Articolo del tifoso: Fiorentina, quale futuro?

di Paolo Allegri

19



La Fiorentina che dagli anni di Prandelli fino alla panchina di Montella è stata una delle squadre che nella serie A italiana ha totalizzato più punti, esprimendo anche un bel calcio, esportato anche in Europa, ha consentito a Paulo Sousa di giocarsi una sua idea di fare calcio solo per un girone d’andata, quello della stagione 2015/2016. Poi niente mercato a gennaio, quei rinforzi in difesa richiesti fin dal ritiro di Moena mai presi in considerazioni.

Ancora più imbarazzanti gli acquisti che le due sessioni di mercato della stagione 2016/2017 hanno portato nella rosa viola. Il portoghese si è visto spegnere il suo sogno. E da quel momento si è interrotta anche la linea di comunicazione tra il tecnico e la società. Il tecnico ha sposato il pragmatismo sostituendolo alla filosofia del sogno di quel fantastico girone d’andata del campionato 2015/2016 quando i viola meritarono gli applausi di tutti gli appassionati giocando un bel calcio.

Così le conferenze stampa di questa stagione 2016/2017 hanno visto sempre il portoghese ‘gentile’ sulla difensiva, ripetendo che il suo lavoro è di migliorare i suoi giocatori e con la motivazione e il lavoro sul campo portare la squadra ad affrontare ogni partita con la convinzione di poter giocarsela contro chiunque. Alcune scelte – talune formazioni di partenza o alcuni cambi – in alcuni momenti della stagione sono sembrate anche delle provocazioni e tali le ha valutate molta parte di una stampa fiorentina che ad un certo punto ha osteggiato Sousa anche se non si sono raggiunti i contrasti del rapporto tra la critica e la Roma spallettiana.

È stata una Fiorentina altalenante quella che si appresta a chiudere una stagione che la tiene ancora in corsa per un posto in Europa League. Da un punto di vista sportivo, probabilmente il fallimento è l’eliminazione dal torneo di Europa League per come è arrivata, con un incredibile crollo nella partita di ritorno a Firenze. Quella debacle sintetizza anche il malessere, la delusione con cui i tifosi viola hanno vissuto questa stagione. Che è stata agitata.

In fondo quando Bernardeschi sostiene che l’ambiente è troppo teso, non va lontano dal vero. La prossima stagione, via Sousa e una squadra che saluta Gonzalo, che probabilmente verrà partire Kalinic, che ancora non ha sciolto la riserva sul prolungamento di contratto del giocatore di maggior talento e futuro, Bernardeschi, dovrà essere quella della ‘Rifondazione’ e della chiarezza. Rifondazione con un allenatore nuovo e chiarezza da parte della società. Lo devono Della Valle e lo stesso Corvino alla città.

Guai abusare della fede di chi nasce con la maglia viola addosso. Pioli potrebbe essere il profilo giusto per incarnare l’idea di un progetto. Conosce Firenze per averci giocato e potrebbe avere la pazienza di costruire un gruppo giovane, italiano e motivato. La Fiorentina e Firenze sono una cosa sola. Pertanto non si può aspettare.

La società o chi per lei detti le linee guida. Dica chi resta, soprattutto faccia chiarezza su Bernardeschi. Il giocatore dimostri di essere innamorato di questa maglia e di questa città decidendo cosa vuol fare. Per farlo decidere al meglio, chi dirige, chi fa il mercato prenda il pallino in mano. Si illustri la Fiorentina che verrà. Si scelga l’allenatore e gli obiettivi. Firenze ama il bel calcio, ha visto campioni come Antognoni, Baggio, Rui Costa, Batistuta. I Della Valle dicano chiaramente se potrà tornare una Viola ambiziosa e  capace di competere per uno dei quattro posti che nella stagione 2017/18 qualificheranno le italiane in Champions League.

