Badelj e il figlio chiamato Jona Davide. Ritorno da ex, previsti applausi dal Franchi

23



Il croato ha ereditato la fascia di Astori, poi ha lasciato Firenze senza però dimenticare compagni, città e tifosi. Legame speciale con i viola.

Ci sono storie che finiscono senza veleni, anche dopo un legame intenso e duraturo. Quella di Milan Badelj con la Fiorentina è una di queste. È stata un’avventura in crescendo, nel ruolo in campo e per la responsabilità fuori. Dopo i primi mesi di difficoltà, il croato è andato via da capitano e da leader dello spogliatoio. Fu proprio lui infatti, dopo la morte del capitano Astori, ad ereditarne la fascia. E a farsi portavoce della squadra nel giorno dei funerali in piazza Santa Croce. Con una commovente lettera definì Davide una «luce» nell’ambiente viola. Così scrive il Corriere Fiorentino.

ADDIO DA CAPITANO. Negli occhi di tutti c’è ancora l’arbitro Pasqua che, a fine gara contro il Benevento che fu anche la prima partita senza Astori, lo aiuta a rialzarsi da terra e lo abbraccia. In quel momento il suo amore per Firenze si è fatto ancora più grande. In città si sentiva a casa, in incognito ha visitato almeno la metà dei musei. Il croato qui ha lasciato legami forti e amici. Aveva in testa di approdare al Milan ma ormai era troppo tardi. Montella, suo mentore a Firenze, era già stato esonerato. E pure i responsabili del mercato e la proprietà nel frattempo erano cambiati.

RITORNO DA EX. Così si è dedicato al mondiale e soltanto dopo ha accettato la proposta della Lazio con contratto quadriennale e ingaggio elevato. Domenica tornerà al Franchi per la prima volta da avversario in campo e il pubblico gli regalerà applausi. I suoi vecchi compagni li ha incontrati anche lunedì scorso a San Pellegrino Terme per il ricordo di Astori. È rimasto in disparte durante la messa, entrando da un ingresso secondario. Poi ha salutato i compagni, uno ad uno, ed è rimasto a lungo a parlare con Marco, uno dei fratelli del capitano.

EREDITA’. Dopo il suo addio la società ha preferito cercare un giocatore diverso, non uno suo erede. Così è nata l’idea di far giocare prima Veretout e poi Edimilson davanti alla difesa. Ma a questa squadra Badelj avrebbe fatto proprio comodo. Il croato a luglio è diventato padre del piccolo Jona. Che di secondo nome ha voluto chiamare Davide.

23
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
marco
Ospite
marco

Siamo strani si applaude badel che se ne è “voluto” andare per forza a zero era capitano e si fischia Bernardeschi-Ilicic che sono stati ceduti dalla società e erano sotto contratto Berna anche per 2o3 anni,magari sbaglio io , però…..

Sergio
Ospite
Sergio

Senza “magari”, sbagli tu, principalmente nel paragone. Intanto Ilicic e Berna sono andati via per due motivi differenti, il primo perchè qui non aveva più niente da dare, con le sue non prestazioni e i suoi errori nei momenti decisivi (che lo potevano rendere un idolo per Firenze) si è creato un ambiente ostile e non gli veniva più perdonato il suo essere indolente. Il secondo si è autoproclamato giocatore simbolo e futuro capitano “prima viene la Fiorentina e poi Bernardeschi”, “mai alla Juve”, “mi piacerebbe diventare una bandiera come Antognoni” e poi si viene a scoprire che erano 6… Leggi altro »

Vincenzo
Ospite
Vincenzo

Io scommetto la mia fiat 131 che il 90% delle persone che qui stanno a definire “mercenario” questo, “bambino viziato” quell’altro, “legato alla maglia” etc. se ricevesse un’offerta per lavorare coi gobbi l’accetterebbe.

Violaceo
Ospite
Violaceo

probabilmente hai ragione , ma se la Fiorentina mi desse 10 e i gobbi 50 , sceglierei senza dubbio la Viola

A con l'H
Ospite
A con l'H

Facile a dirsi, difficile a farsi

VIOLISSIMO
Ospite
VIOLISSIMO

Come persona è da elogiare perchè si è sempre comportato egregiamente mentre come giocatore in campo era molto utile ma poi fuori dal campo ha seguito la strada di tutti i giocatori che io definisco “mercenari” ma certo non in tono dispregiativo. Perchè sono professionisti e giocano per il soldo e qualcuno forse anche per un pezettino di maglia. Allo stadio andrebbe accolto normalmente senza fischi nè applausi ma semplicemente come una persona corretta ma avversario in campo durante la partita, come dev’essere.

