Ariatti: “Veretout centrocampista universale. Pioli sa cos’è il calcio”

0



L’ex capitano viola parla del centrocampo gigliato e in particolare del francese che rientra dalla squalifica

Così Luca Ariatti, ex capitano viola, su Lady Radio: “Conosco bene Gerson, credo debba ritagliarsi un ruolo da protagonista perché ha le possibilità, e credo che giocare al fianco di Veretout e Benassi sia una bella palestra: da questi giocatori c’è solo da imparare, anche per la loro conoscenza del calcio italiano. Veretout è un giocatore talmente completo e universale che non ha assolutamente nessun problema a giocare davanti alla difesa: nel Nantes giocava più basso, in quanto giocavano a quattro, ed era il primo centrocampista che andava a raccogliere palla dai difensori per dettare un po’ i tempi”.

Confronto Cholo Simeone-Veretout? “Sono un po’ diversi, anche se hanno una struttura fisica simile: sono quei giocatori che piacciono a pubblico ed allenatori; soprattutto sono pedine che servono per strutturare una squadra”.

Pioli? “E’ un allenatore che si fa ben volere dai giocatori e che riesce a lavorare su dei concetti ben precisi, niente è dato dal caso. Sa cos’è il calcio: ho un ottimo ricordo di questo allenatore quando ero al Chievo. Sicuramente avrà fatto aggiornamenti perché il calcio contemporaneo è un’altra cosa rispetto al passato, ma credo che nella sua testa il gioco del calcio sia quello che ha visto sin dall’inizio della sua carriera: non credo abbia stravolto in toto le sue idee”.