Beloko:” Il sogno? Vincere tutto quello che può essere possibile, soprattutto la Champions”

di Francesca Bandinelli - Corriere dello Sport Stadio

21



Il giovane centrocampista viola, arrivato a Firenze la scorsa estate, è in continua crescita e i suoi obiettivi sono importanti e ambiziosi

Lunga intervista al giovane viola della Primavera di mister Bigica Nicky Beloko. Molti i temi trattati sul Corriere dello Sport Stadio, dal suo arrivo alla Fiorentina, dal ritiro di Moena con Pioli alla chiamata in prima squadra di MontellaHa studiato dai suoi miti, Kanté e Yaya Touré, e come loro ha un sogno solo: «Vincere tutto». Ha sollevato la Coppa Italia di categoria, ma non gli basta. Vuole lo scudetto, sempre coi baby, «perché il doblete è possibile» e debuttare coi grandi. E l’ultimo sogno, potrebbe incredibilmente diventare il primo a realizzarsi. Ecco alcuni passaggi dell’intervista:

Che centrocampista è Nicky Beloko?
«Sono un centrocampista moderno. Ho un po’ di tutto… quello che serve: rapidità, tecnica. Cerco sempre di arrivare in pressing sull’avversario, rubargli il pallone e attaccare».
I suoi modelli, in mezzo al campo, restano Kanté e Yaya Touré: cosa l’ha conquistata di più? 
«Il loro saper essere diversi. Kanté è abilissimo a recuperare i palloni, Yaya invece è di quelli a cui piace giocare attaccare».
Quale il primo consiglio che le ha dato Bigica, non appena arrivato in viola?
«Di imparare ad essere molto più disciplinato in campo: serve la perfezione per raggiungere obiettivi nobili»
Qual è il suo sogno sportivo nel cassetto? 
«Puntare al top. E vincere tutto quello che può essere possibile, soprattutto una Champions League».
E quello più immediato? 
«Lo scudetto con la Primavera, perché questa squadra può ambire al “doblete”».
E’ pronto a fare gli straordinari, tra prima squadra e primavera? 
«Sì, anche perché sul finale di stagione si è soliti dare più spazio ai ragazzi. Il calcio per me non ha età ed io sono pronto a dare il….doppio».
Questa Fiorentina è la squadra più giovane d’Europa. Secondo lei, i viola possono diventare l’Ajax del domani? 
«Se la società punta i migliori giovani presenti sul palcoscenico del calcio, perché no».

21
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Violaceo
Ospite
Violaceo

ma icchè vuol dire , mi sa che di gin tunnai bevuto troppo

Mark Russo o Brighton viola
Ospite
Mark Russo o Brighton viola

peccato se si accontentava di arrivare secondo poteva andare alla Juventus

Go.1951
Member
go.1951

Quindi…..lontano da Firenze.

VIA GLI AGNELLI
Ospite
VIA GLI AGNELLI

VIA GLI AGNELLI!

Doriano
Ospite
Doriano

Grande Beloko è bravissimo è molto carattere vorrei vederlo anche contro i gobbi forza VIOLA !!!!!

unus
Ospite
unus

sicuramente non andra’ alla Rube se vuole vincere la Champion

Alle grandi vittorie
Ospite
Alle grandi vittorie

Sti ragazzi son tutti letterati 🙂 Ci toccano due mesi di comunicati stampa, a chiacchiere non ci batte nessuno. Obiettivo Champions… poi ci si sveglia.

illepri
Ospite
illepri

forza ragazzo! tenacia e umiltà!!!

OMOS
Ospite
OMOS

Non lo vedo particolarmente dotato per ambire ad altissimi livelli. Con impegno, costanza, sacrifici puó diventare un calciatore di buon livello. A parole é bravo speriamo anche nei fatti

AntiUltras
Ospite
AntiUltras

AH VUOI VINCERE TUTTO IL POSSIBILE??….OBBRAVO COMINCIA A CAMBIà SQUADRA ALLORA PERCHè QUI UN SI VINCE NA SEGA…

bobby
Ospite
bobby

Se qui un si vince una sega per il futuro proveremo a vincere una….pialla!!!

claudio
Ospite
claudio

Che un ragazzo di 18 anni, anche straniero abbiamo usato una frase
“«Di imparare ad essere molto più disciplinato in campo: serve la perfezione per raggiungere obiettivi nobili” non ci credo nemmeno se lo sento.

Ma dai siamo seri

stefano
Ospite
stefano

purtroppo claudio non hai capito nulla. quella frase l’ha detta bigica

Matteo
Ospite
Matteo

Il virgolettato è riferito a Beloko, poi vai a sapere chi l’ha scritto.

stefano
Ospite
stefano

poi non ho capito : l’anche straniero?!!?!.. se ci hai fatto caso.. ma non credo, i calciatori stranieri parlano l’italiano molto meglio di alcuni loro colleghi e di tanti altri italiani.. e sai perche? perche per imparare il lavoro, devono prima sapere la lingua e quindi vanno a scuola di italiano.. (che tu penso non abbia mai frequentato).. ohhh povera italia

Matteo
Ospite
Matteo

Evidente che non hai mai messo piede in un settore giovanile, spesso e volentieri fanno fatica a capire quello che spiega l’allenatore a gesti. Non son linguisti.

'i birraio
Ospite
'i birraio

sai qual è il problema:
che è più facile sentire queste parole da un ragazzo straniero, che da uno italiano

Alle grandi vittorie
Ospite
Alle grandi vittorie

Di italiano nelle società di calcio son rimasti soli gli uffici stampa che preparano le dichiarazioni da far pubblicare.

maurizio
Ospite
maurizio

Gli auguro di cuore di raggiungere i suoi sogni ma è evidente che se vuole arrivare a tali traguardi deve lasciare la Fiorentina la quale il suo sogno è …..il settimo posto …..per il momento anche questo “sogno” è irraggiungibile……….in ogni caso in bocco al lupo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

stecche
Ospite
stecche

sarebbe ora facessero giocare qualcuno della primavera

RAGIONIERE 56
Ospite
RAGIONIERE 56

QUINDI ANCHE BELOKO IN VENDITA VERSO ALTRI LIDI.

Articolo precedenteIl blog di Ludwigzaller: Rivoluzione
Articolo successivoJuventus-Fiorentina, forse Chiesa partirà dalla panchina. Le possibili scelte di Montella
CONDIVIDI