Articolo del tifoso: Oltre al saper vendere bisogna pure saper comprare…

di Mirco Bellacci

21



benalouane

Momento difficile in casa viola. Probabilmente il più triste dell’era Della Valle, vedi le contestazioni degli ultimi giorni. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata l’umiliante eliminazione dall’Europa League dopo esser stati in vantaggio di tre gol, tanto da far “finire” la stagione  in anticipo di tre mesi.

Partiamo da chi scende in campo. Una squadra che non riesce a essere concentrata per tutta la partita, giocatori probabilmente messi male in campo o non proprio nei loro ruoli, alcuni in scadenza e con la testa altrove, alcuni non all’altezza. Dal mercato sono arrivati: Dragowski, Diks, Hagi, Toledo, Sanchez, Tello, Milic, De Maio, Salcedo, Cristoforo e Olivera, per una spesa totale pari a 10 ml… Di questi chi ha fatto la differenza o diventato titolare inamovibile? Nessuno. Questi i risultati: metà classifica e fuori dalle coppe.

Passiamo all’allenatore, il quale appena arrivato ebbe un buon impatto con la tifoseria già da Moena e soprattutto con la squadra tanto da essere ai primi posti a gennaio. Giustamente vista la posizione tutti si aspettavano due/tre acquisti di livello. Le parole della dirigenza furono: “non ci faremo trovare impreparati”. Arrivi: Tino Costa, Zarate, Tello, Koné e soprattutto Benalouane (il difensore mancava da inizio stagione e manca ancora!). Tra questi salvo qualche lampo di Zarate, il nulla o quasi. Benalouane arrivato all’ultimo minuto mai sceso in campo, per un ruolo che era prioritario per l’allenatore! I mesi successi sappiamo tutti come sono andati a finire: allenatore sempre più triste e demotivato ma nonostante ciò ancora alla guida della squadra, altro mistero.

Oggi si parla di cambio allenatore come se fosse il primo responsabile: dov’è il senso? Stagione senza più ambizioni tanto vale aspettare giugno, e visto i mesi che mancano provare a programmare decentemente e con chiarezza la prossima stagione.

Finiamo con la società, ovvero la mente di tutto. Due anni di campagne acquisti pessime, a parte le cessioni e plusvalenze di Alonso e Savic. Dal “non farsi trovare impreparati” al “non ci sono difensori meglio di quelli che abbiamo”! Negli ultimi anni si sono basati su un mercato fatto di promesse, diventate però nel giro di poco meteore. Nomi? Rebic, Gilberto, Bakic, Baez, Hegazy, Brillante, Wolski, Zohore. Per non dimenticare Da Costa, Hable, Mazuch, Gulan e Van der Borre… Per un totale pari a 30 ml!!! Risultato? A parte le poche apparizioni in viola, nessuno di loro gioca in campionati di livello. Probabilmente uno/ due terzini discreti con quella cifra si potevano trovare.

Il nuovo stadio e cittadella al centro di tutto? Sono anni che ne parlano ancora siamo all’ennesima presentazione del progetto. Qualcuno ci può dire dove sta la verità?  Firenze chiede e merita rispetto oltre alla chiarezza e trasparenza. C’è tanto malumore nei tifosi, alcuni vengono con fatica alla stadio per mancanza di passione. Penso non ci sia cosa più triste per una città come Firenze, avere una squadra non all’altezza del nome che porta. Quali obiettivi e ambizioni per la nostra Fiorentina? Per la prossima stagione sarà possibile trattare per giocatori italiani e non solo quelli dell’est sponda Partizan? Magari con un po’ di esperienza alle spalle, di meteore ne abbiamo già viste abbastanza ora basta!

di Mirco Bellacci

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
VIOLA
Ospite
Member

AD ACQUISTARE BIDONI DI CALCIATORI CHE COMUNQUE COSTANO QUALCHE MILIONE DI EURO COME FA’ CORVINO SONO TUTTI BRAVI E NON ANDIAMO OLTRE
PER ACQUISTARE QUELLI BUONI IL MAGO PUGLIESE NEMMENO LO FANNO ENTRARE NELLA STANZA DELLE TRATTATIVE
SOCIETA’ INADEGUATA COME PROPRIETA’ UNITA AD UNA DIRIGENZA CHE DEFINIRE MEDIOCRE C’E’ TANTO SPIRITO CRISTIANO

