Avv. Di Cintio sul TAS: “Dal punto di vista processuale non sarebbe cambiato niente”

2



Le dichiarazioni dell’avvocato rilasciate sulle frequenze di Radio Blu 

L’avvocato esperto di diritto sportivo, Cesare Di Cintio, ha commentato così il comportamento della Fiorentina verso il Tas:

Le decisioni prese dalla Fiorentina erano corrette dal punto di vista processuale anche perché in quel momento tutto lasciava presagire un’esclusione del Milan. Poi però lo scenario è cambiato con il passaggio di proprietà. Credo che dal punto di vista processuale non sarebbe cambiato niente, se quella email non fosse stata inviata in ritardo dai viola perché probabilmente la Fiorentina avrebbe avuto un ruolo all’interno del processo non tale da cambiare le carte in tavola visto che il punto preso in esame dal Tas era la solidità economica del Milan”.

2
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Sempreviola
Tifoso
sempreviola

l’avvocato Grassani dice il contrario. Inoltre tutti avevamo questo sospetto.

max
Ospite
max

Ma allora chi paga gli illeciti amministratìvi ? MILAN la UEFA ha condannato la società perche non era in regola. Cambio di proprietà stabilisce che il MILAN ha fatto mercato da.218.milioni ma non poteva spendere.tali cifre.. DI fatto non paga.mai. UEFA è contraria ai fondi di investimento..A giugno sanzineranno il MILAN cambia proprietario e continua a non pagare mai. Di.fatto non pagherà mai gli illeciti. EVVIVA LE.REGOLE PER LE SOLITE SOCIETÀ STUPIDE che pagano . C’è chi paga e cho non pagherà mai

Articolo precedenteDirige Pasqua, l’arbitro di Fio-Benevento che si meritò gli applausi nel giorno di DA13
Articolo successivoFrosinone: 25 convocati in vista della Fiorentina. Out Ciano e Hallfredsson
CONDIVIDI