Articolo del tifoso – Tutto il resto è noia

9



La sensazione è che fino a quando non avremo uno spiraglio sulla cessione della società continueremo a navigare a vista, affronteremo stagioni altalenanti tra classifiche anonime e risultati discontinui. 

Invochiamo sempre l’intervento dei DV, pretendiamo chiarezza da loro, ma in realtà mentiamo a noi stessi perché è già tutto chiaro: un’azienda in vendita che quindi non può avere una programmazione funzionale ad un risultato sportivo di livello e stabile nel tempo. Piuttosto possiamo chiedere di rendere conto della gestione sportiva e di quella tecnica. Possiamo chiedere conto, come dovrebbe fare la proprietà, di come sono stati impiegate certe risorse. Il buon Corvino ha il sacrosanto diritto di sbagliare qualche giocatore. Ha anche il dovere di azzeccarne almeno un paio.

Un giorno potremo avere anche una risposta sul perché non sia mai stato possibile prendere un terzino destro decente dai tempi di Ujfalusi? Quanti ne abbiamo sbagliati da allora?

E poi la gestione tecnica. Non sono uno di quelli a cui si è scaldato il cuore con il nome di Pioli (tra i papabili forse quello meglio era Giampaolo, non esattamente un trascinatore di folle) ma sarebbe disonesto aspettarsi chissà cosa dopo poche giornate di campionato.

Il 3-5-2 è un buon modulo (che magari ci permetterebbe di vedere questo Milenkovic per esempio) ma credo di poca prospettiva. Perché vuol dire sacrificare Chiesa e toglierlo da dove fa più male e soprattutto sfruttare poco le  6 milioni di mezze punte e semi attaccanti che abbiamo.

L’idea deve essere quella di costruire una squadra che giochi, che non si appoggi tanto sui terzini (perché non ne abbiamo), che sfrutti la mezz’ala che ha in Benassi – per me in questo momento il vero flop per rendimento – e un centrocampo potenzialmente non malvagio con Veretout e Badelj. E che ci sorprenda con qualche talento offensivo  con i vari 10 di Saponara, Eysseric, Hagi, e dei giovani esterni Gil Dias, Zekhnini o anche lo stesso Lo Faso).

Abbiamo un pò provato a fare quelli che difendono l’uno a zero, ma non mi sembra sia andata benissimo. E anche quando abbiamo subito poco, abbiamo creato ancora meno. Abbiamo solo questo a cui aggrapparci per farci un pochino consolare. Giocare un buon calcio e valorizzare uomini che saltano gli uomini. Tutto il resto è noia e catenaccio senza gente da catenaccio.

di Walid Mokni

9
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
marco mugello
Ospite
marco mugello

Chiesa può giocare seconda punta, e sarebbe un craque… arresto perfetto, dribling fulminante, due alla volta al prezzo di uno, scatto alla Hamrin, (200 goal), tiro alla babbo Chiesa!!! Invece i nostri terzini sono dei fabbricagoal AVVERSARI….. 5 azioni avversarie uguali con goal per cacchiata del terzino in area oltre il secondo palo, e in più un rigore!

nino miceli
Ospite
nino miceli

i punti non si fanno con lo spettacolo ma statisticamente subendo pochi goals e con Gaspar e Biraghi terzini ne subiremo di testa e di piede :BASTA UN GOAL PER VINCERE ed il resto è noia!!

Gabriel
Ospite
Gabriel

A mio avviso essendo questo parco giocatori alquanto modesto qualsiasi modulo si cerca di impostare la qualità risulta sempre modesta ,Noi tifosi non ci siamo ancora rassegnati a questa penuria e cerchiamo un modo per farci andare bene i nostri giocatori ,ma è una squadra talmente costruita con i piedi che niente mi fa pensare a un rilancio ,sempre forza viola

Paolo da Cagliari
Ospite
Paolo da Cagliari

Ancora gli dobbiamo vedere Sottil e Lo Faso saltare l’uomo sull’uno contro uno in serie A

Emidiocinosi
Tifoso
emidiocinosi

Ujfalusi era stato adattato a terzino ma era un ottimo centrale.Un tre 5 ,2 non è attuabile perchè Chiesa sarebbe sacrificato.Invece Lo Faso e Sottil sarebbero molto utili in quando in grado di saltare l ‘ uomo.

Canterbury
Tifoso
Canterbury

Si, era adattato anche se era pure meglio come centrale quindi la mancanza di un terzino di ruolo di livello risale ancora prima. Ormai è una leggenda metropolitana o un guinness dei primati del quale possiamo “onorarci”…

Santa Proprietà
Ospite
Santa Proprietà

Nei quadri Viola, (sì, insomma “in Fiorentina”), c’è Comotto. Rispolverare lui e mandarlo in campo? Non era proprio i’ diavolo…

Potini
Tifoso
Potini

Lo Faso e Sottil sono tutti da verificare in prima squadra ma si sa, chi non gioca è sempre migliore di chi perde.

Claudio da Sasso
Ospite
Claudio da Sasso

Quadro non esaltante, ma comunque vero, almeno per ora

Articolo precedenteSpareggio Mondiale: Milano, Torino o Palermo le sedi per il playoff di metà novembre
Articolo successivoSimeone-Thereau, attaccanti in cerca di gloria casalinga
CONDIVIDI