MrBreaker
Ospite
Member

D’accordo al 100% e aggiungo che oltre a non capire questa morbosa necessità di acquistare portieri su portieri (ce ne abbiamo avuti a sfare negli ultimi anni), secondo me il ritorno di Corvino é stato uno dei peggiori errori fatti da questa proprietà. Se si guarda ai suoi acquisti, trovatemi 2 giocatori che a distanza di anni ancora giocano in squadre di un certo livello (l’unico potrebbe essere Savic che però é stato preso come pedina di scambio per il “grande” Nastasic….quindi quasi casualmente).
Ciao FV
Strider

Wade81
Ospite
Member

Nastasic lo ha venduto Pradè e di conseguenza Savic è arrivato grazie a lui e non a Corvino, cerchiamo di ricordarlo. Le plusvalenze in realtà le fece Pradè vendendo a cifre da top player sia Nastasic che Jovetic che poi in realtà top player non erano. L’unica plusvalenza significativa che fece Corvino fu quella per Melo, ma in quel caso bisogna ringraziare l’incapacità dei dirigenti juventini dell’epoca. Per il resto tanti soldi sprecati per bidoni presi in giro per il mondo. Solo una società come la nostra poteva riprendere un incapace simile…

VIOLASOUL
Ospite
Member

15 anni fa tutti eravamo contenti dei DV. La famiglia inizialmente ha investito ma male xchè i dirigenti non sapevano nulla di calcio. Pian piano dopo vari errori hanno pensato di sfoltire x rientrare dei soldi e di non comprare. Insomma i DV una delle famiglie + potenti ma che di fatto si comportano come “poveracci” e soprattutto non sono mai riusciti a entrare una simbiosi con la tifoseria. Sousa, Corvino, Cognigni, Freitas, ecc. possono anche saltare ma se il manico (DV) resta tale (nel modo di gestire) la Fiorentina resterà una provincialotta senza vincere mai nulla. Questo xchè credo fermamente che squadra, allenatore, dirigenti, forse anche i tifosi, tutti hanno qualche colpa ma una grande soc. comincia con una grane presidenza, xciò i DV devono fare mea culpa, autocritica e cambiare modo di porsi nei confronti di Firenze, della tifoseria e nella gestione della Fiorentina. Speriamo!

valentino354
Ospite
Member
Il vero “problema” è la assoluta poca trasparenza e chiarezza della Società,intendendo con questo la proprietà dei Della Valle. Ormai sono almeno quattro stagioni ( da quando arrivò Gomez) che soldi freschi non ne mettono più. Da allora si è solo venduto ( i nostri pezzi buoni) ed acquistato a poco (giocatori scarsi o inutili,con la sola eccezione di Kalinic e Zarate). E’ palese,anche se non dichiarata, una volontà di tracheggiare,di gestire per quanto possibile l’esistente senza spendere. Ma questo è impossibile perchè senza investimenti su giocatori buoni ed utili,anno dopo anno, non si può che decadere; in questa prospettiva il tecnico incide poco. Oggi si critica Sousa ma fino a febbraio di un anno fà era considerato un grandissimo tecnico. La verità è che la Società non ha alcun “progetto” di potenziamento,di miglioramento del parco giocatori,nessuna velleità di scalare posti in classifica. Questo l’ha capito Sousa,l’hanno percepito i giocatori… Leggi altro »
MoNrOo
Ospite
Member

Concordo pienamente, il vero problema non è lo spendere (o lo spendere male), ma è la differenza tra quanto viene detto “miglioreremo la squadra” e quello che poi avviene.
Mi spiego: se quando arrivò Sousa si fosse detto questo: “tifosi, ci s’ha da recuperare soldi perchè con Rossi e Gomez s’è preso nel bocciolo, si spende troppo e non siamo in CL. Quindi, da adesso si prendono solo giovani e si punta a farli crescere, sperando che diventino bravi fra un paio di anni”.
Se avessero impostato così la stagione, sarebbe andato bene a tutti, o no?

maurizio Milano
Ospite
Member

Comprare sanno comprare …ma come valgono qualcosa !!
Via di corsa si guadagna

Wade81
Ospite
Member

Complimenti per l’analisi. E di meteore ce ne sarebbero ancora da nominare… Alla faccia di chi era contento del ritorno di Corvino. Quanti soldi sprecati…

Potini
Ospite
Member

Infatti nell’ottimo articolo, credo che abbia dimenticato il capolavoro Savio Nsereko, pagato più di 3 milioni per giocare zero partite.

