Attacco, problema superato. Pioli: “Diamo spettacolo”. Settimana chiave, nel ricordo di Astori

1



Sette gol in due gare del girone di ritorno, ora Roma e Udine tra obiettivi e il ricordo di Davide.

Fiorentina da sballo, il finale dice bene anche stavolta mentre la settimana che comincia oggi è tutta particolare a modo suo. Per la miscela di obiettivi – la Coppa Italia in primis – e intrisa di significato, laddove all’orizzonte c’è la trasferta di Udine che chiama al ricordo indelebile di Davide Astori. Ci si arriva coi conti a posto, un po’ come quella volta quando – a cavallo della tragedia – in tavola venivano servite sei vittorie di fila. Chievo sbriciolato con fatica, ma intanto questa Fiorentina ha già prodotto sette gol in due partite nel girone di ritorno. Così scrive Il Corriere dello Sport – Stadio.

PROBLEMA SUPERATO? Il problema di come si va a segno – storia di fine 2018 – è superato. Stefano Pioli sospira quando deve commentare le problematiche di un’altra partita chiusa in dieci, ma si tiene stretti i progressi viola. Come a dire: il bello deve ancora arrivare, un concetto trasferito su Luis Muriel che è già parte dell’ingranaggio a suon di gol. «Questa classifica ce la siamo creata noi, e pure le pressioni che ne derivano», spiega l’allenatore dopo la vittoria a Verona. «Vedo una squadra in grado di dare spettacolo, abbiamo fatto sempre bene la fase offensiva, non solo giocando in dieci. Siamo in ritardo e dobbiamo correre, per recuperare quanto lasciato per strada finora». 

POTENZIALE ENORME. Una Fiorentina da montagne russe, se è vero che otto giorni fa contro la Sampdoria veniva ripresa una partita in inferiorità numerica e stavolta lo stesso. Con un Chiesa sempre tirato a lucido. «Federico è una delle anime di questa squadra», osserva ancora Pioli. «Sta facendo molto anche in fase di finalizzazione, ottenendo risultati importanti. Ma credo che tutta la Fiorentina abbia un valore offensivo enorme: Muriel lavora molto per la squadra, e non possiamo pretendere che pressi novanta minuti. Ha messo a disposizione di tutti il suo talento, può diventare un fattore importante una volta calatosi bene nella nostra realtà. Siamo solo all’inizio».

1
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Davide Baroncini
Ospite
Davide Baroncini

Diamo spettacolo ma non per merito tuo incapace, anche ieri ci hai lasciato in 10.

Articolo precedenteMoviola: giusto annullare il gol di Giak, Pezzella-Pellissier era rigore. Non quello di Gerson
Articolo successivoNantes, Monaco e Genoa su Eysseric. Pjaca: no al Grifone, ma…
CONDIVIDI