Astori, la strigliata del leader. E quei problemi di atteggiamento che ritornano

28



“E’ mancato qualcosa, abbiamo costruito bene e controllato la partita, ma nell’atteggiamento è stato superiore il Milan. Ha voluto di più questa vittoria: questo lo dice il risultato e il campo“. Le parole di uno dei leader dello spogliatoio fanno eco nella serata di San Siro. Davide Astori e una nuova strigliata al gruppo viola, dopo i tre punti persi a Milano nello scontro diretto per l’Europa contro i rossoneri. “Abbiamo concesso i gol troppo facilmente, e creato poco per quanto controllato la partita. Ora dobbiamo pensare a giovedì, e non mollare in campionato. Siamo ancora vivi. Ma dobbiamo lavorare sull’atteggiamento, sulle posizioni ma soprattutto sulla cattiveria. Siamo stati troppo leggeri. Fa rabbia perdere così“, ha aggiunto il difensore viola.

Uno dei leader dello spogliatoio, a tratti silenzioso ma che si fa sentire nei momenti chiave. Lo scorso anno ad Empoli alzò la voce dopo la prova particolarmente ‘moscia‘ della squadra, adesso torna a tuonare con un nuovo monito al gruppo. Europa sempre più lontana in campionato, il ritorno dei sedicesimi di Europa League da giocare giovedì al Franchi. Vietato mollare, insomma, per una squadra che in realtà ci ha provato anche a San Siro, senza però la giusta cattiveria contro una squadra tutt’altro che irresistibile.

Mancanza di cattiveria, problemi di atteggiamento e di tenuta mentale che ritornano con costanza nell’ultimo anno e mezzo della Fiorentina. Motivo principale di una continuità mai trovata, a livello di risultati e nell’arco della singola partita. Black out improvvisi, singoli e di squadra. Questione di fame, come sottolineò Borja Valero contro il Torino all’andata, un girone di campionato fa esatto: “Dobbiamo giocare con più cattiveria, con più forza, sennò ci mangiano”, disse lo spagnolo.

Così come ribadì Sousa dopo lo 0-0 casalingo contro l’Atalanta: “Bisogna tirare fuori gli attributi. È un problema di testa”, disse il portoghese. Ma sono solo alcuni episodi in cui tecnico e leader del gruppo hanno esternato il problema. Provando a scuotere la squadra. In realtà in tante occasioni la Fiorentina ha mancato il guizzo per affondare il colpo: tante opportunità sprecate, diversi spezzoni di partita quasi ‘non giocati’. E tanti punti persi.

Motivi vari che scaturiscono il problema, che partono dall’allenatore e finiscono con i giocatori (sono loro che poi vanno in campo, in fin dei conti). Per una squadra che in realtà, quando ha voluto, ha saputo regalare anche grandi prestazioni. Prove fatte di carattere, grinta… e fame. L’ultima giovedì, in Germania. Ma anche con la Juve, con il Napoli e in altre (grandi) occasioni. Per questo giovedì al Franchi sarà una nuova prova d’appello. Anche dal punto di vista mentale.
La strigliata del leader, a San Siro, per provare a rimettere tutti in riga. E non fallire l’appuntamento (forse) più importante della stagione.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
sandro f.
Ospite
Member

tutti chiaccherano ora …..ma chi e’ che va in campo?…. sara’ colpa del magazziniere ???? non si vince mai un contrasto, infortuni muscolari pressoche’ vicini allo 0 questo dimostra che i giocatori si risparmiano… mai visto uno uscire per crampi… saranno iper allenati o dei vagabondi…..vedendo l’intensita’ degli allenamenti opterei per la seconda…hanno miltempo di camminare e scherzare mentre fanno gli esercizi…….ma l’avete mai visto le altre squadre come si allenano ? corrrono tutte piu’ di noi… ci sara’ un perche’….

gigliocaldo
Ospite
Member

astori basta con questo piagniucolio delle motivazioni, fatela finita di pararvi il didietro l’uno coll’altro cercandoci di convincerci sindacalmente che la squadra va bene cosi ed è solo un problema mentale, qui c’è invece un monte di mangia pane a ufo o di cani colle gambe torte che non giocherebbero manco in B che devono andare via, dai morti di sonno come ilicic, badelj, tello ai piedi a mattone come milic, tomovic e olivera per non parlare del tecnico che invece di andare via dopo un mercato insulso continua coi sorrisini ad inventare l’inimmaginabile snaturando i pochi giocatori boni che ci s’ha, fra poco si vedra bernardeschi centrale in difesa e tatarusanu tornante sulla fascia.. bah!