Wade81
Ospite
Member

Mamma mia, veramente, Da brividi. E l’inutile acquisto di Castillo? Bolatti che ricorderemo solo per aver rotto Jovetic in allenamento? Di Tacchio? Salifu? Santiago SIlva? Senza dimenticare il capolavoro finale, farci finire una stagione con Amauri (che già era scarso e veniva pure da un anno di inattività) come unica punta di ruolo. B evitata per miracolo…

Oasis
Ospite
Member

D’accordo al 100%… non devo aggiungere altro..

Andrea
Ospite
Member

Mirco hai detto ne più ne meno la verità,analizzi i fatti e trai le conclusioni,con Piccini Fazzi e Venuti che senso ha andare a prendere Diks,pagarlo diversi milioni e mandarlo dopo 4 mesi di assoluto anonimati a giocare in Olanda?Prendere Cristoforo a 3,5 e cedere Capezzi a 500000 che senso ha?Prendere Dragowsky a 2,5 e farne il terzo per poi portare Sportiello con riscatto a 9 che senso ha?il prestito a 3 con riscatto a 6 di Salsedo ne vogliamo parlare?eri coperto come terzino destro e come centrocampista,con i soldi dei 3 citati portavi un buon centrale difensivo(Astori Tonelli Fazio lisandro) e avevi un’ossatura italiana,giovani del vivaio e cosa non secondaria completavi l’organico,ma noi fantastichiamo di fare calcio,loro realizzano affari e plusvalenze

VIOLAANCHEINBRIANZA
Ospite
Member

100% in accordo con Mirko

Marione
Ospite
Member

Mirko Bellacci ora verrai crocifisso dai Leccavalle vari.
Il pesce puzza sempre dalla testa

polpoviola
Ospite
Member

Noi LECCAVALLE non crocifiggiamo proprio nessuno quando chi esprime la propria opinione lo fa in modo civile.
Non attribuirci cose che non ci appartengono.

Viceversa quelli che allo stadio ( e anche qui in questo sito ) scendono al livello di inciviltà e di cafonaggine becera ( arrivando addirittura ad augurare la morte dei Della Valle ) beh……mi spiace ma non ci può essere nessun tipo di assoluzione.
Al massimo ci può essere una pietosa compassione per loro, ma non sarebbe meritata nemmeno quella.

Potini
Ospite
Member

Polpo, se parli per te ok, ma anche fra i sostenitori dei Della Valle c’è gente che chiamare poco garbata è un complimento. Che cosa pensi che sia questa divisione, bene contro male?

polpoviola
Ospite
Member

Potini no, ci mancherebbe che pensassi alla divisione bene contro male.
Però non confondere i normali e reciproci sfottò ( a volte anche pesantucci hahahaha ) tra noi LECCAVALLE e le CHECCOLE ISTERICHE.
Quelli non fanno assolutamente nulla di male e anzi ci fanno fare un sacco di risate appunto reciproche.
Ma nel tema in questione non penso proprio che qualcuno possa scagliarsi contro il Sig. Mirco Bellacci insultandolo , denigrandolo. offendendolo e infine crocifiggendolo per quello che ha scritto.

Ai Della Valle ormai succede per qualsiasi cosa dicano o facciano, ma questa è un’altra questione.
Saluti.

Mirco 29
Ospite
Member

Ho detto semplicemente la verità…

Gatto Arturo
Ospite
Member

Sono totalmente d’accordo,ma queste cose le hanno capite tutti meno che la societa’

Whitestorm
Ospite
Member

Tutto questo problema ha solo un nome… DELLA VALLE!!!

Violino
Ospite
Member

Vorrei sapere come non si può essere d’accordo e mettere pollice verso. Se sguazziamo nella mediocrità di chi è la colpa?

wpDiscuz
Articolo precedenteTianjin: la punta per Cannavaro è Moraes della Dinamo Kiev
Articolo successivoFIGC, Abodi: “Tutte le squadre devono avere stadi di proprietà. Favoriremo i progetti”
CONDIVIDI