Antognoni e Pioli in bici, i francesi preferiscono il rafting

di Angelo Giorgetti - Qs-La Nazione

1



Al settimo giorno di ritiro a Moena Pioli ha concesso una giornata di libertà a tutta la squadra. Una giornata divisa tra riposo, pesca, rafting e molto altro.

Nel giorno libero sfreccia in bici Antonio, capello al vento, e in piazza di Sotegrava anche i cartelloni si voltano, è lui, è Antognoni, la figurina Panini di tutti, la Fiorentina che sa di buono e semplice, un totem che riunisce qualsiasi divisione.

Il Papa viola sterza verso un piccolo mucchio umano in versione adorante, dai dieci agli ottanta anni, e tutti apprezzano la coordinazione della curva come se fosse un tuffo carpiato dalla piattaforma.

Ammette il Papa, una volta fermo: «Ho la bici elettrica, sennò in salita è dura». Applausi e pacche, Antonio avrebbe potuto annunciare con la stessa semplicità l’acquisto di Marcelo: effetto religione, gli adoranti sono felici. Sembra una pozione magica, è invece un indistruttibile feeling a pelle perché Antonio non si discute e il tifoso viola sa bene perché.

SCENDONO in paese anche Pezzella, Maxi e il baby Montiel, tutti in borghese, in giro anche il giovane Meli con il babbo e gli inseparabili Gori-Sottil in tuta viola, più il portiere Ghidotti.

E gli altri dove si sono seminati, nel giorno libero? Il gruppo dei francesi fa rafting, colpi di pagaia in attesa della finale contro la Croazia, allons enfants de la Patrie, chissà se Veretout ha chiamato Badelj. E chissà se Corvino ha chiamato Pjaca, ma questo è un altro discorso.

Pioli di mattina si è unito in matrimonio con l’amatissima bici e nel pomeriggio ha giocato a calcetto con un gruppo di amici di Parma, Simeone e Brancolini hanno scelto la pesca e non è andata benissimo per le trote, Chiesa ha ricevuto la visita della fidanzata e di sicuro non ha parlato di mercato, Vitor Hugo è rimasto in albergo, Biraghi è stato avvistato vicino all’impianto di salto con gli sci.

Ma non per esercitarsi, solo per guardare, sennò il prossimo salto sarebbe stato fuori dalla rosa.