Japa
Tifoso
Member

si si astori tutto vero…ma sul primo gol mi sembra che la cappellata tu l’abbia fatta te….diciamo che siete un branco di giocatori senza palle che non hanno la minima ambizione..a parte tre o quattro

MICHELE
Ospite
Member

Squadra da rifondare, fosse per me terrei solo: Astori- Tomovich- Vecino- Chiesa- Bernardeschi- Babacar- Saponara – Kalinic(se vuole restare). Per il resto via tutto e tutti eccetto i magazzinieri.

danielbertoni
Ospite
Member

Tomovic (senza la h però) lo terresti per fargli fare il raccattapalle?

VIOLISSIMO
Ospite
Member

Anche stavolta, come tante altre volte, abbiamo pagato grossi errori difensivi (Kucka non doveva colpire di testa in mezzo ai nostri difensori) e grossi errori nei tiri in porta ( Sanchez da 4 metri doveva metterla dentro invece di tirare sopra la traversa) nonchè errori arbitrali ( Gomez doveva essere espulso per fallo da ultimo uomo su Kalinic). Questi sono fatti e non chiacchere. Comunque se devo fare una critica di come gioca la nostra squadra vedo che è bella e propositiva in fase di possesso palla (anche ieri il 73%) ma è lenta e sconclusionata in fase di non possesso. La difesa marca male, il centrocampo non aiuta molto mentre in attacco ci sono una serie di passaggi con pochi tiri in porta che spesso finiscono fuori. E’ invece molto buona la percentuale dei goals segnati con tiri da lontano (per fortuna)

antonio (calabria)
Ospite
Member

Tello e iljcic inutili e dannosi.Kalinic sempre abbandonato a se stesso.Basta con il 4-2 3-1 e via con il 4-3-2-1: tatarusanu , tomovic,gonzalo,astori, Salcedo,Vecino,badelj,borja,saponara,berna e kalinic.

viola56
Ospite
Member

Posso anche capire che la società non mette soldi, che non ha messo a disposizione giocatori capaci tecnicamente ecc. ma ieri sera vorrei sapere è stata la società a imporre l’utilizzazione di Ilicic, Salcedo a sinistra ecc. Possibile che ogni partita dobbiamo giocare in inferiorità numerica? Sempre Viola.

alberto
Ospite
Member

Astori condivido, ma se avete un allenatore che non perde occasioni per denigrare quello o l’altro giocatore, ad eccezione del gruppo storico della squadra, ma dove volete andare … secondo me ha diviso in due il gruppo gli intoccabili e si sa chi sono ma nessuno si pronuncia quando sbagliano e i peones poveri diavoli mai accolti da lui, e quando li mette in campo li pone fuori ruolo per far vedere che non valgono una mezza … e criticarli … il secondo gol è responsabilita di Valero, ma già lui è il “sindaco” di Firenze …

15 anni Zero Trofei
Ospite
Member

1-juventus, 2-roma, 3-napoli, 4-inter, 5-atalanta, 6-lazio, 7-milan, 8-BilancioAttivo

braccioscar
Ospite
Member
I PROBLEMI SONO TANTI!! Ma basta porre un interrogativo alla società: volete spendere? Se si, fatelo e cercate di costruire una squadra valida per vincere e convincere.. se la risposta è no, andatevene!! Che senso ha rimanere per fare queste figure?? Per arrivare all’8° posto non serve una “proprietà forte” .. con l’autofinanziamento pure io posso fare il presidenteproprietario !!! senza soldi investiti la conseguenza è scontata: dirigenti mediocri, allenatore incapace, giocatori scarsi e risultati pessimi!! È matematico!!! Anche non spendendo ci sono comunque modi per far bene ovvero avere addetti ai lavori che scovano giocatori validi a pressi economici oppure giovani di prospettiva quando ancora non sono sotto i riflettori di mezzo mondo!! Magari spendi un po’ di più sui dirigenti.. ma almeno il giocattolo funziona.. hai una squadra competitiva.. puoi vincere qualcosa e guadagnare da alcune plusvalenze che si vanno a creare (non tutte stile udinese èh!!). Invece… Leggi altro »
jack
Ospite
Member

la cosa più sconvolgente non è tanto che
non ci sia una sollevazione contro i DV ,
ma il fatto che non ci sia nemmeno uno ,
dicasi uno , che allo stadio abbia il coraggio
di mettere uno striscione di critica , un coro ,
nulla di nulla….ed allora significa che l’ottavo
posto va bene…ma purtroppo quello che non si
vede ( non si vuole vedere ) è che l’anno
prossimo ben poco cambierà da questo punto
di vista…con i soldi di Kalinic dovremo rifare
tutta la squadra ( parecchi titolari di sicuro ) :
assolutamente impossibile immaginare una
squadra da primi 5 posti…

MATTEOFIRENZE
Ospite
Member

mettilo te jack lo striscione di protesta !!!

