Arriva la Juventus al Franchi, la ‘Partita’ per cambiare tutto

24



La sfida contro i bianconeri è da sempre una gara ‘particolare’ e può cambiare l’intero corso della Fiorentina

La Fiorentina, la Juventus e Vincenzo Montella. Metti insieme il tutto ed ecco che avrai un concentrato massimo di emozioni, ricordi indelebili, notti da ricordare e altre che in molti vorrebbero dimenticare. Quella di sabato prossimo (ore 15, al Franchi) non sarà una gara come le altre. Perché quando si sfidano Fiorentina e Juventus, in qualsiasi competizione e periodo storico, si percepisce nell’aria quell’atmosfera elettrizzante che ti fa pensare a questa sfida come unica. E imprevedibile. Nonostante i pronostici siano tutti per i bianconeri, nonostante i viola non riescano a vincere dal gennaio 2017 (Sousa in panchina, Kalinic e Badelj per il 2-1 finale). Stavolta, poi, bisogna aggiungere il fattore “R”. Quello di Rocco Commisso, alla sua prima super sfida da proprietario della Fiorentina. Il presiedente sarà in tribuna.
Ma sarà una gara particolare soprattutto per Montella. Il tecnico viola, reduce dalle prime due sconfitte consecutive in campionato, si gioca molto contro i bianconeri. E pensare che fu proprio Montella, nell’ottobre del 2013, a entrare nella storia con una partita ai limiti della cinematografia. Quel 4- 2 che in pochi minuti ribaltava umori, sogni e posizioni del cuore.
La tripletta di Giuseppe Rossi e il sigillo di Joaquin, come ricorda La Repubblica Firenze, per un risultato che lasciò il segno anche in un campionato, il 2013/14, col quarto posto in classifica. Un marchio di fabbrica per Montella, negli anni del ritrovato entusiasmo attorno ai Della Valle. Quelli di Andrea presidente, Pradè direttore sportivo e quel tetto ingaggi al rialzo. Coi bianconeri, nel 2013, fu la gara della svolta anche perché i viola dimenticarono così l’infortunio di Mario Gomez e tornarono a marciare con un ritmo davvero notevole.

24
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Ceela
Ospite
Ceela

(3-5-2) DRAGO; MILENKOVIC,PEZZELLA,CACERES; LIROLA,BADELJ,PULGAR,CASTROVILLI,DALBERT; RIBERY,CHIESA

Tifosissimo
Member
tifosissimo

viviamo solo di ricordi………….e pure pochi.
grande tristezza.
non vinciamo dallo scorso gennaio………….ma vi rendete conto che squallore???????????
…………….e pur non volendo menare gramo che reali possibilità abbiamo contro la Juve
e poi l’Atalanta??????

Piddu
Ospite
Piddu

Quando si ha una gestione societaria non performante (nel nostro caso si parla di una rinascita dopo la scellerata gestione della banda plusvalenze) a causa dei tempi stretti dove poi a cascata ne risentono tutti i restanti settori, è normale che ci siano delle lacune; Nel merito tecnico ne siamo pieni visti la carenza della rosa dal portiere al difensore al terzino sinistro al playmaker alla mezzala al centravanti da doppia cifra; Siamo anche in crisi di risultato ed abbiamo una banda di ragazzini allo sbaraglio. Detto questo se pensiamo di fare la partita della vita con la la juve… Leggi altro »

Don
Ospite
Don

“Il tecnico viola, reduce dalle prime due sconfitte consecutive in campionato, si gioca molto contro i bianconeri” Ma come si fa a scrivere una cosa simile? Cosa volete che si giochi Montella contro la Juve? Ma è chiaro o no che ci vorrebbe un miracolo (che tutti auspichiamo)? Con frasi del genere non si fa altro che creare problemi nell’ambiente. Con la squadra da “lavori in corso” che abbiamo al momento sono facilmente preventivabili 4 sconfitte consecutive a meno di qualche piacevolissima sorpresa! Allora la prossima, per Montella, cosa sarebbe? Da ultima spiaggia? Ma per favore! La Fiorentina è una… Leggi altro »

LEMAC
Ospite
LEMAC

Sono ancora in molti a non capire che Juve o almeno il 90 % delle squadre di A oggi sia pressochè la stessa cosa al cospetto di Fiorentina. Il problema è che più che capire non lo vogliano considerare. Non si parla all’intelligenza delle persone ma alla loro coscienza. E’ lo spirito di orgoglio che non vuole riconoscere la superiorità altrui. L’errore più grave secondo me è quello di dare per scontate alcune cose prima fra tutte la permanenza in A. Quasi fosse un fatto dovuto. Oggi come oggi sono convinto che almeno il 98% fra chi governa la squadra… Leggi altro »

Oriundo
Ospite
Oriundo

A meno di miracoli, si prendono tre pappine. A me piacerebbe che perlomeno non si perdesse del tutto la faccia, insomma, basterebbe che si riuscisse a salvare la dignità.
Poi se devo sognare, un bel 3-2 con gol finale di Ribery sarebbe un orgasmo di nulla…

Marcosciupa
Tifoso
Marcosciupa

…..e se ancora sperate in Montella che continua a fare i sorrisini in conferenza dopo Genova avete parecchia fantasia…essere tifosi va bene ,ma difendere l’ indifendibile…

KBondi
Ospite
KBondi

Si gioca sempre 11 vs. 11. L’imponderabile esiste sempre. Solo in Italia la Rube fa “paura”, a noi mai.
Restiamo spesso sconfitti, ma non sempre equamente. Anche per loro è una sfida nella sfida.
Della serie “A” noi siamo e restiamo una squadra “nobile” a cui tutti tengono a fare bella figura.
A volte noi siamo solo dei “sempliciotti” mentre saremmo coloro i quali hanno inventato il gioco della “palla”, quando i rubentini pascolavano ancora le capre.
“Memento audere semper”, mai indietreggiare!

Quellodellimpero
Ospite
Quellodellimpero

Allora che sia la PARTITA non ci sono dubbi ma se crediamo che possa cambiare la stagione lasciamo perdere queste partite si possono perdere era da vincere a Genova!!!!SFV

RG7
Ospite
RG7

Giusto è la partita per cambiare modulo e alcuni giocatori, tipo Badelj Lirola(non sa difendere, meglio un caceres,cmq valido ma da inserire in partite meno impegnative)…e Farei rifiatare anche sottil.
piazziamoci bene in difesa che con quelli veloci che abbiamo davanti, dovranno arretrare anche loro, ed è lì che possiamo fare e vincere la partita!!!SFV

Articolo precedenteAmoroso a FI.IT: “Ribery un bel colpo mediatico. Chiesa arma a doppio taglio. Obiettivi? Voliamo bassi”
Articolo successivoStipendi Serie A: CR7 trascina la Juventus. La Fiorentina ha cambiato filosofia
CONDIVIDI