Arcoleo: “La Fiorentina era come una sinfonia di Beethoven, un calcio mai visto”

6



Ignazio Arcoleo, ex centrocampista e allenatore del Palermo, ha parlato a Radio Blu, ritornando su quella che era stata la Fiorentina dello scorso anno: “La Fiorentina della passata stagione era una sinfonia di Beethoven. L’ho vista passeggiare a San Siro, era portatrice di un calcio nuovo, mai visto in Italia. Poi però qualcosa si è interrotto ed è stato un peccato perchè il campionato ha perso una candidata per lo Scudetto.
Sfida di Domenica? I viola sono favoriti, ormai a Palermo siamo rassegnati. Spero solo che qualche giocatore ragioni con l’orgoglio.
Giudizio su Zamparini? Va ringraziato a prescindere, abbiamo vissuto anni importanti con lui e tanti campioni così non si erano mai visti”.

6
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

No credo che si sia interrotto un granché Solamente che i prescritti, da buoni spilorcii, hanno conitìnuato ad essere ……….. spilorci e a gennaio è arrivato nientepopodimeno che ………Banaloune dando a tutti un segnale inequivocabile.

Animalliberation
Tifoso
animalliberation

Scusa Pecos, ma per quanti anni dovremo ancora ricordare quella disgraziatissima sessione di mercato? Possibile che non si possa lasciarci alle spalle quell’incidente anche considerando che il responsabile di quel flop non e’ piu’ nella societa? Poi, per carita’, se amiamo farci del male continuiamo pure in eterno a parlarne

Moser fondo
Ospite
Moser fondo

Arcoleo ha parlato del passato… E Pecos ha parlato del passato.. Pura veritá…. Forza Viola

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

A parte il fatto che, come giustamente ha fatto notare qui sotto MOSER FONDO, Arcoleo stava parlando del passato e di quel “qualcosa” che si è interrotto, ti chiedi per quanti anni dovremo ricordare quella disgraziatissima sessione di mercato. Cribbio, ma la dovremo ricordare quasi sistematicamente (oserei dire QUOTIDIANAMENTE). Ti sembra cosa di poco conto quello che successe nel gennaio 2016? Intendiamoci (a scanso di ogni equivoco): il sottoscritto che è dotato di un’intelligenza normalissima e niente di più (ma che si rende conto abbastanza presto con quali persone ha che fare), aveva previsto già a dicembre 2015 come sarebbe… Leggi altro »

Julinho
Tifoso
Manlio

Per me l’anno che era un piacere vederci giocare è stato il primo di Prandelli e il primo di Montella. Naturalmente dopo il fallimento.

MICHELE
Ospite
MICHELE

Mi pare onestamente un giudizio un tantinello esagero…

Articolo precedenteFunerali Ficini: ecco la data, l’orario e il volere della famiglia
Articolo successivoCarlos Sanchez: “Fare il calciatore non mi ha cambiato, amo Firenze e la Fiorentina”
CONDIVIDI