Gasgas
Ospite
Member

Ritornano si, in una società che non esiste, che non ha ambizioni…è normale. Questi signori che scendono in campo e l’allenatore a chi devono rendere conto? A gente che del calcio non gliene frega niente, salvo avere qualche vetrina. Ah poi c’è il collezionista di pippe che sfido chiunque a comprenderlo… Questa è la Fiorentina, gente superficiale, menefreghista, permalosa e anche presuntuosa. La mentalità vincente è un’altra cosa…

giuliano
Ospite
Member
parole condivisibili quelle di astori, poi però c’e anche da dire che anche lui sulla palla inattiva del primo goal del milan era distratto, si è fatto prendere il tempo nello stacco, insomma si è fatto bruciare dal calciatore del milan. inoltre mi sembra evidente che la viola nella partita singola può battere chiunque, ma è altrettanto vero che manca tantissimo nella continuità dei risultati, è da un anno e mezzo che non riusciamo a fare un filotto di vittorie consecutive, e senza continuità non si va da nessuna parte, poi per carità le responsabilità sono di tutti, a partire dalla proprietà con delle sessioni di mercato non all’altezza, ma anche dell’allenatore che pur bravo sembra ormai rassegnato a una fiorentina da centroclassifica, e aggiungo a mio avviso con la valigia in mano.ma per onestà devo poi aggiungere che in campo ci vanno i calciatori e al di la delle… Leggi altro »
VIOLASOUL
Ospite
Member

Fatta qualche eccezione ho sempre patito nel vedere la Fiorentina giocare e forse x questo l’amo ancor di +. Tuttavia concordo con molti commenti: Badelj e Gonzalo hanno la testa altrove; Ilicic ha un sinistro di diamante ma barcolla e non punge; Sanchez chè pure bravino, non può diventare difensore a metà campionato, lasciamo che giochino Tomovic, De Maio tanto peggio non faranno; Borja è diventato + incontrista ma deve disfarsi della palla + velocemente e Vecino imparare a tirare da fuori. Tello, Milic sono nulli. Sousa inventa troppe formazioni x fare lo stesso tipo di gioco. Ecco i mali di questa Fiorentina, qualcuno risolvibile ma molti (x chi è tifoso come me) sono irreversibili. FV

Campagna per Zeman
Ospite
Member

Siamo alla fine del ciclo di una Fiorentina che possa aspirare ai piani alti.
I Della Valle non voglio investire le decine di milioni di euro necessarie per buoni giocatori conosciuti (vedi Mourinho –> con 25 milioni oggi compri una promessa).
Alternative ai Della Valle non se ne vedono,
Prendiamo Zeman che valorizza i giovani e fa un calcio spettacolare.
Non si vincerà nulla (come ora) ma ci si diverte.

IrBudelloDiToPa
Ospite
Member

quando verso l’85° vedi astori che da solo prende e va a fare cross in area perchè chi sta a centrocampo pensa solo a passarla a quello accanto, cosa vuoi che faccia uno che di mestiere da il difensore e da solo deve reggere tutta la difesa ogni volta? Deve anche andare a crossare e magari segnare di testa perchè i nostri centrocampisti sono delle bamboline? Basta con le brave bambine in squadra, se mettiamo in campo la femminile sono convinto che il milan di ieri lo distrugge, altro che stare a passarsela tra i difensori

Matteo bg
Ospite
Member

X paulo sousa:
In un intervista hai detto che ilicic è una tua sconfitta perché non sei più in grado di motivarlo ??
Cioè questo qui ha fatto pochissssssime volte la differenza, è VISIBILMENTE SVOGLIATO e la colpa è tua che nn lo sai motivare ??
Dal mio punto di vista ,magari le tue colpe sono altre,tipo sostituzione di Chiesa che giovedì manco aveva giocato…
Ma , ilicic, il giorno che riceve lo stipendio,è motivato da qualcuno ??
No perché mi viene il dubbio che vada motivato pure X quello ….
Un calciatore che gioca IN SERIE A
LE MOTIVAZIONI LE DEVE TROVARE DA SOLO, CARO PAULO !!!

Lukus
Ospite
Member

Appunto…chiacchiere e non fatti!! La realtà è che mentalmente la squadra, o almeno una sua gran parte, ha già mollato da tempo e se non fosse stata sostenuta dalle energie anche mentali di pochi soggetti positivi (primi fra tutti Kalinic, con la sua scelta di restare, e Chiesa, con il suo sfrontato e giovanile entusiasmo) sarebbe già da tempo anche molto più giù di quanto già non sia!!
E’ finito un ciclo e serve rifondare, mandando via i DV a calci nel sedere!!!!

