Batistuta: “Per la Champions decisivi gli scontri diretti”

    0



    batistutaGabriel Batistuta ha scritto, con i gol, la storia della Fiorentina, della Roma e del campionato. E, in un’intervista con il Mattino, parla del Napoli e della qualità dei suoi giocatori. In particolare si sofferma su Higuain e sul suo ruolo dopo Cavani: «Non era semplice raccoglierne l’eredità, lui ci sta riuscendo. Gonzalo sforna assist, rientra a centrocampo, imposta l’azione offensiva, fa salire la squadra ed è presente in zona gol. Non sarà appariscente come Cavani, nel senso che non realizzerà lo stesso numero di reti, però è più completo come giocatore e dunque lo preferisco. E viene dal Real Madrid, dove ha fatto bene, oltre ad essere un titolare della Nazionale argentina: non ha niente da invidiare a nessuno per esperienza».

    Scudetto già della Juventus?
    «Restano da giocare ancora moltissime partite ma va detto che in campionato i bianconeri sono devastanti. Sono i più forti, hanno un buon margine di vantaggio e credo che riusciranno a conservarlo fino alla fine: quando poi si fermano, le altre non approfittano. E hanno ingaggiato Osvaldo, che alla lunga potrà tornare utile».
    Campionato ridotto alla lotta per il secondo posto?
    «La Juventus non crollerà ma per la seconda piazza niente è deciso. Finora Roma e Napoli si sono dimostrate le più agguerrite ma guai a non guardarsi le spalle. Vedo favoriti leggermente i giallorossi: sono bene attrezzati, hanno qualità e possono crescere. L’ambiente è gasato e sta dando una grossa mano alla formazione di Garcia. La Fiorentina ha perso il tram giusto la scorsa settimana, quando non ha approfittato della sconfitta degliazzurri a Bergamo ma sta disputando una stagione di livello e il terzo posto è assolutamente alla sua portata. Vediamo cosa accadrà negli scontri diretti».

    E poi c’è l’EuropaLeague, con il calcio italiano ben rappresentato.
    «La finale sarà aTorino, quindi la Juve è favorita per arrivare in finale. Il Napoli ha i mezzi per farcela ma occhio alla Fiorentina. Questa Coppa è un obiettivo dei viola, spero che si arrivi al derby italiano tra toscani e bianconeri, sarebbe una grande battaglia».