Adesso è il tempo delle risposte, l’allenatore, Bernardeschi, il mercato. La stampa vigili. Scegliere Sousa come caprio espiatorio come è stato fatto fin dal girone d’andata di questo campionato è non solo errato ma intellettualmente disonesto. Ai tifosi non si possono raccontare balle. Si vede tutto oggi, si capiscono le stagioni al primo temporale. C’è voglia di futuro, chi ama la Fiorentina sta facendo un po’ di posto a qualche bella soddisfazione. Alzare un trofeo non deve essere più un’utopia ma una ricerca. Che parte da una passione e si declina in un progetto.

Scrivano un progetto per la Fiorentina, i Della Valle, Corvino, il Berna e l’allenatore che verrà, forse quello Stefano Pioli persona dabbene e uomo di calcio che lavora sul campo per migliorare un gruppo e che può aver voglia di dimenticare una stagione sciagurata come quella all’Inter dove peraltro chiunque avrebbe avuto davanti un’Everest. 

di Paolo Allegri

19
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Antonio - Roma
Ospite
Antonio - Roma

Ma dove si può inviare un articolo? Non riesco a capire. Forse utilizzando il “Commenta la notizia”?

Marco Pecorini
Admin
Member

Salve, invia i tuoi articoli all’email [email protected] o [email protected], con oggetto ‘Articolo del tifoso’. Un saluto, la Redazione

cv,maxxi@gmail.com
Ospite

Visto che qualcuno vuole i CINESI e li vorrebbero alla FIORENTINA. Ma forse non stanno assistendo al TEATRINO ZAMPARINI LEE ( versione CHINA ) AUSILIO ( da poco gli rinnovano il contratto ) ingaggiano SABATINI..potrebbe venire anche ORIALI..ma quanti DS ci hanno all’INTER ? Chi decide all’INTER ? I tifosi Interisti fanno a scambio IMMEDIATAMENTE DV.. ZHANG.

VEDOVA ROSICONE
Ospite
VEDOVA ROSICONE

Ma perchè c’è di già il C.D,.A.?????????????
Senza C.D.A., lo si sà futuro non ci sa…………….

Cmq Sabato, speriamo che non piova, e tutti in coro e si canta D.V. via dalle P,…

Potini
Tifoso
Potini

Vorrei far riflettere gli eterni ottimisti su un punto piuttosto grave che sembra non essere preso abbastanza in considerazione. La proprietà ha detto CHIARAMENTE che effettuerà un totale autofinanziamento fino a quando non ci sarà lo stadio nuovo che, secondo loro, porterà nuove entrate. Lo sapete che cosa vuol dire questo? Altri 8/10 anni di vivacchiamento. Io almeno una Coppa Italia prima di tirare il calzino vorrei vederla, non è che chiedo la luna. Ma neanche, mi basterebbe vederci LOTTARE per un qualsiasi trofeo fino alla fine, invece di tirare i remi in barca a metà campionato come si fece… Leggi altro »

VIA I DV
Ospite
VIA I DV

GRANDE SOSA, VIA I DV!!!

danielbertoni
Ospite
danielbertoni

Pochi sono disposti a riconoscere che i DV amano la Fiorentina fin dalla pubertà, che non appena hanno potuto l’hanno presa e hanno dato tutto per i colori viola. Passione, la loro, solo ed esclusivamente passione. Vera, genuina. Chi li accusa di pensare solo al business non ha capito niente. Tutto questo mi ricorda molto la discesa in campo (politico) di Berlusconi, che dette tutto sé stesso per salvare gli italiani, quando avrebbe potuto godersi la vita senza farsi sbranare da un popolo di irriconoscenti. Come dite? Forse le cose non stanno proprio così? Beh, ripensandoci forse è vero, forse… Leggi altro »

luk 66
Ospite
luk 66

nel calcio vince chi avinto sempre.
guardate che fine hanno fatto parma tanzi e lazio con cragnotti che hanno osato sfidare il sistema.
e noi vi ricordate 10 anni fa per un pelo non siamo andati in B.
questo DDV lo ha capito e un vincente come lui non accetta certi compromessi e si e defilato.
queste sono le mie conclusioni poi se uno vuol sognare ma chi vive sperando muore cacando si dice dalle mie parti

danielbertoni
Ospite
danielbertoni

E quindi, luk? Bandiera bianca? Andiamo tutti al mare?

