Attacco, le idee sul mercato: no a Mutu, ipotesi Pandev

    0



    MutuINEVITABILE Ma il crac di Bernardeschi riaccende con forza i riflettori sull’emergenza attacco che in casa viola potrebbe avere ripercussioni dirette sul prossimo mercato di gennaio. Il conto è semplice: Montella, da qui alla fine di dicembre, potrà contare su Babacar, Ilicic, Gomez e Marin. Con un piccolo ma significativo appunto, i primi due (Baba e Ilicic) sono al momento in condizione, SuperMario e l’altro tedesco, invece, sono reduci da infortuni, e ancora alle prese con una condizione atletica da ritrovare. L’EMERGENZA, insomma, è totale e tenuto conto dei tempi di recupero (lunghi) di Bernardeschi e che Rossi è in attesa del via libera al rientro (ma solo per febbraio) è facile ipotizzare che la Fiorentina possa mettersi davvero alla ricerca di un rinforzo ‘a termine’. Archiviata, al momento, la storia relativa a Mutu (il suo ingaggio sarebbe stato un appendice a quello, biennale, con gli indiani del Pune), la società viola potrebbe davvero decidere di guardarsi attorno alla ricerca di una soluzione vantaggiosa in termini tecnico-economici. In pratica un affare che non comprometta i bilanci del club, ma che allo stesso tempo possa consegnare a Montella un’alternativa in più in un reparto decimato dagli infortuni. Fra le soluzioni già ipotizzate e prese in considerazione anche prima dell’infortunio di Bernardeschi, potrebbe riprendere quota l’ipotesi di un ritorno in Italia di Pandev, finito nel Galatasaray di Prandelli. L’attaccante ha firmato un contratto annuale con il club turco e arrivare a un accordo già a gennaio potrebbe non essere complicato.