Armero, la Freccia Nera che piace ai viola. Velocità, forza fisica e costi contenuti




    Era abbastanza prevedibile. Anche la Fiorentina ha messo gli occhi sull’esterno dell’Udinese Pablo Armero. Nel momento in cui i friulani hanno risolto a loro favore la comproprietà con il Napoli era normale se non scontato pensare che il colombiano sarebbe stato subito rimesso sul mercato dalla famiglia Pozzo. 

    Classe 1986, cresciuto nell’America de Cali in Colombia dove ha giocato per 5 anni, è passato poi al Palmeiras in Brasile per approdare all’Udinese nel 2010. A Udine ha giocato per due stagioni e mezzo prima di finire al Napoli in prestito con diritto di riscatto per la metà a gennaio 2013. A fine stagione quel diritto di riscatto fu esercitato dagli azzurri, anche se a Gennaio 2014 è stato ceduto in prestito al West Ham con il quale ha collezionato però solo 5 presenze. L’Udinese ne ha riscattato la metà dal Napoli per circa 3 milioni di euro. Ha un ingaggio superiore al milione di euro. 

    E’ nel giro della nazionale colombiana dal 2008, ed è titolare anche in questo mondiale, dove è andato anche a segno contro la Grecia. 

    Forza fisica, esplosività, forte mancino, e abilità nell’andare al cross. Queste le doti di Armero, freccia della corsia sinistra con però diversi limiti evidenziati negli anni nella fase difensiva. Lo chiamano ‘la freccia nera’ per la sua velocità.

     
     
     
     

    Commenta la notizia

    avatar
    Articolo precedentePablo Armero in uscita, su di lui c’è anche la Fiorentina
    Articolo successivoMercato, al Genoa arriva Rosi, per Vrsaljko partenza ormai imminente
    CONDIVIDI