Aria di turnover, Pioli cambia ma non troppo

Di Matteo Dovellini - La Repubblica Firenze

7



Come riporta La Repubblica Firenze, sei gare per capire davvero se i viola potranno lottare per un piazzamento in Europa.
Era stato Stefano Pioli, tecnico della Fiorentina, a ribadire l’importanza della sfida col Crotone (poi vinta) che dava il via a sei partite che i viola avrebbero dovuto affrontare dando tutto e forse qualcosa in più sul campo. E se la sfida coi calabresi era delicata soprattutto per le assenze di Badelj, Benassi, Biraghi e Thereau, ecco che contro l’Udinese Pioli potrà contare solo parzialmente sul recupero dei suoi giocatori. L’infortunio di Badelj ha messo fuori uso il croato almeno per tre settimane, mentre Thereau (affaticamento muscolare) salterà anche la gara coi bianco neri. «Affrontiamo un avversario molto fisico – ha detto il tecnico e noi abbiamo bisogno di freschezza e di energie.
Cambiare qualcosa credo che sia opportuno». Un minimo di rotazione avverrà. Pioli potrebbe schierare un 4-2-3-1, difesa a quattro con il ritrovato Biraghi a sinistra, Hugo e Pezzella centrali e Milenkovic a destra. Il serbo dovrebbe tornare titolare dopo un turno di riposo nell’ultima gara.
Centrocampo con alcune incognite. Insieme a Veretout potrebbe esserci spazio per Dabo (in ballottaggio con Cristoforo). Da capire però l’utilizzo del rientrante Benassi, che potrebbe giocare sia nei due interni oppure in versione laterale a sinistra nel tridente che supporterà Simeone.
Tridente completato da Chiesa a destra e Saponara, ancora una volta, nel ruolo naturale di trequartista. Ipotesi, niente più. Perché Pioli potrebbe adottare anche un modulo diverso, a seconda dell’utilizzo di Benassi.
Una sorta di 3-5-1-1 con Biraghi più alto e l’ex Torino nei tre di centrocampo e Chiesa a destra a tutto campo. A quel punto, a farne le spese, sarebbe Gil Dias.

7
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
ClaudiodaSasso
Tifoso
ClaudiodaSasso

Contrariamente a quello che dicono la maggior parte dei tifosi qui sotto, a me Pioli non sta piacendo. D’accordo su attaccamento, onestà, serietà dell’uomo, ma, lo ribadisco, per me non è l’allenatore giusto per questo tipo di squadra

GIULIANO
Ospite
GIULIANO

dopo mesi alla ricerca di un gioco,di un’identità precisa,e degli equilibri di squadra da mantenere in campo,mri pioli con il suo sapiente lavoro quotidiano avendoli trovati,lui in rosa ha alcuni titolarissimi,a cui rinuncia raramente,e a mio avviso a ragion veduta.uno di questi è milan badelj,ora che è infortunato mr pioli perde il,regista basso della squadra,il playmaker davanti alla difesa,l’uomo che da il via all’inizio dell’azione,alla costruzione della manovra. e non a caso mr pioli,prima della sfida con il crotone,ha detto senza milan,non saremo gli stessi,la nostra manovra si snaturerà,e quindi ognuno dei nostri ragazzi dovrà dare in campo un qualcosa… Leggi altro »

Lorenzo
Ospite
Lorenzo

Solo chi non capisce nulla di calcio può pensare che pioli non stia facendo bene con la rosa a disposizione. Forza viola!

Rothbard
Tifoso
Murray Rothbard

Non te lo far sentir dire sennò l’è capace che tu ne buschi…

PeppeDiProcchio
Tifoso
peppediprocchio

Ma finitela di scrivere perché avete le dita e parlare perché avete la bocca, Pioli sta facendo un più che onesto lavoro, e sta tirando fuori il massimo dal non molto che ha a disposizione, ed è anche un signore serio e pure attaccato ai colori viola, al contrario di troppi maldicenti di professione e boccaloni che infestano questo sito

Noni
Tifoso
Massimiliano

Ma veramente sto piolo di Pioli, vuol mettere ancora Cristoforo? ?ma domenica ha fatto una formazione di cacca e oggi ne fa un’altra… povera villa

cerbero
Ospite
cerbero

se te foss istato bravo, al posto di pioli ci saresti tu… pero siccome non lo sei l unica cosa che puo ifare e’ scrivere fesserie su internet…. che carriera hai davanti

Articolo precedenteUn martedì per l’Europa, con un orecchio alle altre sfide
Articolo successivoUdinese-Fio a confronto: friulani in striscia negativa record. Pochi gol fatti, molti subiti
CONDIVIDI