ARTICOLO DEL TIFOSO: L’incontro di un piccolo tifoso della Fiorentina col suo eroe calcistico…

    0



    Alterati Calabria in trasferta a PalermoDalla parte dei tifosi. La redazione di fiorentina.it, con questa nuova rubrica, dà la possibilità a tutti gli utenti di esprimere la propria opinione e veder pubblicato il proprio pezzo. I lettori potranno così scrivere una articolo sulla Fiorentina secondo l’ottica del tifoso e non del giornalista. Vi ricordiamo che gli articoli per essere pubblicati devono essere firmati, autorizzati e non riportare contenuti offensivi!!!

    La squadra di Firenze non colleziona trofei su trofei, campionati su campionati; nonostante ciò la Fiorentina ha tifosi sparsi in tutta Italia. Come mai? È il fascino di una delle città più belle del mondo, la patria dell’Umanesimo, la simpatia condita da una pungente ironia dei Fiorentini, la classe cristallina di calciatori come Hamrin, Antognoni, Batistuta che decidono di trascorrere quasi l’intera loro carriera in una squadra che non è mai stata un top club, circostanza, quest’ultima che, a seconda dei punti di vista è una risorsa e non un limite. Chiaro che il tifo per la Fiorentina ha radici nella sfera più profonda delle emozioni. E così, anche nel Vibonese è sorto un club “Alterati viola – sezione Calabria”. L’ultima trasferta del club è stata quella del sei gennaio scorso a Palermo. C’è qualcosa che l’ha resa particolare. L’incontro dei tifosi del club con i calciatori della Fiorentina all’aeroporto “Falcone e Borsellino”.
    Incontrare il campione visto in tv tante volte è un’emozione che non può essere dimenticata, specie se ciò accade a un bambino. Il campione è Borja Valero. Il piccolo tifoso Salvatore L’Andolina, di soli dieci anni che ha ereditato la sua fede calcistica dal papà e dall’omino nonno. E non a caso, nella trasferta di Palermo del 6 gennaio, le tre generazioni di tifosi viola erano presenti allo stadio “Renzo Barbera”. I calciatori della Fiorentina, dopo la partita, sono giunti all’aeroporto con ritardo. Risicatissimo il tempo disponibile. E qui urge una nota di merito. Tutti i campioni viola si sono dimostrati gentili e disponibili, un’umiltà che fa loro onore. Il più piccolo del gruppo era Salvatore, appena 10 anni. Difficile, per lui, intrufolarsi e chiedere una foto. Ci è riuscito con Pepito Rossi che appena ha visto il piccolo tifoso si è fermato immediatamente, Federico Bernardeschi che lo ha accarezzato, Jakub BÅ‚aszczykowski che ha addirittura ringraziato “Thank you”. Ma le foto in movimento sono venute un po’ sfuocate. Borja Valero ha fatto di più. Gli è stato chiesto due volte di farsi fotografare proprio perché la prima era sfuocata e lui, anche la seconda volta non ha lesinato tempo. Si è fermato, ha abbracciato il piccolo Salvatore ed ha atteso uno scatto finalmente nitido. Il gesto di un vero fuoriclasse che sa essere prima di tutto un campione nella vita.
    Borja Valero e SalvatoreUn uomo, prima ancora che un calciatore che ama Firenze e i colori viola e anche per questa ragione così stimato e ben voluto dalla tifoseria. Salvatore ha visto e rivisto la foto chissà quante volte, l’ha stampata e già messa nella sua cameretta. E spera, un giorno, di riuscire ad avere una foto anche con gli altri suoi eroi viola. Il piccolo Salvatore L’Andolina, comunque, è l’unico della sua classe e dei compagni che tifa per la Fiorentina. La circostanza, anziché isolarlo, lo inorgoglisce e nei compagni ciò suscita curiosità e simpatia. Salvatore ha conosciuto da piccolissimo Firenze e l’ “Artemio Franchi”. E anche per lui, come per il papà e il nonno è stato amore a prima vista. La Befana, insomma, ha fatto un bel regalo al piccolo tifoso viola. I cori intonati nell’autobus, quelli dello stadio, l’attenzione che i tifosi della Fiorentina gli hanno riservato in qualità di partecipante più piccolo sono immagini ed emozioni particolari. E ancora: gli sfottò che lo hanno divertito, qualche coro naturalmente non proprio protocollare che lo ha fatto sorridere sornionamente saranno raccontati nel futuro chissà quante volte. Infine, le foto che lo hanno immortalato accanto ai calciatori che di norma vede la domenica in tv. Ma vederli di persona, fare con loro una fotografia è ben altra cosa. L’eccitazione del piccolo “Alterato” si è tradotta in pura letizia… viola!

    FIRMATO: Corrado L’Andolina