Avramov a FI.IT: “Il Cagliari ha tutte le carte in regola per lottare per l’Europa. Dragowski mi piace, Olsen già un idolo”

1



Avramov

L’intervista esclusiva all’ex portiere serbo in vista della partita tra i viola e i rossoblù di Rolando Maran

Dal 2006 al 2011 ha vestito la maglia della Fiorentina, con il ruolo di vice-Frey e per i successivi tre anni ha militato nel Cagliari dove ha collezionato 31 presenze. Vlada Avramov, doppio ex della partita in programma domenica alle 12.30 alla Sardegna Arena e attuale preparatore dei portieri dell’Honvéd Budapest, ha parlato in esclusiva a Fiorentina.it:

Che ne pensa della posizione di classifica del Cagliari e dove possono arrivare i rossoblù in questa stagione?

Sono contento per il Cagliari perché dopo tanti anni la squadra è in corsa per obiettivi diversi rispetto alla salvezza. Spero che quest anno possano disputare un bel campionato. Quando ho visto che Radja aveva firmato per il Cagliari, sapevo che avrebbero iniziato alla grande la stagione, ma la squadra ha anche altre individualità che si esaltano nel collettivo. Hanno tutte le carte in regola per arrivare in Europa quest’anno”.

Che idea si è fatto invece di questa Fiorentina?
Ho visto un paio di partite della Fiorentina ed è sempre un piacere vedere giocare una squadra palla a terra. La Fiorentina è una una grande società. Domenica contro il Cagliari sarà sicuramente una partita bellissima”.

C’è qualche individualità che l’ha colpita nei viola? Il suo connazionale Milenkovic è il capocannoniere…
Milenkovic è un ragazzo giovane ma con la personalità da grande giocatore. Sicuramente la società ha fatto un grande lavoro prendendo anche Ribery: un giocatore di caratura internazionale e con grande esperienza”.

Sarà anche la sfida tra Dragowski e Olsen…
“Dragowski mi piace tanto. L’anno scorso ad Empoli ha fatto benissimo e anche quest’anno sta facendo molto bene. Olsen è già diventato un idolo a Cagliari, anche lui sta facendo un grande campionato”.

Come procede la sua avventura all’Honvéd Budapest e se in futuro le piacerebbe lavorare a Firenze come stanno facendo alcuni suoi ex compagni?
Questa è la mia terza esperienza da allenatore dei portieri, sono stato con Prandelli e Di Palma all’Al Nasr, l’anno scorso ero a Brescia e quest’anno sono all’Honvéd dove abbiamo disputato anche i preliminari di Europa League. Amo questo lavoro e sinceramente spero di poter allenare un giorno i portieri di Serie A. Ho sentito Dainelli e gli ho fatto un grande in bocca a lupo quando è tornato alla Fiorentina. Sul futuro vedremo, il lavoro alla lunga paga sempre, vedremo dove arriverò”.

1
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Branci
Ospite
Branci

và dato atto al cagliari di avere un gran bel gruppo, questa estate hanno lavorato molto bene, mi auguro di poter tornare a casa a ounteggio pieno ma sarà molto dura

Articolo precedentePulgar, puntuale arriva la convocazione in Nazionale. Giocherà Perù-Cile
Articolo successivoBigica alla vigilia del Genoa: “Vogliamo questa benedetta vittoria”
CONDIVIDI