9
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Antiantonioni
Ospite
Antiantonioni

Club Manager Antonioni …. ma vogliamo scherzare ?!?!?!? ahahahahahahaha

SERENO
Ospite
SERENO

il ricordo di Davide è prima nei nostri cuori e solo dopo anche “esposto” agli altri..
la fascia deve rappresentare i valori che Davide ci ha lasciato e che tutti i ragazzi che indossano la maglia viola devono farne propri…sono convinto che il rispetto. l’aiutarsi reciprocamente non mancano nella nostra squadra..sono davvero orgoglioso della squadra che rappresenta la città a prescindere dal risultato del campo.

IL PALLA
Ospite
IL PALLA

Ma possibile che non siete mai contenti, che dovete sempre criticare? Andate a giocare a bocce

Samba
Ospite
Samba

Ultimamente le bocce stanno riscoprendo una inaspettata popolarità e l’Italia ottiene sempre ottimi risultati a differenza del calcio.

claudio.df70
Ospite
claudio.df70

Continuo a dire che a me sembra una pagliacciata. Alla fine per commemorare Astori, si poteva fare anche in altri modi. Si poteva mettere direttamente nella maglia, oppure nel numero sulla schiena.
Mi sembrano davvero delle pagliacciate queste.

Samba
Ospite
Samba

Pagliacciata no, almeno solo per il rispetto del significato. Ma concordo che la ridondanza della notizia ne fa perdere di credibilità e in malafede fa pensare che si cerchi di distogliere l’attenzione.

Samba
Ospite
Samba

Io credo che non sia necessario fare i complimenti a nessuno, nè società, nè città. Certe cose si fanno perchè devono essere fatte, senza pubblicità senza dichiarazioni, senza giustificazione, punto, si fa!
Personalmente, se fossi in quella situazione non mi interesserebbe gioire per una deroga nè tanto meno sentire il bisogno di richiederla. Farei quello che va fatto, tanto…quanto potrà mai essere la multa rapportata al mio stipendio e a quello dell’intera rosa…
Ma qui (Italia) si sa come funziona, se ci sono problemi veri, incanaliamo l’attenzione di tutti dalla parte opposta con problemi fittizi

Numero8
Ospite
Numero8

Poteva essere un problema disciplinare: diffida e poi squalifica. Fosse stato un “mero” problema economico, non ci sarebbero stati problemi.

Samba
Ospite
Samba

Ok, grazie, avevo letto solo dichiarazioni di “pagheremo le multe” e incentrate su sanzioni economiche. In questo caso allora è giusto così. Ma comunque non mi sentirei di complimentarmi, continuo a ritenere che sia solo quello che andava fatto.

Articolo precedenteNapoli, Ancelotti verso il 4-3-3. Possibile esordio di Ruiz
Articolo successivoNapoli-Fiorentina, Pioli: domani alle 14 la conferenza stampa del tecnico
CONDIVIDI