VIA I DV
Ospite
VIA I DV

se ti vuoi defilare, VENDI!!! non stai qui a prenderci per il sellino

Potini
Tifoso
Potini

Quindi, secondo questo ragionamento astruso, quando un vincente si trova di fronte ad un ostacolo, scappa.

Grottaferrataviola
Ospite
Grottaferrataviola

DDV un vincente…vorrei vedere il tuo commento la sera delle prossime votazioni quando il partito del “vincente” raccoglierà un rotondo 1,5%….gli italiani sono boccoloni ma i fiorentini di più…di più…di più….

cv,maxxi@gmail.com
Ospite

Non si riesce mai a GODERE delle VITTORIE…si vince una partita e scoppia la POLEMICA ( Vuoi allenatore o contestazioni ) o il PESSIMISMO COSMICO. Sulla voglia di vincere OGGI si può fare poco. Ma ci rendiamo conto che la concorrenza è aumentata e i soldi tra le società sono enormi.Il calcio purtroppo è stato cambiato in maniera drastica non per colpa dei DV ma dallo sbarco delle Televisioni,il FAIR PLAY FINANZIARIO ed è difficile stare in alto con i soldi che girano. La sola possibilità è aspettare che si costruisca il Nuovo Stadio ( che DV sono pronti a… Leggi altro »

Grottaferrataviola
Ospite
Grottaferrataviola

“La sola possibilità è aspettare che si costruisca il Nuovo Stadio ( che DV sono pronti a coprire interamente i costi di costruzione “!!!!!! Ma forse non hai letto il progetto….è scritto chiaramente e dai tuoi Della Balle che se non verranno trovati i finanziatori la manifestazione di interesse cadrà…cioè se non troveranno i boccaloni pronti a metterci i 450 mln rimarremo con il plastico….sono veramente dei grandi venditori di fumo ma la cosa più divertente sono i boccaloni come te…

Gaesill
Ospite
Gaesill

A questo punto si deve ripartire e ricostruire. Con pazienza. E con idee chiare. Fare chiarezza soprattutto con il caso Bernardeschi. Non si può rimandare alle calende greche una decisione che invece va affrontata nel più breve tempo possibile. In ogni caso io invito i tifosi, QUELLI VERI, a non buttare tutto all’aria. E invito i Della Valle a rimanere alla guida della Società e fare qualche sacrificio in più. Firenze è passionale, e i tifosi torneranno a stringersi ancora di più intorno alla Fiorentina. Dai, cerchiamo di remare tutti insieme verso la direzione giusta.

Cuoreviola
Tifoso
Noble Member
cuoreviola

La foto è emblematica, ADV preoccupato, quasi annichilito da quello che vede e DDV che sembra dire: visto? avevo ragione io, qui si perde solo tempo e non si guadagna una lira, pardon euro.

Mike
Ospite
Mike

Non si puo’dire che di tre se ne possa fare uno almeno bello

Mirco29
Ospite
Mirco29

Hai detto tutto… Speriamo gli arrivi il messaggio… e se ci spiega le vicende Mammana Salah e Milinkovic , e sapere quanto sanno di calcio Rogg e Cognigni sarebbe cosa gradita…

G R 51
Ospite
G R 51

Qualsiasi futuro va bene, m senza la famiglia Della Valle.

Articolo precedenteMondonico: “I Della Valle vogliono vincere, i tifosi esprimono ciò che sentono”
Articolo successivoIl Milan per l’attacco dell’anno prossimo pensa a Kalinic
CONDIVIDI