Baba Vs Gomez, il confronto: 1 gol ogni 151’ VS 1 ogni 229’

    0



    gomez babacarSarà pure che a Firenze le divisioni sono all’ordine del giorno. Capita così di trovare i ‘leccavalliani ed i rosiconi’, capitanati da chi rimpiange Cecchi Gori Vs chi incensa i Della Valle. Per continuare con chi ‘Pasqual mio capitano’ Vs quelli che ‘non è da Fiorentina’, proseguendo con i detrattori Vs gli incensatori di Vincenzo Montella fino ad arrivare alla disputa più in voga da 24 mesi a questa parte: Mario Gomez. Sul tedesco impossibile non dividersi. E con il gol di Babacar a Kiev il dibattito è scoppiato puntuale. L’ago della bilancia tra i ‘deve giocare Baba’ e il ‘è meglio Gomez’ si è spostato ancora dopo il gol in rovesciata del giovane viola. Ed i numeri non mentono:

    1359 i minuti giocati da Babacar in stagione, divisi in 5 gare di Europa League, 19 di Serie A e 3 di Coppa Italia per 27 presenze totali: 9 reti e 2 assist il bottino del senegalese. Media reti/minuti giocati: 1 gol ogni 151 minuti. Per Gomez sono invece 2057 i minuti giocati in stagione divisi in 6 gare di Europa League, 18 di Serie A e 4 in Coppa Italia per 28 presenze totali: 9 gol e 4 assist il bottino del tedesco. Media reti/minuti: 1 ogni 229 minuti. 33 i tiri effettuati da Babacar in Serie A, contro i 26 di Gomez. Esito? 4 gol del tedesco che quindi ha segnato 1 gol ogni 6,5 tiri. 7 i centri in campionato per Babacar che dunque ha siglato 1 gol ogni 4,7 tiri.

    I numeri dicono Babacar, insomma. Dopo l’ingresso impalpabile di Gomez a Napoli così come contro la Juventus e la prova non certo positiva di Kiev, le gerarchie forse non saranno cambiate nella testa di Montella, ma la fiducia in nel senegalese, e la sfiducia nel tedesco, si. E presto arriverà anche il rinnovo di contratto. Il futuro è lui. A Gomez la possibilità di cambiare la sua ‘reputazione’ e di far di nuovo spostare l’ago della bilancia. La stagione non è ancora finita. Così come, forse, la sua avventura a Firenze. C’è ancora tempo e modo per mettere a tacere tutti i critici.