Nsivincemai
Ospite
Member

Sono sempre meno quelli che si sorprendono … Gioco schifoso

Sghiribizzo
Ospite
Member

Problemi di atteggiamento….ahahah Astori. quelli reali sono altri e da tempo, prosciuttoni.

claudioviola
Ospite
Member

Impariamo dai gobbi a strigliare questi privilegiati del calcio, se prendono un gol al 90° dal Palermo, si incazzano tra loro, se fanno i bischeri, come a Firenze, poi fanno il filotto, quando steccano, il giorno dopo alenamento punitivo… il nostro mister invece più fanno pena e più li elogia. Ma i dirigenti, la società che ci sta a fare???????????? Svegliaaaa!!!

danielbertoni
Ospite
Member
Maccheppalle! Ancora prove d’appello? Ancora questi discorsi vuoti su atteggiamento e grinta? Quando sarà chiaro che sono tutti mosci e demotivati perché consapevoli che non hanno alcun obiettivo, e che il livello tecnico/fisico complessivo dei giocatori è mediocre? È ovvio, ma si sa da tempo, che anche quei pochi buoni si lascino andare e cerchino di cambiare aria, quando vedono che la società prende da tempo solo scarti degli altri e, comunque, giocatori improponibili per certi livelli. Quando capiscono che l’unico interesse della proprietà è rientrare dagli investimenti fatti in precedenza, rientrare, rientrare, rientrare, rientrare e ancora rientrare. Chi non lo capisce o è in malafede o è meglio che pensi ad altro. Forse è malafede, comunque, perché anche un marziano capirebbe che giocatori come Salcedo, Cristoforo, Tello, Sanchez, Milic, Olivera, Sportiello, De Maio, per rimanere solo ad alcuni degli ultimi “acquisti”, sono elementi da squadre della parte destra della… Leggi altro »
Tiziano
Ospite
Member

Buone le parole di Astori, ma …. i fatti??
La rosa Viola sarà anche non eccelsa, ma sta al fiorista (Sousa) darle acqua ed energizzante per tenerla viva. Con la squadra schierata ieri ed i cambi in corsa, l’ha invece avvelenata. E non è la prima volta.
Giovedì? In cosa sperare … in una perla di Berna o di Chiesa, in un po’ di fortuna e, chiedo troppo?, in una squadra con gli uomini giusti al posto giusto, spinti in campo da un allenatore feroce e determinato (mah, se si appiglia alle teorie di Lombroso per giustificare la sconfitta con la Roma, la vedo dura).
Povera Viola e le prospettive sono ancora più scadenti.

Tifoso
Ospite
Member

Potremmo dire che per mancanza di cattiveria e mollezza la Fiorentina è una squadra “femmina”, ma diremmo un’eresia visto che nella selezione femminile si fanno al 91esimo 70 metri di corsa a tutta per impedire un contropiede, sul 6-0 per noi.
Questa è una squadra invertebrata, nel senso più spregevole che riusciate a dare al termine..

Leonardo Monza
Ospite
Member

Giusta critica e giusta osservazione da parte di Astori. Mi chiedo quando i nostri “eroi” diventeranno grandi, maturi e determinati. Io non vedo nessuno che sputa sangue, anzi !!!!! Sono determinati solo al rinnovo di contratto ?
Chiedo ai soliti censori e detrattori dei Della Valle (che comunque tengono in vita il costoso giocattolo Fiorentina): una critica e una bella manifestazione “contro” i giocatori molli e senza idee, mai ?? Bisogna considerarli sempre dei cocchi ai quali passare la nutella e il succo alla….banana? Ovviamente il guru Sousa ha le sue di colpe.
Mi auguro che quest’ultima figuraccia con il Milan sia L’ULTIMA e si possa, in parte, salvare la faccia di questo 2016/17 con prestazioni degne !!

ex teppista degli anni 90
Ospite
Member

a questa gente , intendo dall’allenatore ai DV passando per i giocatori, negli ultimi tempi è stata data sempre una seconda chance dopo cocenti sconfitte come quella di ieri,,
piuttosto che aspettare il Borussia , e far finta sempre di niente in caso di qualificazione, già oggi questa gente merita di capire che non può prendere in giro una citta intera, basta, basta e basta ! ai miei tempi il Sig.Paolo Sousa già per il fatto di essere mezzo gobbo gli si faceva capire che era ora di dare le dimissioni, come fu fatto con Mancini…
onore ai vecchi del CAV

wpDiscuz
Articolo precedenteLa tattica di Sousa, col 4-4-2 camuffato… e tanti fuori ruolo
Articolo successivoSanchez-Salcedo, da centrali a terzini puri. La coppia che non convince
CONDIVIDI