Babacar e la legge dell’ex. Ma in porta c’è un Drago

12



Il primo ha aspettato per anni il suo momento. Il secondo aspetta da meno tempo, ma ha fretta. Babacar contro Dragowski, passato contro presente e, chissà, nel caso del portiere anche futuro della Fiorentina. Così scrive La Gazzetta dello Sport. Fino a gennaio giocavano insieme: o meglio, si allenavano insieme. Perché il titolare Babacar lo ha fatto poco e Dragowski mai. Oggi invece si ritroveranno contro, da protagonisti. Per scelta (Baba) o circostanza (Drago).

Babacar è un figlio di Firenze, Corvino è come un padre per Baba. Il problema erano semmai gli allenatori. Arrivò a Firenze nel 2007 iniziando dagli Allievi. Doveva andare all’Inter, non se ne fece niente. Dopo il settore giovanile le porte della prima squadra. «Ha un potenziale illimitato», disse di lui Prandelli. A Firenze prima con Montella, poi Sousa, infine Pioli: nessuno ha visto però in lui il «9» titolare. E così a gennaio ha mollato. Dopo 27 gol in A con la Viola, va al Sassuolo.

Anche Drago è un prodotto di Corvino. Che nel polacco (classe ’97) crede ciecamente. Nel giugno del 2016 lo ha portato a Firenze per 2,5 milioni. Istinto e forza fisica, tecnica da affinare. Qualche gara in coppa, una da titolare nello scorso campionato, una (con la Lazio) in questo a partita in corso. Non certo da ricordare. Oggi la rivincita.

12
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
petrus58.bo
Ospite
petrus58.bo

Dragosky e’ una ”schiappa” stratosferica …..l’anno prox. serie B in prestito e pedalare !! Anche oggi a guardare in ginocchio il tiro di Politano da 20mt o forse più ‘!!f.vdal1968!

Giacomo
Ospite
Giacomo

che da di petto

Francoslo
Tifoso
Francoslo

E io ci credo nel Drago! Aspetto una reazione da uomo e no da pulcino.

roberto
Ospite
roberto

conoscendo la viola stasera mi gioco il goal di Baba, anche se si vince ugualmente tipo Belotti del Toro era 3 mesi che non segnava si arriva noi e sblocca, noi siamo unici a rilanciare gli altri.

Ilcontedilautreamont
Tifoso
ilcontedilautreamont

Speriamo che sia un Drago. Per il momento mi è sembrato un cucciolo di bradipo tridattilo.

Paolo-Carrara
Ospite
Paolo-Carrara

Caro TANO, Drago mercoledì sera è stato catapultato a freddo nel mezzo della peggior partita che gli potesse capitare. Non si può pretendere da un giovane come lui freddezza personalità e reattività dopo aver preso un gol su punizione che ha rimesso in gioco la partita; è rimasto chiaramente bloccato per tutta la sera.. Non sono un tecnico, ma a Moena l’ho visto frequentemente ed usciva, urlava e nelle parate sembrava un gatto. Tenuto conto poi che bene o male è un nazionale (under 21) rimandiamo ogni giudizio a tempi migliori: oggi sarà un test più probante, ma non ancora… Leggi altro »

Tano
Ospite
Tano

“Drago” a me sembra più scarso di Falcinelli in porta…sul gol di Caceres praticamente la palla gli è sbattuta addosso, una pianta grassa avrebbe bloccato la palla. Sul gol di Anderson non ne parliamo…voglio sperare sia stata l’emozione di una partita così improvvisa ma a me il ragazzino non ispira alcuna fiducia

Francoslo
Tifoso
Francoslo

tano, sei un esperto, o scrivi a prescindere? Fagli fiducia.

Scureggia vestita
Ospite
Scureggia vestita

Ma che scherzi in porta c’è Preud Homme

GameOver
Tifoso
Game Over

Il titolo di questo articolo non mi piace per niente.
Falcinelli il gol dell’ex non lo può fare?

Scureggia vestita
Ospite
Scureggia vestita

Diamine , tripletta

Andrea
Ospite
Andrea

Per la legge dell’ex dovremmo far giocare Falcinelli

Articolo precedenteQuotidiani a confronto: la formazione viola chi l’azzecca?
Articolo successivoWomen’s, la Fiorentina tenta lo sgambetto-Scudetto alla Juve. A caccia del 3° posto
CONDIVIDI