Fabio
Ospite
Fabio

caro Badelj a prescindere da tutti i discorsi calcistici qui fatti
l’ amicizia è un’ altra cosa e sono sicuro che Davide sorride ed
è molto contento e sorridente x la tua scelta, un pensiero meraviglioso.

Domenico, Roma
Ospite
Domenico, Roma

Ragazzi, Badelj si può criticare, ci mancherebbe, ma teniamo anche presente che in questi anni la maggior parte dei buoni giocatori che hanno deciso di lasciare Firenze lo hanno fatto anche perché si sono resi conto di far parte di una squadra e di una società senza passione e ambizione. Vorrei vedere voi, avere a che fare con gentaglia come Corvino e Cognigni e con invertebrati come ADV…

sch8les
Ospite
sch8les

Può darsi…….bella fine comunque hanno fatto…….chissà le ambizioni…..chissà quanta passione…….e quanti trofei…uuuuuuuhhhhh!!! chissà se c’avranno ancora un angolino a casa per metterceli

Manuel
Ospite
Manuel

Fischi forse no, ma applausi mi sembra esagerato.

Violaceo
Ospite
Violaceo

Applausi!!!!!! Ma stiamo scherzando , questo è andato via a zero pari pari come merdolivo, fischi dall’inizio alla fine

Guga
Ospite
Guga

Ma cosa stai dicendo?!? Paragonare Badelj o Tontolivo è una bestemmia.
Uno è stato corretto fino e serio professionista fino alla fine, l’altro non è mai stato un professionista, ma un bambino viziato.
Io domenica appludirò senza esitazioni, un uomo che si è meritato tutto il mio rispetto.
Cosi come ho infamato Tontolivo(anche se ad onor del vero, lo infamavo anche quando vestiva la maglia viola).

Violaceo
Ospite
Violaceo

spiegami la differenza , tontolivo è andato via a zero rifiutando per due anni tutte le proposte di rinnovo , badile invece è andato via a zero rifiutando per due anni tutte le proposte di rinnovo e con il procuratore che ha rotto le palle che voleva andare via di continuo, qual’è la differenza

IL LIBANESE
Ospite
IL LIBANESE

Applausi…. a questo mezzo giocatore e mezzo uomo (e mi fermo qua altrimenti vengo bannato a vita) che per pochi soldi in piu’ e’andato in una piazza dove tutti sapevano benissimo avrebbe fatto panca??? Applauditelo voi da me solo fischi e paroline…dolci !!

Nicola Bibbiena
Ospite
Nicola Bibbiena

Bravo, ti senti sicuramente un uomo migliore così. E soprattutto è il modo migliore per ricordare Davide.

IL LIBANESE
Ospite
IL LIBANESE

Bibbiena,chi ha mancato di rispetto è colui che nonostante la città è la tifoseria gli abbia aperto il proprio cuore ha preferito fuggirsene con 30denari in più..

Nicola Bibbiena
Ospite
Nicola Bibbiena

Che ci piaccia o no, quasi nessun giocatore nasce e cresce tifoso viola. Per loro il calcio è un mestiere e dobbiamo farcene una ragione.
Certo, il modo in cui si saluta fa tutta la differenza del mondo; e a Badelj non ho niente da rimproverare (contrariamente a Bernardeschi, Montolivo, Kalinic ecc ecc).

ales
Ospite
ales

Ha pensato dimolto dimolto a se stesso . Altro che discorsi. Ha tradito la fascia e tutto il suo significato..

unus
Ospite
unus

Perche’ applausi ? Un professionista ben pagato che ha creduto di fare bene ad andare alla Lazio ,stop.

Rasputin
Ospite
Rasputin

Aveva deciso di andarsene da tempo e non lo ha mai detto apertamente quindi per me e’ un ex come tanti fra l’altro come tanti che sono andati via fa la riserva

ALE68LEBAGNESE
Tifoso
ALE68LEBAGNESE

NON DA PARTE MIA GL’APPLAUSI,PROPRIO NO

Capo
Member
Capo

si, infatti: perché è così scontato che “…il pubblico gli regalerà applausi”?
È voluto andare via, bene: ora è uno dei tanti ex passati di qua.

ALE68LEBAGNESE
Tifoso
ALE68LEBAGNESE

APPLAUDITELO VOI CHE M’AVETE MESSO I’ POLLICINO IN GIU’ VAI

Articolo precedenteDe Rossi sull’eliminazione Champions: “Errore umano, non del Var. Come in Fiorentina-Inter”
Articolo successivoAncora Muriel: “Simeone mi ha stupito. Tifosi straordinari. No al Milan perché…”
CONDIVIDI