Badelj, le caratteristiche: da erede di Modric alla Dinamo Zagabria a re degli assist

    0



    BadeljHa qualità tecniche che di solito si ritrovano in un numero dieci, ma non è un fantasista, scrive Il Corriere dello Sport – Stadio a proposito di Milan Badelj. E’ elegante nel controllo del pallone, si inserisce molto bene nella manovra di gioco, ma non è innamorato del dribbling. Per Milan Badelj, centrocampista polivalente capace di muoversi un po’ ovunque nel mezzo, prima di tutto, viene la squadra. Ha la corsa e la progressione di una mezz’ala, una potenza atletica non indifferente e la capacità di infilarsi, quando gli viene concessa licenza, anche nell’area piccola avversaria. Vincenzo Montella la sua duttilità l’ha apprezzata fin dal primo momento in cui l’ha visto giocare. Nella Dinamo Zagabria non ha avuto timore nemmeno a raccogliere l’eredità di Luka Modric, dopo il suo passaggio al Tottenham.
    E’ bravo negli assist (11 in due anni all’Amburgo, 19 alla Dinamo Zagabria in quattro stagioni), può contare sulla discreta dimestichezza con passaggi filtranti capaci di innescare il movimento delle punte e, come dimostrato anche nell’amichevole di Lugano, sa essere pericoloso pure nelle conclusioni dalla distanza, riuscendo a mantenere un buon controllo del pallone anche in velocità.