Arriva la Fiorentina e l’Atleti azzurri d’Italia si riempe per l’Europa, sognando la Champions

da Tuttosport

4



L’Atalanta senza Kessie si prepara come di consueto con gli allenamenti all’ora di pranzo per affrontare la Fiorentina nell’anticipo di domenica. Una domenica che sarà già una grande festa per i tifosi bergamaschi pronti ad accogliere con tutti gli onori la squadra vincitrice a Napoli e terza in classifica.

L’Atleti azzurri d’Italia sarà una bolgia, è già previsto il record di incassi visto che i tagliandi venduti sono oltre seimila, e per la Fiorentina non sarà un campo facile. Del resto a Bergamo l’entusiasmo è diventato il vero e proprio motore della squadra – senza nulla togliere al gioco e alle qualità tecniche dei giocatori – che ormai non ha più nulla da perdere, ma tutto da guadagnare vista la posizione in cui si trova.

Anzi, da qui alla fine del campionato ogni domenica potrebbe essere una festa perché l’Europa League non è un obbligo, non è un obiettivo stagionale, ma se giocando così si conquista il passaporto europeo allora ben venga. le quotazioni dei giocatori si alzerebbero ancora di più (e sarebbero ricercatissimi), il marketing andrebbe a mille e in prospettiva si darebbe un senso anche all’acquisto dello stadio da parte del club. Con la Fiorentina inutile dire che la squadra di Gasperini non si siederà sugli allori, del resto dal fortino nerazzurro pochissime squadre ne sono uscite indenni.

Il tecnico potrà comunque schierare l’Atalanta migliore perché i titolari, a parte Kessie squalificato, sono tutti disponibili. Sarà dunque la formazione tipo, che continua a vincere e perciò non si cambia, ad affrontare la squadra di Paulo Sousa. Intanto in gruppo è tornato anche Dramè che si è lasciato alle spalle il problema al polpaccio che lo ha tenuto fermo a lungo. In settimana, invece, si è fermato Pesic, proprio durante l’allenamento. Tra gli indisponibili per domenica c’è sempre Migliaccio.